lunedì 19 febbraio 2018

PERCHE' NON VOTERO'



Basterebbe specificare che sarò in vacanza.

Ferie programmate quando ancora la legge elettorale era in altissimo mare…
e quindi assolutamente in buona fede…

Ma ammetto anche che, a tutt’oggi, sono assolutamente felice dal potermi sottrarre a quello che si suol definire, notoriamente, come un obbligo.. etico.

Tempo fa Michele Serra, discutendo dell’opzione voto / non voto, giustificava il suo si, al voto, facendo appello soprattutto ad una motivazione base:

Se io non voto, saranno altri a decidere per me”

Nel senso che alle sorti del Paese non avrò contribuito con una mia precisa scelta.
Ma in quest’ottica, sarà solo chi ha votato la forza politica che risulterà vincente, ad aver realmente deciso.

E nel caso specifico, dove nessuno raggiungerà la soglia del 40% prevista dalla Legge Elettorale, a quali alleanze post voto potremmo dover assistere (oltre all’ennesimo Gentiloni d’ufficio)?

A quali giochi inediti, inauditi
e neanche ipotizzati mai fino al 4 marzo sera,
dovremo sottostare?

Si parla sempre con maggior insistenza di possibili patti PD - Forza Italia oppure Lega - M5S… e gli interessati non smentiscono con la necessaria fermezza la reale possibilità di questi “incroci magici”, spesso ibridi da paura… ecco, in questo caso, il nostro voto “etico”, la nostra volontà pre elettorale di scelta cosciente, non sarà forse calpestata in malo modo?

Ed a quale risposta etica risponderebbe, poi, il famoso “voto per il meno peggio”, al quale si appellano in tanti, tantissimi, proprio per tacitare una manifesta ripugnanza al sistema.
Quale risposta morale solletica - vorrei sapere - il votare “tappandosi il naso”?

Al contrario, un capo di governo, che dovesse trovarsi di fronte ad una ribellione di rilievo, vale a dire un’astensione dalle notevoli proporzioni - a prescindere dalle singole motivazioni del non voto - non sarebbe costretto a richiedere una revisione sistema elettorale e politico, prendendo atto e coscienza del malcontento popolare?

NON RECARSI ALLE URNE 
diventa quindi una scelta cosciente e legittima.

Un reale ed efficace “togliere” il potere

a persone e forze politiche che ne fanno un utilizzo improprio

Una presa di posizione, 
e non una “non scelta” come si accorano nel definirla, guarda caso all'unanimità, 
tutti i rappresentanti di partitoni e partitini.

Una “non scelta” che, purtroppo (per ora),
è destinata a rimanere ancora arma spuntata,
ma che di fronte al panorama di ingovernabilità che si prepara dal 5 marzo…

inizierà - voglio sperare - a godere di nuova e diversa considerazione.






71 commenti:

  1. Vado a votare per impedire un berlusconismo di ritorno.
    Il movimento 5Stelle è composto da molti che credono in un cambiamento. A Roma hanno pasticciato, lo so.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Votando, avrei votato 5 stelle, nonostante i casini romani, e gli altri a livello nazionale.. ma per cambiare davvero, bisogna far saltare il banco... adeguarcisi, fà solo il loro gioco..

      Elimina
    2. Roma è ingovernabile e un troiaio.
      Non è che possano arrivare i cuochi stellati e fare una torta da urlo con segatura e uova marce.

      Elimina
    3. La vuoi commissariare? Non è che New York sia più facile.. basta organizzarsi, e questo è molto più difficile.

      Elimina
    4. Io sono per le autodeterminazioni.
      Ogni comunità si assuma i risultati delle proprie scelte, delle propri usi.

