sabato 30 marzo 2019

COSE CHE NON SI AUGURANO: UN TRASLOCO, PER ESEMPIO..


Manca ancora qualche mese al Trasloco Ufficiale, ma stiamo iniziando una certosina ed impietosa analisi di tutto ciò che è obiettivamente (ahah!!..) eliminabile, inutile, gettabile, superfluo.

Una casa stracolma, anche in virtù della mia peculiarità di accumulatore compulsivo seriale, ci attende sorniona al varco, decisa a vendere cara la pelle...

oltretutto, in ossequio all'assioma "la casa nasconde ma non ruba", frugando e spostando escono fuori tracce di Atlantide e residui di pianeti scomparsi che pure lo stesso Angela farebbe fatica a rimanere composto...


insomma bisogna chiudere occhi e cuore ed "approfittare" di questi eventi per tirare una riga, guadagnare spazio, guardare in faccia la realtà.

Bastano poche regole in fondo: un capo di vestiario non indossato da tre anni, deve sparire, documenti datati attorno alla prima guerra d'indipendenza, non servono più.
Lettere d'amore di quando eravamo giovincelli...no! Quelle si conservano...



52 commenti:

  1. A me piace il trasloco, la casa nuova. Ma nei giorni caldi vado a dormire in albergo e mangiare al ristorante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'eccitazione della casa nuova, compensa ogni disagio infatti... ;)

      Elimina
  2. In bocca al lupo Franco...Io ho il terrore del trasloco.
    Proprio ieri pensavo di iniziare a buttare via un po' di roba superflua...ahhaha...Adesso per fortuna ho tanti amici geek a cui posso eventualmente spedire qualcosa.
    Comunque pensandoci bene è come dici tu..si può buttare via quasi tutto :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cioè ho il terrore di un eventuale trasloco :D

      Elimina
    2. Moz ha spazio da vendere tra Abruzzo e Puglia... vai sicuro... ;)

      Elimina
  3. È un incubo. Io ne ho fatti tre in tutta la vita e lì ricordo ancora come momenti terribili. In realtà poi ho vissuto un “trasloco” quando il primo figlio se ne è andato, un “trasloco” quando l’altro figlio se ne è andato e poi quando è ritornato e poi ancora quando se ne è andato di nuovo e questi ultimi, credimi, sono stati i peggiori perché, nonostante “sia giusto così, alla loro età!” in questi “traslochi” traslocano anche pezzi di cuore. Buon lavoro.
    :)
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, pezzi di vita che si smontano, ma che ritrovano casa.. ;)

      Elimina
  4. L'ultimo l'ho fatto tutto da sola.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sara, sei la Wonder Woman del trasloco :)

      Elimina
    2. Almeno da sola non devi litigare su ciò che resta e quello che si butta.. ahah

      Elimina
  5. Invece io mi sono divertita nel mio ultimo trasloco. l'ho fatto piano piano, ci ho messo dei mesi ma senza stress...
    Ci vuole organizzazione e soprattutto farlo in compagnia di parenti o amici. Senza chiamare quelle ditte di traslochi che fanno le cose in fretta e alcune volte malamente. Abbraccio siempre e coraggio su su

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente programmare per tempo e non ridursi al fatidico ultimo momento, può lenire lo stress...

      Elimina
  6. il trasloco è peggio di una colica renale. E' tra i motivi per cui non cambio casa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti può destabilizzare equilibri fragili... ;)

      Elimina
  7. S dice sia più devastante di un divorzio. Io sono a quota tre e penso di non aver finito, vorrei una casa più grande... in bocca al lupo e butta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La casa più grande è lo stimolo maggiore, poi lo stare troppo lontano, anche se la campagna ha il suo fascino..insomma, un passo da fare... ;)

