martedì 14 novembre 2017

IO COMPRO SU AMAZON



Ho seguito curioso gli ultimi servizi ed articoli sulla “filiera” di consegne Amazon, il servizio di acquisti online che sta soppiantando i vecchi metodi di acquisto.

Ammetto di essere un abituale acquirente Amazon, ma non mi avvalgo più del servizio Prime, quell'opzione specifica che ti fa arrivare l'acquisto in ventiquattr'ore.

Questo da quando mi è arrivato un “driver” trafelato alle sette di sera, che doveva uccidersi per arrivare in tempo utile e aveva ancora due consegne da fare.


Ho scoperto (e compreso) che il mio “capriccio” innescava un meccanismo micidiale che prevedeva come ultima rotellina della consegna, postini e driver con compiti proibitivi.

Certo Amazon ha direttivi e criteri di marketing che dettano legge. 
E ormai è l'algoritmo che decide per noi: quali messaggi, e di quali amici, farti apparire su facebook, quali fondi farti acquistare in banca, quali biscotti farti venir voglia di mangiare in mille pubblicità subliminali o meno, o di quale colore dovrai farti i capelli il prossimo Natale.

Subiamo influenze indicibili e apparentemente innocue.

Nel mio piccolo, Prime può andare a farsi fottere.

Comprerò ancora su Amazon,
ma non voglio che si uccidano per consegnarmi un pacco.





20 commenti:

  1. Concordo su entrambe le ultime frasi: la prima perché ho un paio di libriccini (per ora solo un paio) in vendita SOLO su Amazon; la seconda perché sono a favore di una vita intelligente, e cioè dai LENTI ritmi umani. SLOW LIFE, ora e sempre! :)

    RispondiElimina
  2. Non sapevo che Amazon Prime comportasse questo surplus di fatica x i corrieri. Ad ogni modo io l'ho tenuto solo un giorno per la prova gratuita, il tempo di fare un ordine e ciao. Se compro on line, generalmente lo faccio perché non ho fretta.

    RispondiElimina
  3. Io non compro on line quindi non mi ero posto questo problema :-)))

    RispondiElimina
  4. Io compro on line ormai solo libri che non trovo comunemente,per il resto sono contraria ai colossi della rete, ma poi le pagano le tasse?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..non le pagano neanche i Legionari di Cristo.. figurati Amazon e i padroni di questo simpatico portale che usiamo per bloggerare...

      Elimina
  5. Nel mio caso non ci sono problemi: in Sicilia arrivano comunque in "ritardo", in due o tre giorni lavorativi, quindi non fanno proprio le corse. Nessuno mi è mai arrivato trafelato alle 7 sette di sera

    RispondiElimina
  6. Buonasera Franco.
    Non hai idea di che danno provochi ai corrieri con queste esternazioni...senza offesa...
    Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perdonami ma non l'ho capita.. io ho toccato con mano il loro disagio, e questo ho percepito. E' la consegna "a tutti i costi" che mi spaventa, non la "consegna".

      Elimina
    2. Franco, in ogni caso la consegna è a tutti i costi...
      I lavori anche se apparentemente umili devono essere rispettati, se tutti parlassero di corrieri stressati forse loro non avrebbero più un lavoro. Giusto per chiarire, ciao.

      Elimina
  7. già affrontato questo discorso. ci piace tanto la tecnologia, la concorrenza, il commercio online, comprare le cose a due euro al massimo? bene, sappiate che i soldi son sempre gli stessi, solo che c'è chi guadagna un botto (pochissimi) e chi un cazzo (la stra maggioranza). più disintermedi, più demateralizzi, più è così. ma soprattutto, non è vero che il consumatore risparmia. non sempre per lo meno. io o vedo con le scarpe da running. esistono le offerte online, ma io lo sconto dal mio negozio lo porto a casa lo stesso, ed in più ho la consulenza.

    i corrieri son sfruttati a prescindere, non solo quelli di amazon, ma tutti i padroncini. ma per orza, le aziende vanno male e devono risparmiare. non possono tagliare il costo del lavoro, abbattono il costo per i servizi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio.. scarpe da running, o in genere, non le comprerei mai online, anche con tutte le garanzie di rinunce e rimborsi vari..

      Elimina
    2. online si può comprare tutto ormai. io lo capisco solo in caso di acquisto di vibratori, giusto per evitare l'imbarazzo dell'ingresso nel sexy shop

      Elimina
    3. ...certo pensa quando ti arriva in ufficio il pacchetto tutto tremolante... ;)

      Elimina
  8. uhm!! oggi mi arrivano due pacchi prime (uno mi serviva velocemente in quanto era una batterus del telefono) 'altro bhe essendo uno stendino elettrico non lo so ma prima mi arriva meglio è.)

    potrei essere d'accordo ma amche no. Perché anche il corriere Bartolini (a prescindere da amazon) ha politiche interne da capestro... e quindi cge facciamo ??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. so' che alcuni possono permettersi prezzi stracciati proprio perché la roba ti arriva due mesi dopo... quando riescono... (tipo Wish)

      Elimina
  9. Sono d'accordo con te. Prime è un capriccio.
    Perché non si può più aspettare un giorno in più? siamo tutti così maniaci del controllo che qualunque cazzata compriamo deve arrivarci tra le mani in meno di 24 ore?
    Suvvia, un po' di elasticità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. .. infatti è questo che volevo sottolineare, sottoporre un mercato già frenetico di suo, ai nostri capricci di compratori compulsivi.. immagino già chi pretenderà di fare regali di Natale scegliendo su Amazon il 22 dicembre... brrrr!!!

      Elimina
  10. Compro molto su Amazon ma non ho mai usato il servizio Prime. Prime o non Prime cmq. i corrieri son tutti mezzi esauriti :D

    RispondiElimina

Sottolineature