mercoledì 26 luglio 2017

DUE MATTONATE NORDICHE...

Dopo quella sòla pazzesca di Uomini che odiano le donne.. non ho, evidentemente, ancora ben compreso che il thriller non si addice ai popoli nordici.. 


THE ABSENT ONE           regia di  Mikkel Noorgard

Il mistero misterioso del chi abbia fatto fuori due ragazzi in un omicidio di vent'anni prima, nonostante una confessione ed una condanna con pena già scontata, riciccia fuori e costringe un detective, tutto nervi e tormenti, ad indagare di nuovo.
Mistero misterioso che in breve svela le sue trame contorte, nonostante all'epoca si sia indagato (?!) per bene. Nulla è come sembra, una testimone molto scomoda per il vero colpevole (un autorevole personaggio che vive con questa spada di Damocle) viene cercata - solo ora - e trovata più volte e da più persone in un brevissimo lasso di tempo (per i vent'anni precedenti no invece, lasciamo che la cerchi e la trovi un poliziotto.. ma so' strani 'sti danesi) e quindi riporterà alla risoluzione del caso e ad una vendetta estrema.
Buona idea, di base, ma sviluppata con troppi pretesti e un'infinità indecente di forzature sceneggiaturiali.

'sti nordici, per me, devono fare altro..


THE CAPTIVE  - SCOMPARSA         regia di Atom Egoyan 


Da questa arrogante pellicola, oltre ad una bambina di nove anni e mezzo, è scomparso anche il cinema. Amen.
Un altro di quei film che mette a dura prova il comune senso di sopportazione, non perché tratti di un tema angoscioso e molesto come il traffico di bambini rapiti a scopo pedo pornografico, ma perché intesse un thriller in maniera beceramente approssimativa infarcendolo di castronerie di sceneggiatura come solo di rado si riesce a collezionare.
Flashback isterici per risultare originali e incasinarti la già balzana storia messa su alla carlona in questa regione perennemente innevata dove evidentemente devono essere andate in blocco per il ghiaccio anche le più elementari regole d'ingaggio per un qualsiasi, accettabile, thrillerino da domenica pomeriggio.

Come siano rimasti coinvolti Ryan Reymolds e, soprattutto,  Rosario Dawson non è dato sapere. Forse amici della produzione..

Si accumulano come se piovesse - ma in realtà nevica quasi sempre - indagini di poliziotti schizzati, sindromi di Stoccolma, rapitori imprudenti, giochini improbabili, cacce all'uomo sbagliato, maniaci ridicoli, messe in scena patetiche, controlli inesistenti, vittime nevrotiche.. di tutto, e tutto concentrato nella stessa comunità, martiri e carnefici che si incontrano senza capire e senza riconoscersi mai.

Ribadisco: 'sti nordici, per me, devono fare altro...







35 commenti:

  1. amico mio, ma peggio del reboot del pianeta delle scimmie visto domenica scorsa?

    RispondiElimina
  2. Non sono proprio un amante della cultura nordica, quindi mi tengo alla larga dal loro cinema :D

    Scandinavia per me è solo IBRA :D

    RispondiElimina
  3. Sono alieni. Non hanno capito niente. Sarà il freddo che ghiaccia anche il cuore?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...intanto gli ghiaccia la cinepresa.. ;)

      Elimina
  4. Questi due film mai visti e non riesco ad esprimere un giudizio.
    Serena giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Serena giornata a te che non li hai visti.. ahah

      Elimina
  5. Sono senz'altro meglio i romanzi di Iperborea.

    RispondiElimina
  6. Sul secondo ti do ragione, ma sul primo non tanto, come sai m'è un po' piaciuto nonostante alcuni difetti...in ogni caso il tuo giudizio è soggettivo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. .. nel primo, la testimone ti può rovinare un impero e tu aspetti vent'anni per farla fuori?! Ma dai... il soggettivo vale sull'arte in genere.. il thriller ha leggi precise da rispettare. Due più due fa quattro e basta. Non c'è un risultato "soggettivo"

      Elimina
    2. Intendevo nei confronti del cinema scandinavo o nordico, certo che deve avere delle regole e una sua linearità, altrimenti non può essere definito thriller, comunque non bisognerebbe sempre concentrarsi sui dettagli..

