sabato 5 dicembre 2020

L'IMPOZZIBILE DOTTOR PEZZ

 


Nicola Pezzoli è una delle ultime anime sensibili. 

Lo seguo da anni sul blog, dove si esprime col suo alter ego Zio Scriba e poi con i suoi romanzi, anche se iniziai a leggerlo dal suo secondo:  Quattro soli a motore, e non l'ho più mollato; romanzi di formazione dove la formazione la danno solo un minuto prima di scendere in campo o di sfogliare la pagina; un autore caustico e tagliente, ironico e bastardo, irriverente e commovente. 

E questa è una rece sfacciatamente promozionale perché io sono più indipendente della Costa d'Avorio e se faccio pubblicità è perché uno scritto mi esalta. Punto.

I suoi romanzi di crescita ed evoluzione personale, dal cuore magico e tenero, si alternano con raccolte di autentiche staffilate alla società becera che ci divora e ci risputa anime fasullamente (di)vaganti.

In quest’ultimo L’impozzibile dottor Pezz (acquistabile esclusivamente sulla piattaforma Amazon, cartaceo o versione ebook), troviamo una sequela diabolica di eccessi messi alla berlina, come solo il nostro Nicola riesce a fare.

“Un sindaco cicciottello era venuto a mancare.

Nel senso che insomma avete capito.”

Perché ho voluto sottolineare questo incipit? Perché è dai dettagli che si presagisce il genio, che si esalta lo scrittore  che connubia con il lettore, che ci fa sesso con il lettore. 

Nel suo prosare c’è l’invito a cena di Nicola, lo spalancarti il suo modus operandi, il prenderti per mano ma anche un po' per il culo.

Poi la malinconia intrisa di sarcasmo feroce, l'intelligenza acuta, superiore, la visionarietà assoluta, uno stare avanti quello strato di lava che ci ingloba e ci ingarbuglia mente e movimenti, mentre Nicola, un passo oltre, funamboleggia con le parole e i concetti servendoci le nostre ridicolaggini su pagine meravigliose.

Un diario minimo di altri tempi, i nostri: folli e grotteschi fino all'assurdo, un assurdo che fin troppo spesso diventa implacabile realtà. Nicola sembra inventare, creare dal nulla, ma non fa altro che mettere a fuoco la parodia continua delle nostre frenetiche esistenze, sberlina malesseri ed eccessi, ce li rende saturamente comici, ma tra le righe, vuole metterci sull'attenti, vuole salvarci (?!). 

Nel senso che, insomma, spero avete capito.

Specie dopo aver letto.

E intanto non capisco cosa aspettano ad insignirlo 

di un Nobel alla Letteratura Sbarbina.


40 commenti:

  1. Complimenti allo zio scriba, dunque, e aggiungo: dove si può ordinare questo libro? Sono molto curioso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esclusivamente sul famigerato Amazon... Nicola aveva provato a piazzarlo dal pizzicagnolo sotto casa ma problemi di royalties hanno precluso la sinergia..)

      Elimina
    2. Bene, ho ordinato questo e un altro libro dello zio Scriba, in formato cartaceo perché se posso, preferisco sfogliare la carta :D

      Elimina
  2. Ma l'ispettore Petagna è quello che gioca con il Napoli?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio lui.. infatti indaga pure da fuori area..

      Elimina
    2. Scherzo, ovviamente. Ho letto tutto e Nicola è simpaticissimo. Per me il problema è che non ho gli strumenti per leggere un e-book.

      Elimina
    3. Ciao Gus, scusa se mi permetto l'invadenza di intervenire, ma volevo dirti che c'è anche la versione cartacea (senza la quale mi sembrerebbe di non aver pubblicato nulla...) Ti metto qui il link diretto (senza impegno, naturalmente)

      https://www.amazon.it/dp/1673530184

      Intanto grazie per l'interessamento, e per le belle parole.

      Elimina
    4. Ciao Nicola.
      Ti ringrazio per il suggerimento.

      Elimina
  3. Sarà sicuramente un buon libro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una delicata e sfiziosa parentesi, Nick, in un mondo che va preso in giro prima che lo faccia lui con noi, come ribadisce anche in quarta di copertina: "Mi sento come un due di denari quando la briscola è ladri" ;)

      Elimina
  4. Lo conosco e apprezzo da sempre, ho i suoi libri 'dissacranti' , a parte quello dedicato alla sua mamma che mi ha commossa fino alle lacrime.
    Cri

    RispondiElimina
  5. Non lo conosco ma ho piacere nel leggere autori caustici ed irrivirenti, soprattutto se hanno una penna concisa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un grande Nicola.. corrosivo ed insolente, quanto lucido e micidiale.

