mercoledì 4 maggio 2022

IMMAGINA

 


Immagina che il sogno finisca per svegliarti.
Apri gli occhi ma non capisci subito dove e come stai.
Immagina che questo stato, comune ad innumerevoli risvegli, si protragga più del solito, stavolta, nel farti percepire ancora sveglio, in catatonica attesa di riguadagnare sensibilità.

Immagina poi di rimanere vagante tra questi embrioni di riflessione che non ti portano da nessuna parte, anzi, ti incastrano in uno stato gassoso di palpabile indefinitezza, e immagina non se ne venga fuori.

Di più: ci si senta come prigionieri, senza comprendere, tuttavia, quale via d’uscita tentare, e se esistano forze diverse cui attingere,
e immagina, alla fine, di scorgerla una vaga, seppur flebile, luce, dove non appariva che buio.

Ma tutto io devo fare? Sto immaginando mondi da quando ti sei svegliato.. tocca a te direi: immagina tu! 
E togliti d’impaccio, se trovi tutto così scomodo.
A me anche piacerebbe, in fondo, qualcuno che immaginasse in mia vece, vorrei escogitare vie alternative, a questo mio continuo, inevitabile arrovellarmi a creare storie, ritrovandomi - ogni mattina - ospite estraneo di altrui dormiveglia.

 

35 commenti:

  1. Il mio dormiveglia si presenta spesso quasi tutte le mattine. Quando si incarta su qualche situazione da incubo, urlo: " Augù, lo vuoi capire che è un sogno, oppure sei completamente rincoglionito!"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il dormiveglia va cullato e considerato..è la risacca del sonno e cura l'approdo al risveglio.. a noi trasformarlo in porto accogliente o scogliera impervia.

      Elimina
  2. Se la cena fosse più sobria , il sonno sarebbe meno agitato e anche il risveglio meno carico di dubbi amletici.😄
    Ciao Franco, buona giornata.
    enrico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il dubbio è se sia possibile trasferire l'effetto delle proprie digestioni ai sogni altrui.. ;)

      Elimina
  3. quando mi sveglio la mattina i miei occhi sono gonfi per almeno dieci minuti, per colpa delle pastiglie che prendo la sera. La prima cosa che sento e la voce di mia figlia che mi dice alzati devi portarmi a scuola. Se invece vedo questo tuo post sotto un altro aspetto mi fa pensare a questa guerra, a questa crisi economica e vorrei dirmi è solo un sogno. Ciao buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nei sogni consideriamo il bello.. addirittura certi incubi possono affascinare.. è un altro aspetto della nostra esistenza che curiamo come vogliamo..

      Elimina
  4. A volte mi capita di incastrarmi nei dormiveglia, ma non do libero sfogo all’immaginazione, piuttosto prendo coscienza di alcuni aspetti della vita che piombano nei miei pensieri all’improvviso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un bell'incastrarsi.. un mondo apparente dove creare mille alternative e mettere a fuoco punti di vista non considerati.. ;)

      Elimina
  5. Immaginare mondi... Molto piaciuta la tua descrizione, quel fluttuare nel dormiveglia. Buona giornata.

    RispondiElimina
  6. "Immagina che il sogno finisca per svegliarti. Apri gli occhi ma non capisci subito dove e come stai".
    Immagina di ripensare alle sensazioni che il sogno ha prodotto... a quanto desideri pilotarlo, cavalcarlo e rimodellarlo nella tua vita. Senti il sogno come una spinta, un punzecchiarti per tenerti desto su te e su quel che ti circonda... per darti la possibilità di scegliere quel che il giorno offre nel suo variegato banchetto.
    Nessuno, nessuno oltre te, sa dare sapore e colore alla tua tela.
    Buona giornata Franco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chissà che la vita non serva che a sognare, ed il sogno a generarne altri, fino a che la vita abbia apparentemente senso..

