sabato 13 aprile 2019

DUPLICATO


Il duplicato è arrivato finalmente.

Lo disimballo piano, emozionato.
Una delle regole è che come prima cosa deve vedere me: il suo originale.

Tolgo plastiche e imballo, pellicole e involucri...

Dio mio!..E' proprio uguale..SONO uguale!!..
come in uno specchio tridimensionale che mi rimanda lo spessore della mia immagine..
la pelle, i capelli, le rughe..  inquieta davvero!..

Dov'è arrivata la scienza..
duplicarci per poter lavorare meno, avere più tempo a disposizione,
curare le nostre malattie..
probabilmente poter avere anche un amico che comprenda da "dentro" i nostri crucci, le ansie..

Lo accendo..un fremito leggero.. muove gli occhi, li apre..li spalanca quasi..
mi guarda  - immagino - curioso.. per attimi che mi sembrano eterni..
le labbra si dischiudono... ecco..sto per ascoltare la mia voce..

"Ma davvero così brutto sono?!"

Da questo libro, il fantastico film Enemy, di Villeneuve


38 commenti:

  1. Meglio un clone.
    Tu stai a letto, o in poltrona a leggere Baricco, oppure vedi un film di Sky, e il tuo clone è in banca a lavorare per te.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caspita, se il mio clone mi togliesse il lavoro, ho paura che mi rimarrebbe poco XD.
      Sarebbe utile per il lavoro, per affiancarmi, magari segretamente..
      Modo curioso comunque per introdurre libro e film :D
      Sicuramente utilissimo per i periodi di malattia.
      Ancor più utile per sostituirmi ai pochi appuntamenti mondani sgraditi.

      Elimina
    2. Se ti capita di uscire con Margot Robbie scommetto ci vai tu, però.. ahahah

      Elimina
    3. Gus.. ma poi va' in pensione lui, o io? ;)

      Elimina
    4. ahahah Franco, magari fossero quelli gli appuntamenti mondani :D

      Elimina
  2. Ecco se si presentasse stamani a pulire casa al mio posto, io andrei a fare una passeggiata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...io lo porterei a passeggio con me..e poi al cinema anche... ma ho paura che mi suggerisca l'assassino a metà film però... e comunque con questo è già partita male.. il mio ego s'è risentito molto...

      Elimina
  3. librone. ma, libro più libro meno, quelli di saramago meritano (almeno) una rilettura

    RispondiElimina
  4. Ecco! Questo è un libro che vorrò leggere: l'idea è, a dir poco geniale. Pare abbia problemi di auto-accettazione il protagonista: chissà come va a finire. Grazie Franco. Buon weekend.

    RispondiElimina
  5. Poverino il clone che deve vivere per lavorare e fare le cose noiose...

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un clone non valuta il noioso, l'allegro, o il lavoro dal passatempo.. ha i limiti del robot, e la sensibilità di un leghista.

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  6. Per carità che io basto da solo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahah..oggi t'ho pensato...alla mostra di Leonardo Da Vinci c'erano le chiuse originali progettate da lui per il naviglio della Martesana.. ;)

      Elimina
    2. al museo della scienza e della tecnica di milano ci sono i disegni originali

      Elimina
  7. E se il clone fosse migliore dell'originale? Se così fosse ben vengano...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da un po' di tempo mi chiedo:"come mai questi cloni fanno così tanto paura?" 😂😂😂😂

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  8. Un duplicato non lo vorrei mai, neanche per fare le cose che detesto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...non saremmo mai proprio sicuri che le faccia come diciamo noi...e se pure lo facesse, saremmo troppo orgogliosi per ammetterlo... ;)

      Elimina
  9. Ma almeno il clone è invitato alle feste sotto le lenzuola? :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un racconto del genere a Confidenze non te lo passano... ahah! ;)

      Elimina
  10. Io mi chiedo ogni tanto come sarebbe avere una gemella, cioè come sarebbe guardare un'altra e vedere me :D deve essere strano. Però un clone non lo vorrei, ma tu pensi a due Paola S. Che bullizzano Mizio? XD no, no, devo essere unica e sola :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Casomai la copia bullizza il duplicato di lui (che poi diventerebbe quello che almeno scrive i post.. ahah)

      Elimina
  11. Già, uno dei film più enigmatici ed incredibili di sempre ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un cinema che mi affascina.. come anche Memento..

      Elimina
  12. No, il clone non lo voglio, ci sono un sacco di cose che voglio fare io e non farle fare a un altro soprattutto... i maschietti mi capiranno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..c'è roba nostra e roba loro.. non è che, ad esempio, mentre laviamo i piatti arriva il clone e li vuol lavare lui.. ;)

      Elimina
  13. Salve,
    Offerte di prestiti tra privati, veloci e affidabili
    Sono una persona seria e onesta che concede prestiti che vanno da 3.000 a 500.000 euro a ogni persona che cerca un prestito di denaro per coprire un bisogno, saldare un debito, realizzare un progetto, riattivare la sua attività, un'altra preoccupazione. Ti chiedo di essere contattato direttamente con me.

    fedora.rigotti51@gmail.com


    Whatsapp +39 3891124366

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fedora stavolta non ti cancello ma vedi di non ripresentarti più come un peperone dopo cena, comprati una pagina su facebook oppure mettiti coi volantini ai semafori..

      Elimina
  14. Possibilità davvero inquietante e che spero non si verifichi mai.

    RispondiElimina
  15. metafisico e spassoso.
    comunque non lo vorrei un duplicato, lascerebbe a me il lavoro sporco e lui si prenderebbe le poche gioie.
    massimolegnani

    RispondiElimina
  16. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  17. Nooooooooooooooooooooooooo!!!!! Un clone della moglie!!!! Il peggior incubo di ogni marito ahhhahahahah
    E viceversa eh :D)
    Come dice Daniele, terrificante il solo pensiero. Già non mi sopporto sola a volte, pensa se fossimo in due o tre... brrrrrrrrrrrr

    RispondiElimina

Sottolineature