venerdì 23 febbraio 2018

VI GUARDO




Chissà quando sarei stato costretto a lasciare anche questo appartamento, ma tanto, di ancora liberi, ce n’erano a bizzeffe a Roma, case vuote come le vite di tanti di noi.

Ormai passo la giornata a spulciare dalla finestra, oppure a volte si esce: cinema, teatro.. ecco, quello si, mi appassiona ancora.. il cinema lo trovo eccessivo, anche se ne avevo seguito l’evoluzione con un certo interesse devo ammettere… ma se c’è una cosa che mi affascina davvero è viaggiare, in aereo soprattutto - Dio che sballo! -, oppure crociere, transatlantici pazzeschi, pieni di comodità e di luci e di sorrisi, vedere persone diverse, anche se dire “nuove”, per me, è quasi un azzardo...

In realtà vivere così tanto alla fine paga poco… forse con i tuoi perenni trenta o quarantanni.. poi però, spariscono tutti i tuoi affetti, le tue consuetudini, e quando sei cresciuto con Verga e Collodi.. a ritrovarti con Fabio Volo, ma pure con Camilleri, fai una fatica bestia.. fatica anche a passeggiare per i cimiteri, dove una volta pensavi avresti avuto un posticino tuo..

fai fatica oggi a festeggiare i duecentosessantasette anni.. anzi.. quel duecento di troppo ti debilita l’anima.. stanca la testa ed anche quel cuore che, invece, pompa che è una bellezza, immune a tutto, guerre, terroristi, tumori...

..e intanto vi guardo dalla finestra, a voi altri a termine, sempre di fretta, con gli sguardi occupati su display sempre più piccoli, incapaci di misurare una nuvola, di seguire un raggio di luce... sembra così breve il tempo per voi, e ve lo divorate ancor più famelicamente

... tempo inutile.. tempo sprecato... che le cose da vivere poi sono davvero poche e così effimere... le persone che ami ad esempio, le passioni che curi... e davvero poco, poco altro

quando mi accorsi che la mia vita si era cristallizzata rimasi di sasso.. grazie! Direte voi... ma non come quell'Highlander che ebbi occasione di vedere al cinema...a lui la vita si era bloccata a trentanni.. nel fulgore della forza e del desiderio.. l'avrei voluto vedere come me, a 67 anni anni.. non che non mi ritenga vispo e curioso, sia chiaro, ma a quell'età hai accumulato una stanchezza difficilmente biodegradabile, non la ricicli più ormai, te la porti appresso per quell'eternità che un gioco di destino bizzarro ha voluto concedere...

e si finisce per vivere di ricordi eterni, di rimpianti rimuginati, più che di futuro poco malleabile, seppur infinito.

Si finisce per osservare dalla finestra cosa ne fate voi, 
di quel poco tempo a disposizione...

51 commenti:

  1. Al mondo non bisogna mai chiedere. Quello che hai deve bastarti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Apposta potrebbe essere interessante viverlo giusto un "attimo" di più..

      Elimina
  2. Risposte
    1. Eh bhe... glielo avrà consigliato il prete santone^^
      Ovviamente lui s'intende anche di queste cose! Uomini di poca fede 😂

      Elimina
  3. Franco, io direi di assegnarli il "Premio Rompicoglioni Award".
    Lui dovrà scegliere 15 blog che meritano questo premio.

    RispondiElimina
  4. Troppo intenti a fare altro per accorgersi che siamo vivi.

    RispondiElimina
  5. 67 anni? ma ti ho incontrato da poco e mi sei sembrato un ragazzino. Certo dopo i 65 ogni anno ha un peso diverso, ma è questo che ci insegna a guardare fuori dalla finestra, e se dentro di noi abbiamo passioni, amori, curiosità, vediamo i vecchi che si affaticano e che forse avranno la fortuna di diventare giovani come noi.
    Franco un abbraccio grande e un buon W/E
    Gingi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Me ne sono incollato una decina in più in realtà, oltre ai duecento necessari per scrivere il raccontino, ma il percorso per ridiventare giovani è in pieno corso...