      Elimina
  2. Capisco le tue ragioni e le condivido ma io andrò al seggio e seguirò questo: http://www.prefettura.it/palermo/contenuti/Rifiuto_da_parte_dell_elettore_di_ritirare_la_scheda_elettorale.-61764.htm
    Come ho sempre fatto da qualche anno ad oggi. Servirà a poco ma almeno dico apertamente che non mi sento rappresentata dai politicanti.
    Abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che mi scoccerebbe complicare la vita a chi lavora (e per due lire..) ai seggi.. meglio starne direttamente lontani

      Elimina
  3. Meno peggio? Nah, stavolta sarà fico votare direttamente il peggio^^

    Moz-

    RispondiElimina
  4. Ho sempre votato, però mano a mano sempre meno volentieri e sempre meno convinto. Il problema ultimamente in Italia è che se anche voti, saranno comunque altri a decidere per te. Forse andrò e per la prima volta annullerò la scheda per non insultare la mia intelligenza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti vorrei smettere di farmi insultare sperando che il giocattolo si rompa...

      Elimina
  5. Devo dire che nonostante sia un sostenitore del voto, che sia strategico o al meno peggio, questa volta capisco chi vuole astenersi. La ribellione di rilievo non credo arriverà

    RispondiElimina
  6. A parte che io andro' a votare senza tapparmi il naso, non riesco a capire perche in Germania si plaude alla grosse koalizionen come prova di responsabilita' politica e in Italia lo si chiama inciucio o giochetto. Non ci vedo niente di scandaloso nel concetto di cercare accordi tra i partiti se nessuno raggiunge il 40%.
    massimolegnani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ce lo vedrei, forse, se ognuno dichiarasse possibile questa soluzione, senza invece giurare che mai e poi mai e poi ancora mai... (!!!). Patetico.

      Elimina
    2. Carlo bisognerebbe conoscere i partiti tedeschi e quelli italiani.
      Sicuramente non abbiamo bisogno di gente come berlusca, lega nord e Renzi. Io ho fiducia nel Movimento 5Stelle.

      Elimina
  7. A Gus: mah, non è che siano tanto diversi dai nostri. Schultz che aveva impostato la campagna elettorale sulla promessa di non fare più accordi con Merkel si è rimangiato tutto e Scholtz, suo compagno di partito, gli ha fatto pure le scarpe.
    è che noi italiano tendiamo a parlare male di noi stessi e ad avere un'ammirazione preventiva per ciò che accade oltre leAlpi.
    quanto ai 5 stelle, bè, rispetto la tua fiducia ma non la condivido.
    ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carlo, in Germania c'è qualche partito con un leader che somiglia a Berlusconi, l'uomo delle Olgettine, delle minorenni nel suo harem, il lodo Mondadori, il fondatore del suo partito, Dell'Utri in carcere per collaborazionismo con la Mafia?
      Leggi qui:
      https://www.kensan.it/articoli/Curriculum_giudiziario_di_Silvio_Berlusconi.php

      Elimina
    2. hai ragione. d'altronde conosco bene il suo iter giudiziario ma avevo completamente rimosso questa anomalia italiana.

      Elimina
  8. In politica come nell’ amministrazione noi italiani siamo solo dei pasticcioni pressapochisti buoni solo a ciarlare e quindi, come sempre, qualunque sarà l’esito delle votazioni, nulla cambierà e, purtroppo, abbiamo anche una memoria corta, corta e ci dimentichiamo dello sfacelo dell’Italia della fine del 2011, tuttavia andrò a votare, perché la speranza è l’ultima a morire.
    P.s. Non possiamo paragonarci a nessuno dei grandi paesi europei, perché, purtroppo, non siamo seri, non siamo di parola, non siamo decisi, ogni legge e provvedimento hanno poi milioni di variabili, in definitiva non siamo credibili, ce ne rendiamo conto o no? E noi che ci crediamo chissà che!
    Proviamo a uscire dall’Italia e ascoltiamo bene e con attenzione quello che gli altri (paesi) pensano di noi, leggiamo i loro quotidiani, ascoltiamo le loro opinioni, quelli della gente comune. Sapete come molti di noi considerano gli immigrati? Ecco, per loro, per il detto comune, noi siamo esattamente così, buffo no?
    Noi siamo il sud dell’europa, un paese bello da visitare, da abitare, un paese ricco di arte e cultura e nulla di più, e come tutto il sud, così hanno dettato legge molti politici italiani o ci dimentichiamo? Certo abbiamo la memoria corta, corta, ebbene come tuttio il sud, urlavano quei politici, è un qualcosa da cui prendere le distanze...
    Ma di cosa parliamo?
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noi abbiamo un partito con un pluricondannato, un partito secessionista, resti di fascisti e poi il Movimento 5Stelle che in ogni caso non ha la rogna come gli altri due.
      Brava Sinforosa.

