venerdì 1 giugno 2018

"IL MIRACOLO" DI AMMANITI



Terminata su Sky la serie di 8 puntate di Ammaniti dall'evocativo titolo: 
Il Miracolo.

Si inizia con una Madonnina di plastica rinvenuta nel covo di un boss, che lacrima autentico sangue umano, ed attorno a lei si sviluppa una rete di storie, a volte anche slacciate, che vedremo comunque convergere verso un denominatore comune, alla fine.


Attorno a questo fenomeno tenuto rigorosamente segreto, i pochi che ne vengono a conoscenza, per motivi scientifici, religiosi o politici, rimarranno contagiati, turbati, coinvolti loro malgrado.
Le loro esistenze finiranno col prendere pieghe condizionate da questo evento inspiegabile, nessuno manterrà il distacco necessario, o la lucidità richiesta.


Lo stesso Ammaniti, preso dalla foga, inserirà ulteriori segmenti di storie comunque coincidenti o affini a quelle principali, creando si, curiosità, ma anche copiose forzature in un calderone già bello carico.



E questo era probabilmente il fine ultimo del regista: testare come, ed in quale misura, un avvenimento fuori dall'ordinario possa sconvolgere, demolire o anche solo intaccare, il convenzionale di chi ne viene coinvolto.

In quest’ottica, tra storie contorte e comportamenti tra il forzato ed il bizzarro, la Madonnina diventa quasi personaggio secondario, circondato da segmenti spesso borderline.



Alla fine il senso di incompiutezza rimane come e più di un miracolo inspiegato, forse esclusivamente come pruriginosa scusa per farci rimanere attaccati al video. 
Missione che a Nicolò ben riesce. Stavolta.

Bisogna vedere se lo seguiremo anche nell'(in)evitabile sequel costruito ad arte negli ultimi quindici minuti.







30 commenti:

  1. C'è tanta richiesta di sangue negli Ospedali. Allora, una madonnina di plastica in ogni nosocomio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco..questo un bel miracolo utile.. no tenerla nascosta.. ;)

      Elimina
  2. Certo che la fantasia è davvero un dono grande. Buona giornata, Franco.
    sinforosa

    RispondiElimina
  3. Ho visto qualcosa ma mi sono accorto che anche non seguendo tutti gli episodi non ti perdevi, capivi il trascorso e poi il finale che prelude ad un sequel è cmq dopo tutta quell'attesa meno sconvolgente di quanto ci si poteva immaginare. Penso che con la vasta scelta dei canali sky troverò altro da vedere quando trasmetteranno il sequel :-)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo.. tanto se la linea deve essere quella di "tirarla per le lunghe"...vedo altro...

      Elimina
  4. Devo dire...intrigante. Quanto meno la tua prosa.

    RispondiElimina
  5. Una serie originale e intelligente. Forse nelle due ultime puntate hanno indugiato un po' troppo sulla vicenda del figlio, ma le vicende dei vari personaggi meritano sicuramente un seguito.

    RispondiElimina
  6. Beh, non è che il sequel lo hanno costruito ad arte e hanno appiccicato gli ultimi 15 minuti: significa che avevano già girato quelle scene. In Italia si gira sempre tutto assieme :)
    Ancora non lo vedo, ma mi interessa davvero!

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, forse mi sono spiegato male: intendevo dire che negli ultimi quindici minuti non si risolvono affatto le otto puntate, se non in parte, però si mettono su i presupposti per girarne altre otto...ahahah

      Elimina
  7. Io ho letto Anna di Ammaniti e non tutto il libro e non è che mi è piaciuto particolarmente.

    RispondiElimina
  8. Ammaniti trasposto al cinema non è male.... quel film di 5 o 6 anni fa non era male.... aspè che cerco il titolo che non lo ricordo...c'era Elio Germano....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho lettto tutto Ammaniti, anche i racconti brevi (Fango). Ho adorato "Anna" che replica il suo modo bello, lucido e vero di guardare le miserie adulte con gli occhi dei bambini e dei ragazzi (come in "Io non ho paura" e "Come Dio comanda", che cita Fra).
      Ma questa serie non mi ha convinta: troppo dolore, brutture, squallore gratis. Inutili.

      Elimina
    2. Concordo sull'eccessivo "squallore, gratis. Inutile" Acchiappa ascolti?!

      Elimina
    3. Funziona evidentemente...

      Elimina
  9. Me lo sono perso, sto seguendo altre serie Tv non ce la posso fare :-)

    RispondiElimina
  10. la sottotrama più coinvolgente e alla “ammaniti” è quella del padre col ragazzino da uccidere (io coi nomi non vado d’accordo), gli altri personaggi sono comunque ben costruiti (su tutti il Generale e Sole), sono d’accordo che il successo ha fatto sì che si arrangiasse un finale aperto, piuttosto che una chiusura delle linee narrative. Ci sta. Però nelle serie migliori nel finale (o più spesso nella penultima puntata) qualcosa deve comunque essere risolto, mentre qui nulla. Questo è stato l’unico motivo di delusione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai detto niente.. ahah.. poi è il Generale che prende l'iniziativa di tener segreta la cosa e alla fine si lamenta che l'hanno incastrato.. ma chi? Ma de che?
      E dici che senza successo ci sarebbe stato un finale.. plausibile? Oppure devo sentire certi giornalisti che parlano di Madonnina che "punisce il male" e l'unica che si salva è la tata schizoide?

      Elimina
  11. Risposte
    1. Una esclusiva Sky. Se non sei abbonato, un miracolo saperne qualcosa.. ;)

      Elimina
  12. Io ho letto un libro di Ammaniti, uno solo: "x". Me lo prestò mia zia. Lo lessi in pochi giorni al mare. Mi piacque tantissimo: eccessivo come certi film che adoro :D.

    Mi incuriosisce questa serie. Otto sole puntate: si può fare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per fortuna.. così ci resti male di meno..alla fine... ;)

      Elimina
    2. Che la festa cominci.

      Il romanzo. Non mi ricordavo il titolo e ho messo una X mentre andavo a cercarmi il titolo. Invece ho fatto partire il commento XD

      Elimina
  13. Ha ragione Gus.
    Dove si vendono queste Madonnine?
    🤣🤣

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di madonnine ce n'è a tutti gli angoli. Che piangano sangue utile molto meno però, direi nessuna. Ma se ognuna delle Madonnine esposte in conventi, monasteri e Case Madri, potessero vedere accolti un po' di immigrati, sono sicuro piangerebbero vere lacrime. Di commozione. Sarebbe un altro miracolo.
      Stavolta davvero.

      Elimina
  14. Non l'ho seguita, quindi passo.
    Serena domenica.

    RispondiElimina
  15. Per il momento ho passato, perché da alcune immagini non mi convinceva tanto, tuttavia più in là proverò a vederla ;)

    RispondiElimina

Sottolineature