      Elimina
  6. Questo è il tipico deressionismo che capita alle persone intelligenti.
    Quella cristallizzazione di cose belle e vissute bene difronte ad una nuova società completamente inversa e vagamente apacolattica.
    Tieni i tuoi ricordi e non ci pensare all'apparenza tiene sempre presente che sotto di essa la sostanza vive ancora e scorre anche se lentamente.
    Tipo via blog 😉.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che a volte non ci si sente parte di una società, con i suoi riti 'moderni', o per meglio dire non ci si rispecchia nel modus vivendi di questa società moderna.

      Sì, allora siamo tutti 'vecchi', ma non ci possiamo fare nulla, se non costruire il nostro angolino e farlo vivere, è il blog, ma non solo, è proprio tutta la nostra vita.

      Elimina
    2. ..e il blog è un bel nuotare al sole...

      Elimina
  7. Ehi questo è veramente un post da 67enne: però guardare dalla finestra non è negativo, è bello osservare il mondo nel momento in cui per noi il mondo si ferma.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..in realtà sono cinquantotto... ma volevo aggiungermi saggezza... ;)

      Elimina
  8. Se puoi, cerca un hobby che ti piaccia realmente. Qualcosa che ti riempia la giornata di cose nuove, cose belle, cose che ti emozionano. Le vite degli altri non sono poi così interessanti, da guardare, soprattutto dalla finestra.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...servono per scrivere... il mio hobby principale... ;)

      Elimina
  9. Franco, Gingi ti ha visto, nel blog, quando ti sei dedicato alla tua mostra fotografica, c'è una foto dove sei con altri utenti.
    Insomma, devi spiegarmi per quale motivo ti aumenti l'età di dieci anni. Per enfatizzare il post?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No Gus, ho conosciuto Franco e Lulù, questa estate, sono venuti a trovarmi, purtroppo da fine settembre ho girato poco,sia nella realtà che in internet.

      Elimina
    2. Gingi mi ha visto proprio, in carne (tanta) ed ossa (di meno).. e tutti sanno la mia età. ;)

      Elimina
  10. Nemmeno io ti davo 67 anni :D
    Comunque penso che quando il mondo si stacca totalmente da ciò che vorremmo, sia il caso di dedicasi ancora di più alla propria aiuola, a farla crescere e a modellarla secondo i nostri desideri.

    RispondiElimina
  11. Ti ho nominato per un premio e ho già scritto questo commento da tutte le parti,senza capire se ci sono riuscita.
    Se t'interessa mi fa piacere, contrariamente, amici come prima.
    Cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Amore mio si, ho letto e ti ringrazio tantissimo, ma sono refrattario a tutti questi awards... giuro.. ;)

      Elimina
  12. Chissa' cosa ti ha spinto ad aggiungerti almeno 200 anni, un senso di vecchiezza infinita, quel sentirsi irrimediabilmente superato dai tempi, o al contrario una sensazione di benessere e di distacco dagli umani affanni che contempli dall'alto della tua finestra e della tua eta'
    massimolegnani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un aggiunta propedeutica a suscitare un punto di vista differente. Magari chissà, se accadesse davvero poi, mi ritroverei a sparare su quella stessa folla con un kalashnikov..

      Elimina
  13. Bel post, Francuzzo.
    Ma tu di anni ne hai trenta come Highlander, lo so.
    In ogni caso, vero: frenesia, ma magari il guardare lo schermo è occupare un tempo che prima era noioso.
    Io la vedo così, perlomeno io faccio così... ma ammetto che a volte amo ancora perdere tempo e annoiarmi... potresti osservarmi mentre passo sotto la tua finestra :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu ne hai dodici del resto.. cambiare le carte in tavola è il nostro sport preferito... ;)

      Elimina
  14. Un bel post che per me sa di favola, di quando lasceremo questo mondo, ma ne faremo ancora parte, come stare alla finestra a guardare, tuttavia io direi che avremo ancora qualcosa da dire, mancherebbe altro! Buona fine di settimana.
    sinforosa