      Elimina
    2. Basta ascoltare qualche qualche invasato fanatico predicatore della sinistra mondialista, liberal, abbattiamoimuri, dirittoallacasa, senzaseesenzama e capisci a quale abominio si può arrivare.
      Baloccatevi pure con 'sta litania dei fassisti e rasisti.

      Elimina
  9. Il mio programma "di votante": tutti ma proprio tutti, compresi ovviamente i politici che si candidano, si recassero alle urne usufruendo del diritto di voto e annullassero le schede, beh quello si che potrebbe scuotere le coscienze!!! Che dici come sceneggiatura di un film fantasy può andare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Moooolto fantasy... i politici che annullano la scheda invece sfora nella fantascienza pura... ahahah

      Elimina
    2. Immagina di avere in casa un neo votante, al quale arrivi a consigliare: "mi raccomando se non ti convince nessuno annulla la scheda così il tuo non voto non andrà alla maggioranza, se per caso fosse quella peggiore!"... Come genitore lo trovo moooolto sconfortante. Sarei curiosa di sapere da altri genitori con la mia stessa "problematica" come si pongono dinanzi a questo scenario degno del miglior film horror!

      Elimina
    3. Fagli leggere il mio post.. ;)

      Elimina
    4. Ahahahah, come invidio il tuo eterno giovinar

      Elimina
  10. Io non voterò non solo perché sarebbe un casino, ma anche perché non saprei proprio chi votare..

    RispondiElimina
  11. La mia scelta è fatta da tempo, andrò a votare e mi auguro solo che entri in Parlamento.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
  12. Io andrò a votare solo perché sono letteralmente TERRORIZZATA da un paio di candidati.
    Non servirà a una mazza, finiremo come quei cretini degli americani che spinti dalla paura di non si sa bene cosa hanno votato in massa Trump per poi dire "ah, ma io non l'ho mica votato!!", però avrò la coscienza pulita quando l'Italia finirà ancora più nella bratta di quanto non sia ora. Magra consolazione, visto che mi toccherà comunque emigrare per non vedere gongolare in TV certe facce di merda.

    RispondiElimina
  13. Meglio votare ,anche sbagliando,piuttosto che non farlo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..ecco in fila una serie di "andrò a votare" ma tutti terrorizzati.. in realtà a terrorizzarvi è il "non votare"... solo questo il feticcio da sfatare.

      Elimina
    2. mi dispiace contraddirti la mia non è paura ,ma libertà di dire la mia
      Buona domenica

      Elimina
  14. Gus che vota cinqustelle non mi sorprende, al centro sud si pone come la vecchia DC, il reddito di cittadinanza è il trionfo dell'assistenzialismo.

    detto questo, io credo che non vi sia nulla di male a non votare. l'ho già fatto in passato, potrei rifarlo in futuro. ma soprattutto non c'è niente di male a votare il meno peggio, cioè il PD. Repubblica sta facendo il conteggio del libro dei sogni. se andassero al governo Berlusconi, Salvini o Di Maio e facessero solo il 30% di quanto propongono lo stato fallisce, punto. niente stipendio alle forze dell'ordine, niente risorse per la sanità pubblica, perdita della già scarsa credibilità internazionale. poi per carità, il mio è un discorso minoritario, lo so. i pentastellati si sono mostrati per quello che sono, invitati alla cena di un bel ristorante dove cercano di arraffare il più possibile prima che passi il cameriere a pulire il tavolo......ma sembrerebbero poco scalfiti da questa cosa. mi sa che neanche se beccassero Di Maio in flagranza di triplice omicidio cambierebbero idea.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La gente che vuol far politica come impegno per il bene comune bussa alla porta del Movimento 5Stelle. E' chiaro che quando trovi ambienti corrotti come Roma puoi anche sbagliare. 5Stelle non è disposta ad alleanze con la banda bassotti del vecchio maiale. Grillo ha abbandonato l'idea dell'uscita dall'euro e quindi ha portato il Movimento lontano dalla Lega Nord.
      Riguardo al mio voto devi sapere che è andato sempre al PCI, poi a Rifondazione comunista e infine sono passato al non voto da quando Veltroni ha rotto l'alleanza con la sinistra demolendo l'Ulivo di Prodi.
      Ora è il momento di tornare alle urne, appunto pe evitare all'Italia un berlusconismo putrido.

