mercoledì 25 maggio 2022

COSTO DELLA VITA


Capita in questi giorni di guardare, quasi consequenzialmente, servizi sull'irrefrenabile costo delle materie prima, causa conflitto in Ucraina, e relativi aumenti insostenibili, dai mutui al carrello della spesa e poi indagine sui costi folli di lettini e ombrelloni negli stabilimenti italiani, presi d'assalto da bagnanti in crisi di astinenza dopo due anni di covid.

Qualcosa non mi torna. 

58 commenti:

  1. No tutto torna, i soldi sono pochi ma si viene da due anni assurdi in tutti i sensi, ed ora la gente vuole svagarsi cercando di fare quanto può con quello che ha. La guerra in Ucraina preoccupa già di meno e sinceramente se io dovessi scegliere tra cosa preoccuparmi di più tra Hope che vorrà rinchiuderci al primo starnuto o al primo prurito per un'orticaria urlando alla pandemia per vaiolo delle scimmie, ed un conflitto ucraino esteso, temo più la prima ipotesi. Detto ciò fa male vedere che la pace proprio non la voglia fare nessuno

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo spam di Blogger sta innervosendo pure me.. purtroppo qua la guerra (o la pace) interessa a pochi.. le famosi sanzoni fanno ridere.. tutti continuano a pagare gas e petrolio che la Russia continua ad erogare.. fanno finta di cercarlo in Angola, ma in realtà ce lo da Putin.. e tutti zitti.. :(

      Elimina
  2. L'inflazione è sempre un imbroglio sfruttato da chi vende. Anche un vento di garbino può servire ad aumentare l'affitto di un ombrellone per il mare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chi vende cerca sempre di cadere in piedi.. follia..

      Elimina
  3. Franco io ti posso assicurare che nel mio settore ogni giorno entra un rappresentante con il suo bel talloncino con l'aumento del mese, in tre mesi tutti i miei prodotti dalla ferramenta, al legname hanno subito aumenti incredibili, tanto che un preventivo che avevo fatto 15 gg fa mi tocca aumentarlo per stare nei costi e nelle Rb che arrivano puntuali a fine mese. I clienti non sono contenti, mi arrivano le cucine senza elettrodomestici marche che tutti conoscono come Italiana ma ora si scopre che non è così. come faccio a consegnarle, ma le ditte pretendono che la RB a fine mesi la paghi ma il cliente non ti da neanche un acconto. Ferie noi niente, ho mia figlia che per meriti di studio partirà per un college con le insegnanti 15 giorni in California e che ha pianto giorni interi perchè noi abbiamo fatto i salti mortali per pagare le piccola parte che rimaneva e L'altra parte più grossa la pagava la scuola come una specie di borsa di studio per i suoi bei voti, lei non voleva che facessimo questo sacrificio. Mare dove? in Liguria gli ombrelloni sono triplicati me l'ha detto una mia cliente ieri che lei li affittava per tutto il mese. Gli Italiani sono così magari non mi pagano il lavoro ma vanno in ferie. Oppure ne ho un altro che ha comprato una macchina nuova di zecca alla figlia patentata anche qui non mi paga lavoro consegnato due mesi fa.
    Vorrà dire che se riesco, mentre loro consegnano delle finestre a Genova, salgo sul camion e io e te andiamo a prenderci un caffè, così vedo il mare Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Comprendo benissimo che il fenomeno sia a cascata e coinvolga tutta la filiera.. voi poi ad approfittarne non vi ci vedo neanche col binocolo.. ma bisognerebbe far notare a chi compra auto nuove e non paga i lavori che deve, quanto siano vergognosi certi comportamenti, ma c'è tanta, troppa gente, con la faccia come il.. e non sto a specificare.. mia cara

      Elimina
  4. C'è chi rinuncia ai beni di necessità pur di apparire benestante. Purtroppo basta farsi un giro su Instagram (che da questo punto di vista incentiva comportamenti e atteggiamenti secondo me non sani né autentici...)

    EM

    RispondiElimina
  5. Noi in negozio abbiamo riscontrato diversi aumenti dai fornitori e non potevamo far altro che ritoccare leggermente i prezzi anche noi.
    Comunque mi sono arrivati 430 euro di gas da pagare e se ci penso mi viene da piangere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo sia un discorso sperequativo.. c'è chi continua a stare bene (e noi non ci tiriamo fuori, pensionati di fresco e stipendiati dall'Inps) e chi deve fare salti mortali.. quella degli stabilimenti che hanno pianto in fase Covid è uno degli esempi di chi vuole arricchire sempre più a danno della collettività.. e non sono pochi purtroppo..