    RispondiElimina
  15. "Si finisce per osservare dalla finestra cosa ne fate voi,
    di quel poco tempo a disposizione...
    A 67 anni (ma non eri più giovane di me? che ne ho 65?) non si dovrebbe stare alla finestra ad osservare cosa fanno gli altri del loro tempo...Sa di pensionato con un piede nella tomba!
    Io il mio tempo lo vivo: vado a correre, vado a teatro, ad un cineforum, leggo, scrivo, ogni tanto riprendo i libri dell'università, accudisco 5 nipoti, pulisco casa, lavo, stiro, cucino, dò ripetizioni in parrocchia a due ragazzini un pò somarelli, faccio compagnia ad una cugina sola più anziana di me, e poi ho un marito che amo che reclama la sua parte. Il tempo per guardare come passano il tempo gli altri non ne ho. Quindi coraggio amico mio che la vita è un passaggio. Baciobacio

    RispondiElimina
  16. 67 anni? Sei un fiore su forza che gli Highlander ti fanno un baffo :-)))

    RispondiElimina
  17. Bel post davvero :) Ma non riesco ad essere sicura al 111% che sia tu il protagonista di questo scritto :)

    RispondiElimina
  18. Allora voleva raccogliere complimenti su come porta bene i 67 anni che non ha? XD

    RispondiElimina
  19. Son d’accordo con Farfalla ...de che te lamenti?
    Vorrei esserci io già in pensione a viaggiare come fai te.
    O comunque a dedicarmi a tutti gli hobby che ho a tempo pieno.
    Non perder tempo a guardare gli altri ..vivi e fregatene di tutto!
    67 , che invidia...non sto a prenderti in giro.
    La pensione...non lavorar più, ma che bello!
    Massimiliano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io mi lamento per voi!! pensione? ..magari arrivi subito... e state attenti alle età piuttosto... quanto avevate in matematica? E in lettura di profili?.. ahah...

      Elimina
    2. Qua tutti avevan capito che avevi 67 anni...ahaha!!!!
      Quindi non c’è li hai ...e pure non sei nemmeno in pensione!!!
      Scusami ma a sto punto non posso più invidiarti 😀
      Azzardo a dire che hai scritto un post che è stato equivocato da molti...la tua intenzione magari era un altra..?
      Bhe almeno ti sarai fatto una risata sopra!!!😀
      Felice vita.
      Max

      Elimina
    3. ...ahah.. anche più d'una in effetti...

      Elimina
  20. Sei molto attento Franco, questo é un grande merito.. 😙

    RispondiElimina
  21. Ciao Frank,
    se avessi saputo che sei così vecchio (67 anni!) non ti avrei concesso la mia amicizia.
    Da buon renziano sostengo la rottamazione selvaggia.
    Anzi, profitto di questo tuo outing per cancellarti dai miei contatti e dirti addio.


    P.S.

    ^________*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guardiano non lo fare!!!... non dirò a nessuno che di anni ne hai 81... ;)

      Elimina
  22. A volte è piacevole guardare alla finestra :)

    RispondiElimina
  23. Ho voluto bene agli 'omarrel! :P <3

    RispondiElimina
  24. Vedo che i 67 anni farlocchi hanno colpito più dei duecento aggiunti... vabbe', ne ho solo 58, certificati in tutti i profili..

    RispondiElimina
  25. Franco, gli Stellati hanno nel programma l'abbassamento dell'età pensionabile.
    Contaci.
    Ho saputo che la Raggi ha lavorato negli studi di Previti e Sammarco, ma la bugiarda non lo ha scritto nel curriculum consegnato a Beppe Grillo.
    Dovrebbe cacciarla ma non gli conviene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grillo avrebbe voluto cacciarla appena scoperto gli inciuci con Muraro e Marra... ma non poteva permetterselo, con le elezioni politiche a ridosso... possibile che certe lapalissianità non saltino all'occhio, non dico attento, ma appena vigile?

      Elimina
  26. Allora se ho ben capito, hai pensato a noi pensionati o futuri pensionati o a come potrebbe essere la tua pensione quando avverrà (ti auguro di cuore che sia presto)...
    Ahahahahah io ti dico che ci sto bene in pensione e al lavoro non ci ritornerei più manco sotto minacce. Abbraccio forte forte cinquantottenne
    PS comunque leggo su FB che te la spassi anche ora che "lavori"...Fai bene, approvo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La pensione la vedo come chimera... quindi, appena possiamo, tentiamo fughe ristoratrici (anche se a breve termine..), a prestissimo post delucidante... ;)

      Elimina

Sottolineature