lunedì 25 novembre 2013

STORNO SUBITO!!!


Roma invasa da quattro milioni di storni, passeriformi svolazzanti 
che, con magiche organizzazioni spontanee, 

possono incantare la vista oscurando i cieli di pazzesche geometrie.


Io me ne resto lì, naso all'insù, a contemplare queste traiettorie acrobatiche,


questi arcobaleni pulsanti, queste lenzuola fluttuanti che spaziano senza sgarrare di un millimetro disegnando figure melliflue ed accattivanti;

destrezze funamboliche di altissimo pregio, precisioni svizzere possibili grazie a chissà quali ancestrali istinti volatili...



poi abbasso lo sguardo e... il frutto gelatinosamente appiccicoso di quelle stesse geometrie di perfezione leggiadra, lo ritrovo in plastico equilibrio ed omogeneamente dissolto sull’intera carrozzeria della mia auto... guano indissolubile.


Ed è esattamente a quel punto che, 
novello emulo dei migliori Bruce Willis, 


imbraccerei un fucile mitragliatore (Oh! Oh! Oh!... ) 
sparando all’impazzata fino a STORNARE, 

 dissolvendola definitivamente, 

ogni traccia di simpatico uccelletto 
nel raggio di almeno tre ettari sopra il cielo...




13 commenti:

  1. Non ti resta che salire sull'auto e pestare le cacche: dicono che porta fortuna !!
    E nell'antico Egitto attribuivano alla cacca delle virtù terapeutiche, sai che benessere per la tua auto :). Ciao

    RispondiElimina
  2. Poveri, perché?! Lasciano tanta di quella cacca che potrebbe tornarti utile... Come dice Il mio blog in uno zaino, dicono che porti fortuna! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma poveri de che?! Te ne mando sette/otto mila sotto casa.. poi mi racconti.. ;-)

      Elimina
  3. sei a Roma, potresti dedicargli uno stornello :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio! Per stornellà li stornellerei volentieri.. eheh

      Elimina
  4. Una roba che se non la vedi non ci credi. Nei miei meravigliosi giorni romani del novembre 2012, quando venni a presentare il mio romanzo in prima nazionale assoluta, mi capitò di assistere allo spettacolo, e di vedere una macchina conciata peggio della tua nella foto. (Per fortuna non era la mia: anche se odio i treni ero venuto giù con la Freccia Rossa... :D)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... roba da pazzi! Anche ieri slalom tra gli alberi ;-)

      Elimina
  5. Ahaha, pure io rimango spesso attratto dalle insolite geometrie a blocco del volo degli uccelli.
    Certo, se poi la situazione si fa tipo film di Hitchcock, beh, allora ci vogliono i falconi da caccia XD

    Moz-

    RispondiElimina
  6. Sì, me sto a esasperà.. ma in Abruzzo mai eh?! Arrosticini di storno.. slurp!!

    RispondiElimina
  7. visto che sei esperto di pratiche finanziarie...stornali!!!! e che cce vo'!!!!

    RispondiElimina
  8. Hai detto poeticamente quello che io avrei urlato a parolacce. Complimenti.

    RispondiElimina
  9. Però sono belli da guardare. ogni volta resto incantata :)
    (nun me menà è che non ho la macchina io)

    RispondiElimina

Sottolineature