      Elimina
    2. Tendenzialemente nella vita non bisognerebbe accontentarsi mai😁

      Elimina
  8. Spero che sopravviverai.
    Ti svelo un segreto..
    Leo mi parla spesso della possibilità di prendere una casa nella mia Fasano (che mi manca da morire), dato che lui lavora lì.
    Ma io svio l'argomento proprio perché un trasloco mi stresserebbe troppo.
    Sono una nonnetta doc....
    P.S. Comunque sono molto affezionata alla nostra casa, scelta fra un milione ed arredata con cura. Poi l'abbiamo acquistata, eh? Quindi le rogne sono ancora di più. Non possiamo mollare un appartamento e trasferirci in un altro.... :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Saresti la capo cantiere indiscussa in un trasloco, avresti da ridire su tutto e alla fine ti lascerebbero a sgobbare da sola...ma Fasano chiama... ;)

      Elimina
    2. In realtà quando ho traslocato per sposarmi, detestavo così tanto fare i pacchi che ho buttato praticamente tutto.....
      Quindi sarebbe un peccato gettare quello che ho messo da parte in soli cinque anni, no? :p

      Elimina
  9. Mi viene già il mal di testa, solo pensando a un trasloco.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
  10. Dopo 25 anni che stavo nella stessa casa, è stato un trauma e anche per il mio gatto! Alla fine però è stato bellissimo godersi la casa nuova più grande e più comoda.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cosa buona è che mi affeziono subito..e poi "di testa" la abitiamo già, coi progetti, le idee, l'immaginazione...

      Elimina
  11. Ecco: se molto sparisce, altro riaffiora.
    Forse è questo il senso del trasloco.
    In bocca al lupo :)

    Moz-

    RispondiElimina
  12. Ussignur!! Franco, nella mia vita ho fatto 3 traslochi
    Primo quando mi sono sposata e sono andata ad abitare in centro di Torino in una mansarda di quei antichi palazzi del Juvarra, bello eh peccato che era al sesto piano senza ascensore, pero' non avevo granché da portare e i mobili li abbiamo presi da un antiquario e il letto in ferro battuto lo fece mio papà
    Il secondo ci trasferimmo a Nichelino, in un alloggio normale, ma le cose sono aumentate e il trasloco lo abbiamo fatto io, mio ex marito e papà con il suo furgone, tante cose in piu' anche perché avevamo iniziato a fare collezione di fossili, e andavamo noi a ricercarli nei posti giusti sia in Italia che in Francia.
    Ah in queste due case eravamo in affitto.
    Poi dopo aver avuto mio figlio, e lavorando tanto tanto, si e' deciso di fare il grande passo, comprare casa, bene ora abito in un appartamento a Torino, in un alloggio grande grande, son riuscita a pagare tutto senza mutui vari, ma la fatica per traslocare, non ti dico, una come me che butta poco o niente, anche perché tra libri, quadri, fossili, dischi, e molte altre cose, ho fatto diciamo piu' fatica, ed mi sono appoggiata ad una ditta specializzata che ha fatto un lavoro impeccabile, anche se tante cose avevo già portato io via. Fatto tutto in 15 gg, compreso ho fatto, costruito una libreria io con due scale da imbianchino e tavole da lavoro. Ti ho già detto che mi inciampo nei miei libri no?😜
    Toh ho fatto un romanzo, scusa....
    Buon sabato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uaooo...una casa dove inciampare nei libri è il mio sogno, ma assolutamente antitetico a quelli di mia moglie, quindi ricercare il giusto compromesso è storia di ogni giorno, e probabilmente anche causa principe di un.. trasloco ;)

      Elimina
  13. Un trasloco non lo si augurerebbe proprio a nessuno... ho memoria del mio ultimo e davvero la sola idea mi terrorizza. C'è tanta fatica, ma... chissà anche un po' di voglia di novità!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'adrenalina per la novità regge da sola tutto lo stress, infatti...