      Elimina
  7. Uomini che odiano le donne l'ho solo letto, senza vedere la pellicola. E questi due non mi interessavano, ma ora ho anche motivo per non guardarli! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. UCOLD non sarebbe stato capace di scriverlo così male neanche Camilleri.. ;)

      Elimina
  8. ....poveri non sanno vivere e godere della bellezza!!!! Franco come leggo il titolo io scappo! A Novara, poveri noi, ci sono due sale cinematografiche altrimenti devi obligatoriamente uscire dai confini. Scelgo sky Passion o sky Cult. Se sei fortunato ed è la serata giusta può capitarti qualche film interessante. Ieri abbiamo, si è accodato anche Paolo, visto "Stalag 17" lo ricordi? Valeva la pena rivederlo!!! Ohhhh è tardi è....giunta mezzanotte si spengono....i PC....Abbraccione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..sui canali tematici Sky pesco cose interessanti.. non solo film.. ;)

      Elimina
  9. Sul serio non ti piacciono i thriller nordici? pensa che io invece ne ho amati diversi. Tutti su carta, però. Film non ricordo di averne visti. Baci.

    RispondiElimina
  10. Hai visto "In ordine di sparizione"? Ecco, non sono amante del genere, eppure l'ho trovato incredibilmente ben fatto...

    RispondiElimina
  11. Due mattonate nordiche da cui mi tengo ben volentieri distante, soprattutto in questo clima estivo.
    Grazie per la dritta. ;)

    RispondiElimina
  12. Franco, sono qui e presente, sfumata la Grecia anche dopo aver prenotato ( e pagato) il bigletto da Otanto, una diversamente giovane come tu dici, ha capito che non bisogna chiedere troppo a se stessi,ed ho ascoltato nel vento e nell'afa irrespirabile le parole di chi diceva "arricampiti".
    Passo da te, e nonostante sia cresciuta con nel dna una miriade di Film, non riesco ad interessarmi al genere che tu tanto ben recensisci.
    Una buona domenica
    La streghetta stregolata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "stregolata" è un neologismo da sottolineare... quest'anno Sicilia.. Grecia di nuovo, forse il prossimo... ;)

      Elimina
    2. Bene facci sapere dei tuoi tour... per chi come me in questo momento deve stare ferma, sono delle belle medicine.
      ;-)

      Elimina
  13. Si, dobbiamo fare la milano, torino ladrona. ;) siamo più furbi
    ancora non è ufficiale.

    RispondiElimina
  14. Si, dobbiamo fare la milano, torino ladrona. ;) siamo più furbi
    ancora non è ufficiale.

    RispondiElimina
  15. Vedo Franco mio che mi rassereni con queste tue recensioni, per altro di pellicole che mi intrigano come genere.
    Io che sono ormai quasi agli arresti domiciliari.
    E va beh..passerò ad altro...
    Bacionissimo e buona domenica

    RispondiElimina
  16. Le vere mattonate sono I film thriller che Rai 2 manda in onda l'estate il sabato sera dopo la mattonata del TG2 :D

    RispondiElimina
  17. Quando scrivi di nordici a ne viene da pensare "al senso di smilla per la neve" O.O
    Cmq l' ho apprezzato molto, ma forse è stato un caso.

    RispondiElimina
  18. Mah, Franco, io ho iniziato a leggere uomini che odiano le donne, ma ti giuro che dopo poche pagine ho lasciato perdere, non mi districavo con tutti i nomi ecc
    Invece i film li ho visti e mi piacciono, a parte l'ultimo, un po' cosi così...
    Per me i primi film che sono migliori dei romanzi.
    Ciao Franco, e come la va?!

    RispondiElimina
  19. Adesso rimpiangi I pirati dei Caraibi, dì la verità xD
    Comunque The Captive dal trailer mi sembrava carino...giusto per capire che fine facesse sta bimba, almeno xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio.. i Pirati mai.. io sono un "nolanista".. ;)

      Elimina
    2. Cedi e fatti due risate col capitano Jack xD

      Elimina
    3. ... allora meglio Hot Shots! ahahah...

      Elimina

Sottolineature