Archivio blog

venerdì 17 maggio 2019

TRA I SASSI DI MATERA


Matera ti si adagia attorno e addosso,
come uno dei tanti gatti a passeggio sulle mura ritorte.

Ti offre il fianco, il cuore, le spalle;
non lesina scale o vicoli, ne' improvvisi affacci.

Ti impolvera di tufo e sabbia che scivolano dalle case in miniatura
intarsiate da abili artigiani.


Ti inonda di cielo dagli architravi e dalle finestre sul nulla,
che resistono, arrampicate su mura tignose, rugose e fragili, screpolate.





Quella malinconica meraviglia ti accompagna inesausta per vicoli e gradini,
ti riempie gli occhi di quel grigio appannato, smussato dai secoli,
ma che tiene incollate le case e crea "paese",
sodalizio di intenti e memoria di stenti;
ancora percepibili nella quiete,
e nel vento che fa la corte ai viottoli
tra pietre e argilla a cucirne le trame.

Quiete scossa solo dalle campane della cattedrale
a vegliare su quei sassi svuotati che riecheggiano storia e storie,
e a fare da cassa armonica, ora,
ai nostri passi lievi.


...che poi, a mettere da parte il cuore e l'emozione, restano i tanti perché di una tangibile disorganizzazione: trasporti disagiati, servizi dimezzati, tanti "sassi" (le antiche abitazioni scavate nella pietra e nel tufo) ancora abbandonati e non assegnati dal demanio, che  è proprietario di moltissima della Matera storica.


In tanti i colpevoli, nonostante questo meritato assurgere ad una notorietà mondiale (incredibile il numero di stranieri incontrati in questi giorni!) e complice, probabilmente, l'atavica incapacità meridionale, di non riuscire a fare tesoro vero delle proprie incredibili ricchezze.

E questo dispiace enormemente. Perché passerà questo 2019, e non ci sarà più una capitale europea della cultura, ma solo, di nuovo, sassi; e svuotati da ogni eco... 








39 commenti:

  1. Ci sono stata sei anni fa, ma mi pare che poco o nulla sia cambiato.
    Anche a me dispiace riscontrare la poca cura che si ha di un patrimonio immenso ma, purtroppo, da queste parti non é un caso isolato.
    Avrei potuto consigliarti un ottimo albergo. Chissà se quello in cui siete stati vi é piaciuto.
    Me lo dirai.
    Bacio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono stato favolosamente: ospitalità e affabilità comuni a tutti i residenti.. ;)

      Elimina
  2. Perché passerà questo 2019, e non ci sarà più una capitale europea della cultura, ma solo, di nuovo, sassi; e svuotati da ogni eco.... Come per tante manifestazioni: passata la festa, gabbato lo santo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero di no, ma i segnali e le lamentele non lasciano ben sperare..

      Elimina
  3. Conosco Matera. La tua descrizione è stupenda.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Gus, un paese (la parte antica) che rimane nel cuore.

      Elimina
  4. Vorrei vederla. Comprendo il tuo urlo di dolore nel renderti conto di come un tale patrimonio sia poco curato e poco protetto. È un problema non solo di Matera purtroppo, ed à una ferita grave per il nostro Paese e per la cultura in assoluto.

    RispondiElimina
  5. Non ci sono mai stato e non è tra i primi 10 posti d'Italia che visiterei

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non era neanche tra i miei primi dieci posti.. ma sta scalando la classifica.. ;)

      Elimina
  6. Con le foto sei riuscito a catturare tutti gli spiriti di questo posto, da quello "presepe" a quello più placidamente dinamico e colorato.
    Ci sono stato varie volte... figo.

    Moz-

    RispondiElimina
  7. Per me che amo fotografare, Matera è un posto da visitare assolutamente. Non ci sono mai stata e forse questo non è il momento adatto.
    Ma ci saranno altri momenti e io ci andrò. Grazie per questi splendidi scatti. Baci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una palestra assoluta per la fotografia, ogni angolo si presta a mille inquadrature... da perdercisi... ci saranno altri momenti, sicuro, a mente sgombra e fisico pimpante...

      Elimina
  8. Tu l’hai descritta magistralmente e io prima o poi vorrei proprio vederla. Grazie Franco per queste immagini.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a voi per coglierne spirito e inviti... un luogo da vedere e rivedere...

      Elimina
  9. Spero che tutto non termini quest'anno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La mia voleva essere solo una constatazione provocatoria... Matera ha resistito finora, del resto, senza sovvenzioni e senza visitatori universali...

      Elimina
  10. Bella Matera. Ne ho ricordi vivissimi essendoci stata diverse volte quando mia sorella viveva ad Altamura e lavorava li. Ci tornerò a breve e non vedo l'ora. Il discorso sul nostro patrimonio artistico lasciato andare è troppo ampio e riguarda tutta l'Italia...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una bellissima esperienza... ma girando tutta l'Italia devo purtroppo constatare che al Sud le mancanze sono di più. o forse si fanno solo notare meglio...

      Elimina
  11. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  12. "Ti offre il fianco, il cuore, le spalle;
    non lesina scale o vicoli, ne' improvvisi affacci"
    Bellissimi questi versi.
    Era da un po' di tempo che non ci portavi in giro con te ;).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Viaggiare ci piace un sacco...e senza figli, cogliamo il positivo della cosa... ;)

      Elimina
  13. Tu lo sai o no che scrivi meravigliosamente. Ma più importante ancora....a quando la prossima mostra? Diventi sempre più bravo con gli scatti.
    :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In anteprima assoluta, perché deciso proprio ieri sera: dal 10 al 13 ottobre, Roma Trastevere ;)

      Elimina
    2. Cadesse il mondo ci saro'.
      Bellissima notizia. Ti ho letto nel pensiero:-) :-) :-) :-)

      Elimina
  14. Ah....sui meridionali e le proprie ricchezze hai troppa ragione e concordo.

    RispondiElimina
  15. Ci sono andato solo una volta e fu davvero bello, anche se fu complicato per la particolarità delle strade ;)

    RispondiElimina
  16. Città spettacolare e credo unica al mondo!
    Purtroppo però siamo in Italia e i nostri tesori li gettiamo alle ortiche

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo particolarmente masochisti... ma non tutti, nella riviera romagnola, ad esempio, fanno miracoli...senza avere praticamente nulla!.. ;)

      Elimina
  17. Bellissima Matera e complimenti per gli scatti.
    Serena domenica.

    RispondiElimina
  18. Non ci sono mai stata ma meravigliose le foto.
    Hai ragione sul meridione che spesso non valorizza le proprie ricchezze ma è un po' un cane che si morde la coda: noi del sud non sappiamo usare bene quello che abbiamo ma, allo stesso tempo, quello che ci manca non è disposto a darcelo nessuno (anche se ci spetterebbe di diritto).

    RispondiElimina

Sottolineature