lunedì 27 settembre 2021

IN ANTEPRIMA IL PROGRAMMA DELLA DESTRA PER L'ELEZIONE DEL NUOVO SINDACO DI ROMA

Prototipo per la differenziata romana

 

Michetti, candidato della destra come nuovo sindaco a Roma, ha rivelato qualche punto chiave di svolta per la nuova Capitale: pulita, ariosa, abitabile.

RIFIUTI:

Istituzione di inceneritori condominali. I rifiuti a km zero. Ognuno se li brucia e se li ricicla. Se va a fuoco il palazzo importante è che le macerie siano compostabili.

TRASPORTI:

Divelte le ciclabili, aboliti gli autobus. Strade tutte a senso unico. Si andrà al lavoro a piedi, a scuola anche, ognuno abiterà a non più di un km dalla scuola o dal luogo di lavoro. Idea geniale copiata dal comune di Sultrazzo di Sotto. Trenta abitanti che vivono felici.

VIVIBILITA'

Prosciugati tutti i laghetti urbani portatori di zanzare, chiuse le fogne dove proliferano i ratti, asfaltato il Tevere creando un milione di posti auto, con corso e foce deviati su Civitavecchia. Grazie al bonus 110% finestrato il Colosseo, plexiglass attorno a San Pietro, filo spinato attorno all'Olimpico, fossato attorno all'Altare della Patria, spiaggia di Ostia erosa di venticinque chilometri per far diventare Roma di nuovo Repubblica Marinara (ah dite che non lo è mai stata?!..dettagli)

MOVIDA:

Abolito lo spritz, solo acqua tonica fino alle 21, poi corprifuoco a meno che non si dimostri di essere cittadini residenti a Sultrazzo di Sotto, oppure vaccinati con la terza dose.

SPORT:

Bici e monopattini elettrici vietati, palestre riciclate in musei storici a testimoniare le antiche imprese di Roma Repubblica Marinara; incentivate le cyclette casalinghe e i tapis roulant nel corridoio.  

DECORO URBANO:

Basta alberi, siepi, giardini. Portano sporcizia e animali.  Incremento del verde in città, la dipingeremo tutta in acricilico, ok ai fiori finti e alle piante di plastica. I cani a casa, basta cacche sui marciapiedi, la faranno sui terrazzi, gatti in camera, tartarughine nei cassetti, canarini in gabbia, civette sul comò (max 3)

POLITICHE SOCIALI:

Tolleranza zero per i poveri, aboliti gli immobili in disuso e quelli occupati, nessuno sotto i ponti e sopra le panchine, chiusa la Caritas, i meno abbienti trasferiti a Civitavecchia assieme ai centri anziani.

SICUREZZA:

Ronde armate che permetteranno flusso solo ai vaccinati con quarta dose e a chi è in possesso di foto scheda elettorale con croce su Michetti.

DELOCALIZZAZIONE

Le grosse aziende romane che occupano le zone cruciali dovranno collaborare a snellire il centro della capitale aprendo filiali in periferia, specialmente a Civitavecchia.

STADIO DELLA ROMA

Sarà edificato a Sultrazzo di Sotto (casualmente luogo di nascita della mamma di Michetti), e prestissimo nuova Capitale d'Italia  

39 commenti:

  1. Tu scherzi, ma a Milano Feltri vuole davvero eliminare le piste ciclabili :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io scherzo, ma nel vero programma ci sono cose che sarebbero apparse seriose anche a Zelig.. ;)

      Elimina
    2. Ma quel Feltri? Vittorio? PAZZESCO!

      Elimina
  2. Una barzelletta, ma il programma del candidato di sinistra, Roberto Gualtieri, è più difficile da capire della teoria della relatività ristretta di Einstein.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gualtieri, che comunque voterò, punta sui famosi "quindici minuti", che nelle grosse ed efficienti metropoli, è il tempo massimo che deve impiegare un cittadino per raggiungere ogni servizio. A Roma in quindici minuti esci dal garage al massimo. E resti lì. ;)

      Elimina
  3. Ma perché ce l'hai così tanto con Civitavecchia? Tu o il candidato sindaco ovviamente😁

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adoro Civitavecchia, non fosse altro che ci attraccano le ammiraglie della MSC..diciamo che un capro espiatorio serve sempre in questi casi.. ahah!

      Elimina
  4. Ho Cominciato a ridere appena letto il titolo.
    Anch'io ho rilevato un particolare affezione o ossessione o persecuzione verso Civitavecchia...
    Chissà perché (a parte le crociere)
    Tornando al post: veramente spassoso.
    Non so se augurarmi/augurarti/augurarci che venga letto dagli Onorevoli Candidati.
    Chissà.. Potrebbero essere illuminati o cadere da cavallo sulla via di Damasco (per poi ovviamente dartela colpa alle buche di Virginia....)
    Saluti.
    A.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. .. e meno male che i simpatici sultrazzesi ancora non hanno letto il post!!