      Elimina
  6. C'è molta speculazione, Franco. Ormai è chiaro. Non mi riferisco, ovviamente, ai piccoli negozi che vendono al dettaglio che son costretti ad aumentare i prezzi dal momento che i loro costi sono triplicati. Il fatto è che non c'è nessun controllo, io penso che lo Stato non può prescindere dall'economia, la cosa giusta sarebbe quella di controllare e porre dei limiti perchè, per dirlo papale papale, non ci sono più regole, ognuno fa quello che vuole e a pagarne le spese è sempre la comunità, che poi la comunità è lo Stato. Queste cose ricadono sul paese che non cresce, o peggio, decresce.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Regole che non ci sono mai state.. l'ultimo che tentò un freno allo strapotere legalizzato fu Bersani.. da allora più nessuno si è preoccupato della massa turlupinata dal Sistema. Ogni giorno è un segnale negativo, dall'aumento spesa armi alla diminuzione spese sanità, dal catasto NON riformato alla spazzatura NON regolamentata fino agli evasori NON perseguiti (sarebbe facilissimo ma non si fa..chissà com'è..); ogni scusa per far perdere soldi alla collettività è buona. A beneficio dei soliti noti.

      Elimina
  7. l'italiano non è abituato a prevedere e pianificare, per cui tutto diventa emergenza, gli aumenti dell'energia sono nell'aria da inizio guerra, ma moltissimi se ne sono accorti solo quando è arrivata la bolletta, ne consegue che invece di iniziare da subito a risparmiare ora piangono lacrime di coccodrillo... ma poi i soldi ci sono e quindi alla fine pagano e frignano senza mutar stile di vita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco..l'assenza di pianificazione spesso crea difficoltà.. perché siamo così pirla?

      Elimina
  8. È un far west senza regole: salgono i costi delle materie prime, i negozianti si rifanno sui clienti aumentando i prezzi per poter rientrare nei costi, ci sono continui tagli all'istruzione e alla sanità pensioni e stipendi sono sempre fermi, la povertà in Italia è in aumento e ci sono quelli che pur di apparire si indebitano paurosamente e in tutto questo caos il Governo trova i soldi per inviare armi invece di adoperarsi per la pace. Sì, qualcosa non quadra.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'aumento di spesa per le armi è davvero vergognoso.. ma pochi hanno protestato veramente..

      Elimina
  9. La speculazione è sempre in agguato, basta una crisi che, eccola lì in tutta la sua stronzaggine.
    Mio figlio vive in Brasile e sta costruendo casa, anche la è aumentato tutto causa guerra anche se la guerra non c'entra nulla col prezzo del cemento visto che sono produttori, così come l'aumento della benzina, anche quella estratta da pozzi nostrani.
    Un modo per arricchire gli speculatori si trova sempre, una scusa vale l'altra!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aumenti a livello globale.. con qualsiasi scusa.. mi chiedo se siamo incastrati nel Sistema da non scorgerne neanche l'uscita..

      Elimina
  10. L'inflazione è una bruttissima bestia, figlia di mostri come la speculazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..e mi chiedo per quanto potranno tirare la corda..

      Elimina
  11. Non avrei mai creduto di stare peggio dei miei genitori. Quando sono andati in pensione se la passavano abbastanza bene e viaggiavano. Io e mio marito nonostante abbiamo lavorato una vita, Inps ci eroga due misere pensioni e poiché tutto aumenta si vive in affanno. Siamo stati parsimoniosi ed oggi me ricaviamo i risultati.
    Angela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda noi viaggiamo senza pensieri per un solo, principale, motivo: non abbiamo figli e quindi ci spendiamo tutto.. tranne il minimo sindacale a garantirci vecchiaia senza affanni..

      Elimina
  12. Sempre c'è una fascia di popolazione che puo assumere l'aumento dei prezzi, semplicemente risparmiano di meno. Ma per altri, rimangono sepolti in un'assoluta povertà.
    Poche settimane fa, una donna, sulla settantina, viene al mio ufficio postale a pagare la bolletta de la luce: 325 euro. Lei non dice una parola, ma piange...

    podi-.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certe bollette ti massacrano.. e devi rinunciare a tutto il resto.. conosco tanti in condizioni al limite..

      Elimina
  13. Per le vacanze i piccioli ci sono sempre... salvo poi non arrivare a fine mese d'inverno. Io vado a spendere più di 1000 euro per due settimane solo per amicizia, perché fosse per me starei volentieri a casa, magari a scrivere...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noi ci spendiamo la pensione in vacanze. Soldi benedetti.