      Elimina
    2. Ti piacciono le sette insomma. Anche qui zero stupore

      Elimina
    3. Due post con critiche al mio essere. Pensa quello che vuoi.
      A me non importa niente.

      Elimina
    4. seguo l'istinto pur sapendo che siamo nel virtuale

      Elimina
    5. Sottoscrivo ogni parola di Gus

      Elimina
    6. > lo stato fallisce,

      Lo stato fallisce per i due punto cinque tera euro di debito che questi politicanti hanno creato col sostegno giulivo delle masse che li hanno espressi.
      Prego notare che i cattolici e i comunisti sono riusciti, in termini di deficit e debito a far peggio di tutto gli altri, perfino di B. .

      Elimina
    7. Appunto mollo e invito a mollare. Non è una resa se ci pensate, è l'unico Attacco al Potere. Non votando gli togliamo il giocattolino dalle mani... ma è così difficile da comprendere?... leggo in tanti sconvolti dall'idea di non potere esprimere il voto.. come se il votare in se, fosse più importante dal "chi" votare... bisogna sfatare questo malinteso fondamentale..

      Elimina
    8. Come se i pensionati baby e gli evasori fiscali non fossero persone cosi diverse da chi accusa i politici di essere ladri....

      Elimina
    9. I ladri li crea il sistema.. pensi che non sarei andato anche io in pensione con sedici anni di lavoro, potendo? ..e continuando a votare noi sfamiamo la bestia.. per poi lamentarci che rubano tutti...

      Elimina
    10. cioè fammi capire, tu mi stai dicendo che è colpa del sistema se uno si approfitta del sistema? quindi non esiste la responsabilità soggettiva, la possibilità o la capacità di discernere il bene dal male? domani ti svegli con la luna storta, perchè Renzi o Salvini sono delle merde, ti metti fintamente in malattia perchè trovi un medico compiacente e ci stai magari qualche mese, ma la colpa è del sistema? troppo comodo Franco, troppo..... fai il bravo a 'sto giro.... o quanto evita i pipponi moralisticheggianti. vengono meglio a Celentano

      Elimina
    11. Quindi secondo te siamo tutti autosufficienti e non c'è bisogno di qualcuno che ci tenga a bada? Ti sei mai chiesto perché non sporchiamo per terra a Oslo e perché un norvegese qui in Italia si sente autorizzato a sporcare per terra? O perché a Berlino non attraversiamo col rosso e gli stranieri si fanno il bagno in Fontana di trevi? Lo so che sono esempi minimi ma in grande accade lo stesso. Dobbiamo essere educati a quella che chiami "responsabilità soggettiva", non cade dal cielo. Se non mi metto in malattia permanente è perché ho una coscienza "educata". Ed il nostro Sistema non educa un beneamato ciufolo.

      Elimina
    12. io non sporco per terra, non passo col rosso e se lo faccio è per mera disattenzione conseguentemente alla quale mi sento uno stronzo, mai penserei di farmi il bagno nella fontana di Piazza Castello a Milano. non faccio come la maggior parte degli italiani che cerca l'unto del signore, da Mussolini a Berlusconi. quindi non voglio essere accomunato a chi delinque. dicono che l'occasione faccia l'uomo ladro, ma quindi mi è stata proposta una porcheria l'ho cortesemente declinata. Probabilmente perchè non avevo difficoltà a mettere un piatto di pasta a tavola la sera, anche se chi ruba quasi mai lo fa per necessità.