      Elimina
  5. Molto divertente direi, ma non molto lontano dalla realtà. Ho letto il vero programma e, niente, tutto si potrebbe risolvere con l’espressione “il magico mondo di Michetti”. Meglio riderci su.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io vorrei sempre un sindaco norvegese, che non conosca neanche l'italiano, in modo da non poter accettare neanche il minimo suggerimento.. ahah

      Elimina
  6. No, no Civitavecchia non accetterà mai tutto ciò, faremo le barricate!
    ... Anzi, risolviamo definitivamente ogni problema chiedendo l'annessione al Vaticano (che secondo me non sarebbe male neanche per Roma stessa: si ricrea lo Stato Pontifico, governa il Papa Re e non si vota più, così non c'è più neppure l'imbarazzo di dover scegliere fra Michetti, Gualtieri e la gladiatora grillina ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che non è male come idea? Stato Pontificio con porto a Civitavecchia.. ;)

      Elimina
  7. La città diventerà vivibile finalmente,
    Civitavecchia forever

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Intanto MSC ferma a Civitavecchia, mica a Cinecittà.. ;)

      Elimina
  8. da me quest'anno non si vota, ma se accendo la tv e guardo un tg non si capisce che ci saranno "semplici" elezioni amministrative, stanno tutti facendo campagna elettorale come se ci fossero le politiche.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' sempre campagna politica. E nessuno perderà. Perché anche chi prenderà lo zero virgola, avrà migliorato rispetto alla zero tondo delle comunali del 1987. E questa cosa la ribadiscono seriamente ogni volta. Senza nessun giornalista che dia loro una capocciata in diretta.

      Elimina
  9. Per un attimo avevo creduto che lo fosse veramente 😆😁😄😃😀

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono punti di quello autentico, davvero esilaranti, anche in altri programmi: "il netturbino di quartiere polo di riferimento irrinunciabile" è roba autentica, neanche Groucho Marx l'avrebbe partorita.

      Elimina
  10. Ero per dire che meglio andavo a vivere a Sultrazzo di Sotto, che speravo che potessimo essere 31 abitanti felici senza problemi ma lo Stadio della Roma... Non si potrà trasferire meglio a Civitavecchia?

    Ciao.
    podi-.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande Carlos!.. in effetti è solo progetto, tranquillo, e coi progetti si va avanti millenni. Almeno a Roma. Ma forse pure a Sultrazzo. ;)

      Elimina
  11. Non è poi così lontano da ciò che faranno.
    A Rimini, passeggiando sul lungo mare, mi sono imbattuta in un comizio, non so chi fosse, sembrava Cetto Laqualunque ma con accento romagnolo! Bleah!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Abbiamo assistito anche noi a qualche chiacchiera di gente che ha la "visione" (adesso va di moda avere la visione..), e che risolve tutto in tre mesi, come la Raggi, che sta asfaltando buche più in questi ultimi tre mesi che nei cinque anni precedenti.. vabbè.. ma è pure colpa nostra (e la Raggi la votai pure, pentendomi dopo appena una settimana, visti i nomi che mise in squadra, senza annunciarli prima..)

      Elimina
  12. E però così non vale...
    Solo stasera mi sono incuriosito e...
    Sultrazzo di Sotto non esiste!!!
    Oppure io ho una vecchia versione di Google Map.
    Spero che non prendano i voti dagli ingenui come me perché in questo modo daranno veramente esecuzione al (tuo) programma elettorale.
    Ulteriormente spassoso: Sultrazzo di Sotto. Ah!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'invenzione della ricorrente Sultrazzo è un omaggio alla satira di Michele Serra, che adoro. Ecco, Serra sindaco sarebbe l'ideale, ma pure Diego Zoro, perché no..

      Elimina
  13. Meno male che mi/ci fai sorridere...tutto il resto è storia.

    RispondiElimina
  14. Roma la fanno i romani, non le giunte.
    Va male?
    Si può sempre fare peggio: ai problemi di sempre aggiungwrne altri, importandone di peggiori dall'estero.
    Roma ha ormai le proprie banlieie dove stranieri clandestini, criminali, violenti, fuori legge (sicari applicati dalla sx al caviale ai meschini, razzisti italioti piccoli borghesi inferiori) impongono la loro nocenza.
    Tutta roba buona di cattolici, sinistri, arcobalwnghi.
    E codesta realtà non fa per niente ridere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si ride per non piangere Uomo caro, e Roma inabitabile siamo noi abitanti i primi a farla: sporca, ignorante, arrogante, maleducata. Lo so. Appunto vorrei davvero un sindaco norvegese o danese. Vorrei essere commissariato dalla Finlandia, vorrei essere multato, ripreso, disciplinato. Tutti miraggi ovviabili forse vivendo in campagna. Come fai tu.

      Elimina
  15. dove sta sultrazzo di sotto? :)
    30 è numero chiuso? oppure quando sarà capitale è previsto che si possa alzare a 50?
    vorrei prenotarmi :)
    ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sultrazzo di Sotto è nei miei sogni da anima provinciale. Mi accontenterei anche di Lucca. E la trovi su Google Maps, mentre Sultrazzo è su Google Dream Earth.. ;)

      Elimina
    2. lucca è una città che amo.
      ciao

      Elimina
    3. Anche io, non l'ho citata a caso.. ;)

      Elimina
  16. Si vota anche da me.. ma sai al "paesello" è tutto "be different".
    Roma è "meravigliosamente" invivibile non ci sarà nessuna coalizione politica in grado di cambiare le cose..io vado quasi tutti i giorni e vivo i disagi di un quartiere di periferia, una "borgata" abbandonata a se stessa! E credimi per me che vivo in mezzo al verde in una zona tranquilla mi sembra ogni giorno di approdare su un altro pianeta..
    Buongiorno Franco, buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Roma invivibile davvero.. purtroppo.. andrebbe messa in mano a ben altra gente. Come minimo straniera. ;)

      Elimina
  17. Di questi tempi e con certi personaggi c'è anche il rischio che la realtà superi l'immaginazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti immagino anche il ritorno dei vespasiani a Roma.. :(

      Elimina
  18. Fosse intelligente non dovrebbe abolire gli autobus: visto come hanno funzionato nell'ultimo period, potrebbe usarli come inceneritori, per il punto subito sopra 😅
    Comunque... in bocca al lupo, eh...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti.. combustibilmente parlando.. l'utile al dilettevole.. ahahah

      Elimina

Sottolineature