      Elimina
  14. Sono storture evidenti. Ma sono effetto della pandemia o della bramosia?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è chi stringe la cinghia, ma non rinuncia a Netflix..

      Elimina
  15. Buon pomeriggio Franco Hai proprio ragione qualcosa non va Te pensa le ciliegie a Constantine in Algeria in cassetta costano €0,50 il chilo e vengono spediti in Italia fai il conto di quanti ci vivono dietro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso a chi raccoglie pachino facendo la fame per permettere a me l'insalata in tavola. E sono anche io il problema.

      Elimina
  16. Il problema non è tanto questo ma il fatto che gli stipendi non sono adeguati al costo della vita, questo perchè noi non abbiamo più la scala mobile e non abbiamo nemmeno il salario minimo, come nel resto dell'Europa.

    RispondiElimina
  17. Intanto andrebbe aumentata la disponibilità di spiagge pubbliche comunali, poi un calmiere ai prezzi ci vuole, visto che sono concessioni demaniali.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho discusso con un gestore balneare perché non voleva farmi passare dallo stabilimento per andare dal mare "Potrebbe essere un pedofilo, chi me lo dice a me?" Gli ho detto: potrei essere uno che chiama i carabinieri se non mi fai passare subito.. "

      Elimina
  18. Si specula sempre e questo è un dato di fatto. Per ogni problema vengono fuori aumenti poco giustificabile. Noi possiamo solo evitare di spendere se se ne può fare a meno.
    Ciao Franco, giusta riflessione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dovremo organizzare lo sciopero di tutto ciò che aumenta indiscriminatamente.. mi sa che ci arriviamo a breve..

      Elimina
  19. Devo essere finito in spam ehm puoi gentilmente controllare? Grazie e mannaggia a blogger!!!

    RispondiElimina
  20. a me quello che sconcerta è scoprire che un paese che ho sempre posto in fondo a destra, nello scaffale delle cose inutili è diventato (direttamente o indirettamente) determinante nell'economia mondiale, pare che dal grano ai fertilizzanti, dall'acciaio ai mattoni, facesse tutto lui.
    massimolegnani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse è il momento di derubricare a secondario il mercato degli allevamenti da carne da macello.. sono questi che consumano la maggior parte di cereali..

      Elimina
  21. Speculano su tutto, ma nessuno controlla.

    RispondiElimina
  22. È che ognuno deve fare il suo dovere:
    Il ricco deve fare il ricco e noi poveracci...
    È il mecaro, beibi
    😬

    RispondiElimina
  23. neppure a me torna :)
    io quando non son convinto dell'equità (ragionevolezza :) di un prezzo non acquisto.
    è dal 2000 che non compro pomodori :)
    ciao

    RispondiElimina
  24. In effetti ci sono troppi che si approfittano di ogni cosa per "fregare" gli altri perchè a mio avviso, mentre gli aumenti di certe materie prime o di certi cibi hanno alla base una reale motivazione, altre non ne hanno alcuna e servono solo a fare impoverire ulteriormente la maggior parte della popolazione con lo scopo di arricchire ingiustamente quei pochi qualcuno che pensano solo a sè stessi. Gli stessi che vendevano su Amazon, nel momento peggiore della pandemia, guanti in lattice, Amichina e mascherine FFP2 a prezzi da record. Insomma credo che ci sia del marcio anche in Italia non solo in Danimarca

    RispondiElimina
  25. di nuovo in viaggio? :)
    lieto giorno

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si.. siamo monelli.. anche se ora positivi in quarantena.. ;)

      Elimina
    2. ma stai bene? è in forma leggera?

      Elimina
    3. Mia moglie, come soggetto fragile, sta facendo il monoclonale proprio ora, io meglio invece, residui di tosse e mal di gola, mi hanno prescritto antibiotico.. venerdi nuovo tampone e vediamo i risultati.. grazie Valeria! (come ti trovo su Facebook?)

      Elimina
    4. Valeria avagnina Monastero di Vasco

      Elimina
    5. i viaggi in questo periodo sono delle specie di trasgressioni.
      a volte intricate, come specificato in altro commento.
      auguri, monelli :)

      Elimina
    6. irrinunciabili... ma ammetto avrei voluto vedere più responsabilità da parte di organizzatori e partecipanti

      Elimina
    7. per me rinunciabili.
      volontariamente. quindi nessuna effettiva rinunzia.
      ciao

      Elimina
  26. Auguri a te ma soprattutto a tua moglie guarite presto

    RispondiElimina

Sottolineature