      Quindi niente uomo forte e niente testa nella sabbia. Non siamo e non sono tutti uguali. E non credo neanche nello stato etico che mi deve educare. Io mi rimbocco le maniche e mi educo da solo, grazie.

      Elimina
    13. Ringrazia i tuoi genitori, che vai a trovare regolarmente anche se non sono a due passi, se ti rimbocchi le maniche e ti gestisci moralmente. Da soli saremmo bestie feroci. Non ti accomuno a nessun selvaggio, ma abbiamo bisogno di esempi.

      Elimina
  15. Ti capisco, e anzi aggiungo che le motivazioni per non votare sarebbero anche molte di più. Mi viene in mente il comico americano George Carlin, quando sosteneva che quel giorno oltre a non votare sarebbe proprio stato attento a non uscire del tutto di casa, per avere l'ALIBI, per non sentirsi complice. E grazie alla vacanza, tu l'alibi ce l'avrai comunque.

    RispondiElimina
  16. Concordo con te Franco, io non voto da diversi anni. Se non mi piace nessuno non so scegliere. E credo che dovremmo farlo tutti,solo dai crolli si riparte, finché si va avanti si tira la corda e si tira a campare..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...io spero che stavolta, a più di qualcuno, possano tremare i polsi...

      Elimina
  17. Io farò lo stesso, solo forse annullerò la scheda ma la sostanza non cambia, non esprimerò alcun voto per nessuno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai Daniele.. credo che la sostanza cambi invece.. perché la diserzione, l'assenza totale, pesa più del dissenso "attivo".. annullando partecipi comunque alla kermesse, certifichi, se non i burattini, almeno la baracca.

      Elimina
  18. Io ho un compleanno proprio quel giorno...

    RispondiElimina
  19. Avevo inserito un mio commento, ma stranamente è sparito. Comunque dicevo che io andrò convinto a votare e darò il mio voto a quel gruppo di persone che non hanno mai governato il Paese: i 5 stelle. Qualcuno dice che sono incompetenti; ebbene io dico: meglio loro che i competenti che ci hanno governato in questi ultimi 20 anni, di destra e di sinistra, passando per il centro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io sono d'accordo con il "meglio onesti che competenti", ma ultimamente li vedo stranamente in linea col resto dell'andazzo...

      Elimina
  20. Dove andrai di bello? Io personalmente non so chi sperare che vada su al potere, mi sembrano uno peggio dell'altro...Certo Salvini il più peggio del peggio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mooolto lontano... ampissimo reportage al ritorno ovviamente... ;)

      Elimina
  21. Io credo che bisogna essere realisti, sono stufa degli italiani lamentoni per tutto. Molte cose dipendono da noi.
    Ora quanti sono ad esempio che si indignano per Embraco sul web, perchè non costa niente, poi gliene frega se chiude il negozio sotto casa?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti invito a non comprare neanche più una lampadina dalla Whirlpool...

      Elimina
  22. http://www.repubblica.it/speciali/politica/elezioni2018/2018/02/23/news/candidato_m5s_scelto_da_di_maio_indagato_per_riciclaggio_salvatore_caiata_presidente_potenza_calcio_pm_siena-189541977/?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P1-S2.5-T1

    comunque da oggi anche loro non solo hanno metà dei sindaci indagati, ma addirittura iniziano ad avere il primo candidato, cosa che ha del miracoloso.

    li avvisi tu Remigio e Gus? :-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo sanno lo sanno... sanno pure che a giugno la Raggi piglia una bastonata con la storia di Marra che neanche ti immagini...