      Elimina
  6. Conosco Nicola da quando sono su blogger e questo per merito di mia sorella Mariella che lo conosce da anni, me ne ha parlato così bene. Lei lo apprezza molto.
    Io leggo il suo blog ma ho commentato poche volte. Credo di non essere al suo livello perché molto spesso non comprendo appieno ciò che scrive. Però mi diverto tanto quando s'incazza... 😁
    Un giorno leggerò qualcosa di suo ma ho paura di non riuscire a finire il suo scritto... mio limite lo so. Ora mia sorella mi uccide, ahahahahah...
    Abbraccio e bellissima la tua dedica a lui. Bravissimo Franco. Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei tenerissima e Mariella non potrebbe volerti più bene.. e anche Nick, se gli compri il libro.. ahahah

      Elimina
    2. @ Mari ♥️
      @ Franco io sono molto più egocentrica di lui. Deve prima volermi bene (ma solo se lui vuole) e poi, forse, leggerò un suo libro. :P 😁

      Elimina
  7. mai sentito nominare. ma, visto che ti esalta, prendo nota.
    buon giorno

    RispondiElimina
  8. Complimenti a Nicola per questo nuovo libro.

    RispondiElimina
  9. o letto varie cose di Nick e le ho trovate proprio come dici tu: forti, avvolgenti.
    Sa scrivere proprio bene, in modo moderno e con uno stile preciso.
    Lo adoro, devo recuperare quel che mi manca... purtroppo (come anche dicevo da me, appunto) il tempo è sempre poco.
    Ma mi rifarò perché Nick lo merita, un gradino più di chiunque altro, sicuramente :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si è mangiato l'H iniziale...

      Moz-

      Elimina
    2. Tastiera del lavoro... sempre così...

      Moz-

      Elimina
    3. A volte Nick ti sembra a margine, invece è solo oltre. ;)

      Elimina
  10. Ho sempre seguito Zio Scriba fin dall'inizio, e mi sono subito innamorata di lui. Il tuo commento è fatto talmente bene e ce lo incarna nel suo modo più realistico e spesso più grottesco , mascherando velatamente ( ma mica poi tanto) la verità. Un grande in tutti i sensi e ogni volta che lo posso leggere e ogni volta che ricevo un suo commento , cresce la mia profonda passione di averlo conosciuto.
    Applauso Franchino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Nella, avremmo bisogno di tanti Pezzoli..teniamoci stretto il nostro Nicola..

      Elimina
  11. Boikot amazon
    😀

    Per l'autore invece, proverò ad approfondire

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Posso essere d'accordo.. ma il mondo editoriale sa essere crudele.. e se affoghi devi attaccarti a tutto.. poi per un libro, meglio Amazon che uno store Feltrinelli.. ;)

      Elimina
  12. Nicola è un grandissimo scrittore e di una umanità che ti fa salire le lacrime.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..ed è una qualità cui aspiro da sempre: commuovere e far ridere nello spazio di due righe..

      Elimina
  13. Sembra alquanto interessante questo scrittore, devo assolutamente recuperare almeno uno dei suoi libri.

    RispondiElimina
  14. Faccio fatica a trovare una parola più adatta di GRAZIE, e quindi è questa, così bella e così semplice, che lascerò qui, per Te e per chi ha seguito o seguirà il tuo consiglio (a questi ultimi auguro anche buona lettura e buon divertimento), e per coloro che già mi leggevano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il grazie è per te, che ogni volta sfogliato riesci a condurre magistralmente per altre dimensioni, allegre o malinconiche che siano ;)

      Elimina
  15. Davvero interessante. Alla prossima fiera del libro, spero presto, mi ricorderò del tuo consiglio. Ciao Franco e buona serata.

    RispondiElimina
  16. Mi unisco ai tanti e gradevoli commenti:conosco Nicola attraverso il blog ,da molto tempo ed ho anche letto un paio dei suoi libri,gradevolissimi.Mi spiace di aver trascurato tutto di recente,ma la tua recensione è un invito che terrò presente.

    RispondiElimina
  17. Conosco poco l'autore ma la tua recensione mi stimola a saperne di più

    RispondiElimina
  18. Franco, hai azzeccato in pieno il ritratto e lo stile sia come autore che come persona del nostro Zio Scriba. Di Nicola mi manca l'ultimo romanzo che mi procurerò non appena uno dei miei figli troverà un momento per compilare l'ordine.
    Grazie per il post.
    Ciao Nou

    RispondiElimina
  19. Non conosco questo autore ma la recensione mi ha incuriosita molto, lo cercherò.

    RispondiElimina

Sottolineature