      Elimina
  14. Ciao ...mai traslocato fin’ora.
    In effetti non ci ho mai pensato che l’eventualità di una casa nuova porti con se cose vecchie:)
    Sarebbe più facile ripartire da 0 con tutto.
    Comunque caro Franco mi prendo una pausa e ti saluto ...stacco un po’ dai Blog , non so fino a quando.
    Fino a quando mi tornerà la voglia...penso che vi leggerò lo stesso..ma ho voglia di staccare la spina.
    Sei simpatico anche se non capisci una minchia di sanremo😀
    Stammi bene a presto
    Massimiliano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bello staccare la spina così..tipo traslocare senza dover svuotare la casa.. sicuramente meno stressante..Sanremo dici?! Ve lo lascio capire a voi senza alcun patema..ahahah (tipo come anche Montalbanosono..)

      Elimina
  15. Beh sì, capisco lo stress, però mi auguro di traslocare un giorno, ovviamente in una casa più bella e più grande ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'effetto trasloco si supera solo se andiamo a migliorare.. ;)

      Elimina
  16. Adoro i traslochi e per come lo hai descritto il tuo è fantastico.
    Forza e coraggio!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma si.. occuperà l'estate..e la luce sarà l'esatto supporto!

      Elimina
  17. Un giorno mi sono recato a casa di un amico e l'ho trovato intento a togliere la carta da parati dai muri: “Finalmente ti sei deciso a dare una rinfrescata alla stanza - gli dico - ”
    E lui: “No, trasloco”.

    RispondiElimina
  18. Quanto è dura buttare certe cose. Solo un trasloco può essere l'occasione giusta.

    RispondiElimina
  19. Il trasloco è un qualcosa di complicato e stressante ma implica anche un bel cambiamento. Certo prima bisogna passare attraverso quel marasma di scatoloni e nella scelta di cosa metterci dentro...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..e la scelta più tosta è: cosa NON metterci.. ;)

      Elimina
  20. Spero di non dover traslocare tanto presto, non so se reggerei allo stress :D
    Per mia fortuna sono l'esatto contrario di un'accumulatrice seriale. Preferisco avere pochi oggetti e più spazio libero, potrei definirmi minimalista.
    Tu coraggio, mi raccomando. Che quando sarai a casa nuova sarai felicissimo :)
    Buon 1°Aprile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono sicuro che andrà bene, e che l'entusiasmo sommergerà ogni fatica.. ;)

      Elimina
  21. Franco, se il trasloco è da una parte all'altra di Roma, non è poi tanto tragico ed è una buona occasione per riguardare le cose accumulate e rileggere le lettere di gioventù. Io ho impiegato mesi nella preparazione, e nella ricerca dell'abitazione un tempo interminabile, tanto che alla fine ho traslocato, per il posto e la grandezza della casa, ma ,sono ancora nel caos. Mi vergogno a dirlo, se trovo vista mare e vista Etna faccio un'altra follia. Ho perso il conto dei miei traslochi, ma uno più uno meno, che importa.E ti auguro di fare come me, ogni pacco, aprirlo come se fosse un regalo.
    Un abbraccio, e tanti auguri.
    Gingi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho scatole chiuse in soppalchi irraggiungibili che vedranno la luce solo a brevissimo...dopo praticamente sedici anni!!!

      Elimina
  22. sì, quelle si conservano. salvo poi scoprire che non erano indirizzate a te :)
    buon giorno

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..dici che stanno insieme quelle mie e quelle di mia moglie?! ..o proprio lettere arrivate per sbaglio?!? Ahahahah.. comunque sto ritrovando davvero cose folli... ;)

      Elimina
    2. mica tanto per sbaglio: indirizzate alla (oppure dalla) moglie o compagna dal (al) suo amante :)
      buon giorno

      Elimina
    3. dimenticavo di dire: scrivi bene: bello stile, espressività e arguzia. forse lo fai di "mestiere"?

      Elimina
    4. Grazie per i complimenti!.. non lo faccio di "mestiere", anche se rimane uno dei sogni nel cassetto (da traslocare anche quello..ahah..)

      Elimina
  23. ne ho già fatti parecchi e ognuno ha una sua storia, ricordi ed emozioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..a chi lo dici.. ricordi, emozioni..e scatole ancora da riaprire dopo quindici anni... ;)

      Elimina

Sottolineature