      Elimina
  7. Immagina... immagina di riuscire ad acchiappare quell sogno che fino ad un momento prima era vivo ed ora è divenuto ectoplasma.
    Immagina di riuscire a mettere insieme tutti quei flashback che ti balenano nella testa ma che son troppo veloci per essere afferrati.
    Mio caro Franco, ci vogliono almeno due caffè forti appena alzata per svegliarmi. E non sempre bastano :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pat cara.. noi ci facciamo colazione coi sogni, ci servono loro il caffè, e noi sempre disponibili a due chiacchiere.. ;)

      Elimina
  8. Vorrei avere da sveglia l'immaginazione che ho neu sogni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non li ricordo quasi mai i sogni, ma poi m'invento tante situazioni che sicuramente prendono vita di notte.. o perlomeno mi piace crederlo..

      Elimina
  9. Interessante discorso che si conclude con un forte desiderio di entrare nei dormiveglia altrui, per creare storie probabilmente di gran fascino.
    Potresti riuscirci sai?
    Abbraccio Franco e buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più una denuncia al non entrarci, più una richiesta di leggere più i vostri sogni, stupire di voi, rimanere abbagliati da luce esterna.. curiosità diversa insomma.. ;)

      Elimina
  10. Marcel Proust ci ha scritto in ventanni un capolavoro: prova a seguirne l'esempio. Lo dico senza nessuna ironia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ironia è sale della vita.. io scrivo già da una vita, ed è la mia più grande fortuna..

      Elimina
  11. Immaginare di entrare in altrui dormiveglia è interessante, più che leggere nella mente sveglia, conosceresti le inconfessabili paure o emozioni di una persona che forse neanche lei sa di avere. Augurarsi che siano altri ad immaginare per te lo vedo pericoloso, deleghiamo già troppo e troppo vogliono toglierci dal fare. Immaginare diventasse la cosa più complicata al mondo non rinuncerei mai ad essa così come alla voglia di libertà sempre ed al 100%

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi ero riproposto come artefice di sogni, un lavoro incredibile Daniele caro, che già facciamo ad ogni riga che ci viene fuori.. e siamo fortunatissimi: sfoghiamo creando.. antidoto contro ogni depressione, contro qualsiasi delusione..

      Elimina
  12. Col tempo mi sembra di sognare sempre meno. La realtà che mi circonda è diventata peggio di orribili sogni ed incubi notturni. Questa è la mia sensazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In questi giorni ho sognato tra i tuoi caruggi.. poi ho scoperto che era tutto vero.. ;)

      Elimina
    2. Ti capisco la mia Genova è magica.

      Elimina
  13. in realtà tutto è intrecciato e non esiste un'immaginazione, intesa come qualcosa che si possa davvero distaccare.
    fantasiosamente bravo.
    lieto giorno

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco.. stabilito che tutto è un intreccio, ci si approccia meglio.. ;)

      Elimina
  14. Sognare, immaginare,scrivere. Strumenti potenti che costruiscono storie bellissime. Bravo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo sia questa la libertà di cui si parla tanto..

      Elimina
  15. quello stato crepuscolare, in cui risveglio e addormentamento coincidono nel torpore, è la condizione ideale per vagare in storie immaginate.
    massimolegnani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una dimensione che ci accoglie, oppure siamo finalmente noi ad aprire la porta all'incessante bussare della voglia di fuga..

      Elimina
  16. "Apri gli occhi ma non capisci subito dove e come stai."
    Ah... mi succede spesso e il mio cambiare stanze da letto in continuazione non aiuta! Ma non riesco a crogiolarmi nel dormiveglia, no, mi devo mettere seduta e guardarmi attorno fino a che mi passa lo smarrimento.
    Poi però arriva il sollievo, ovunque io mi trovi; nella stanza a casa dei miei, nella stanza di un hotel o casa, è sempre bello svegliarsi e godere di ogni luogo!
    Se vuoi la prossima volta che succederà, mentalmente ti invito a condividere la sensazione, sono certa che piacerebbe anche a Te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per fortuna il ricominciare a viaggiare acuisce queste sensazioni.. e lo trovo affascinante!!

      Elimina
  17. Non bisogna mai perdere la voglia di sognare.
    Sereno giorno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo davvero l'unica salvezza a portata di mano..

      Elimina

Sottolineature