      Elimina
    2. La cosa buffa di questo Paese è che la questione morale sembra valere solo per i rappresentanti del Movimento 5 Stelle, gli unici che si sono tagliati lo stipendio. Gli unici che candidano persone non indagate . Gli unici che cacciano dalle istituzioni le mele marce (che poi gli altri se le prendono). E che cosa fanno gli altri partiti ,in primis il PD e FI? Si indignano perché una diecina di candidati 5 stelle non hanno fatto ciò che fanno loro da sempre: si tengono l’intero stipendio. Gli stessi partiti, poi, e tutti i giornali e le televisioni al loro seguito, compreso qualche elettore – caro Francesco - si scagliano contro l’unico candidato dei 5 stelle indagato solo da poche ore (se la magistratura fosse arrivata prima, Di Maio non lo avrebbe scelto), dimenticando le centinaia di candidati poco “candidi” che si ritrovano tra le loro file (che non cacceranno mai perché portano troppi voti), mentre l’indagato 5 stelle molto probabilmente verrà espulso. Quindi - caro Francesco – fattene pure una ragione perchè i 5 stelle, per quanto possano impegnarsi per diventare uguali agli altri, non ce la potranno mai fare. Il centro destra e il centro sinistra si sono portati troppo avanti. Per loro vale il motto: votami e turati il naso. Scusa Franco, lo avvisi tu Francesco?

      Elimina
    3. non c'è bisogno di mediatori, ma menti sapendo di mentire

      quando la ragione fondante di un partito è l'onestà non puoi trovare nessuna giustificazione se:
      1) decine di tuoi eletti (perchè di questo si tratta) fanno bonifici, li diffondono ai 4 venti, e poi li revocano (ohi, li revocano! o li taroccano! come uno che presenta una busta paga falsa per chiedere un finanziamento)
      2) racconti che i tuoi candidati sono di alto spessore e poi a Potenza metti capolista uno (che verrà eletto) che dal 2015 sa di essere sotto indagine per riciclaggio
      3) vinci le elezioni a Torino e metti un vice sindacoche chiama il presidente dell'azienda dei trasporti per far togliere una multa da 100 euro (100 euro!) ad un amico
      4) metti in lista tre massoni 8che non è un reato, ma se il tuo statuto lo vieta.....)
      5) candidi un amico del clan degli Spada che si vanta di aver picchiato un rumeno che gli dava fastidio (e lo capisco però, brutta gente sti zingari di merda vero?)
      6) vinci le elezioni a Roma e promuovi triplicandogli lo stipendio un amico di partito. pare non sia reato, però è o non è uno scandalo (tanto che ha dovuto demansionarlo)?
      7) sempre per parlare di stipendi tagliati, poi vengono recuperati con i rimborsi. ci sono 5 o 6 parlamentari che hanno speso in 1 anno oltre 40.000 euro di fatture al ristorante. sai come si fa? si va dal ristoratore, gli allunghi 10 euro, non mangi, ti fa la ricevuta da 50 euro. una parlamentare romana anzichè farè l'abbonamento all'atac ha allegato 1000 euro di biglietti dell'autobus. li ha presi per terra!!!!!!

      quindi mi sa che a turarsi il naso mio caro, sei tu, non io! nulla è peggio dei 5stelle in Italia, nulla ! altro che meno peggio

      Elimina
    4. ...e dopo tutto, si ritorna ancora più convinti, al titolo del post ;)

      Elimina
  23. Mi sento emozionata di scoprire chi avrà la meglio.
    Ho detto a Maurizio che queste elezioni sono un po' come quando sei fidanzata e stai per scoprire in che modo stai per essere tradita dal tuo fidanzato ;-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti, votare Renzi per formare poi un governo col Berlusca.. deve essere una bella tramvata

      Elimina
  24. Io so solo che dal 5 marzo il buio sarà ancora più nero...

    RispondiElimina
  25. Dovrei fondare il mio partito.
    In mancanza di questo scelgo in base alle mie priorità.
    Meno votano gli altri e più conta il mio voto.
    A me va bene.
    Gli assenti hanno sempre torto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'assunto degli assenti che hanno sempre torto è un vecchiume che non dovrebbe appartenerti.
      E visto il risultato palese di queste elezioni farlocche, felicissimo di non aver preso parte a questa pantomima.
      Preoccupato, semmai, dell'altissima partecipazione, segno di una sconsideratezza della realtà, a mio avviso, pericolosissima.

      Elimina

Sottolineature