sabato 24 gennaio 2015

TRA ME E ME



Credo mi abbiano hackerato il cervello.
Qualcuno ha violato difese, intimità, password.
Proprio ora, mentre parlo giusto tra me e me, ecco la particolare impressione di non essere solo.
Nel senso: non solo col me interlocutore. Ma con qualcun altro.
Insomma. Il mio me se la chiacchiera bellamente con un estraneo che gli esplicita, comunque, miei pensieri condivisibili (o che almeno pensavo fossero solo i miei).
Perché in fondo non è poi che si discuta mai con se stessi - esiste sempre una sottesa intesa -, ma in questo specifico caso assisto basito.
Intendo che, probabilmente, non sono io neanche quello che riporta questa sensazione, ora, e adesso, su una tastiera, su carta, su un foglio pixellato a video.
Sono stato invaso? Sono, come si suol dire, “fuori di me”?

E voi? Voi che leggete quello che forse non sono io a scrivere, siete proprio sicuri, - lo siete proprio? - che non siano altri (fuori da voi) a leggere? 
E poi a scrivervi?

Interrogatevi.
Così, tra voi e voi.

p.s. a chi posso scrivermi per una nuova password?















61 commenti:

  1. Risposte
    1. Siamo tutti un po' fuori. Il post provava a guardare da fuori la nostra realtà. Ma è stato travisato.

      Elimina
  2. Magnato pesante ieri sera? te l'ho detto che l'impepata di cozze la sera è pesante...

    RispondiElimina
  3. Amico mio,
    di tutto dubito, ma di una cosa sono certo: non esistono più le certezze di una volta!
    Per esempio, chi ti dice che sia proprio il Guardiano del Faro a commentarti?!
    Ad ogni buon fine, sappi che anche a me di recente hanno rubato la rubrica ed hanno spedito a tutti delle lettere spam.
    Cose che capitano..PURTROPPO ;-(
    Ti auguro di trascorrere una felice giornata e di trovare una solida password.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io sono stato vittima di hackeraggio virtuale, ma qui parlavo tra me e me. Dove i "veri" hacker non hanno accesso. Dove le carte ce le mischiamo tra noi.

      Elimina
  4. Ma almeno, ti stai simpatico?

    RispondiElimina
  5. Io ogni tanto mi guardo allo specchio e mi pare dimessere due persone, una che guarda e una che osserva. Ma con lo specchio è troppo facile "l'illusione"! Tu sei un passo avanti con l'essere matto... E se non fosse follia? Non so proprio. Comunque mi pare meglio avere tanti se setessi che chiacchierano piuttosto che annoiarsi con un unico io!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è follia. E' come un tentativo di catalogare e separare le proprie personalità. Così puoi decriptare e mettere a nudo gli eclettismi e le istrionerie.

      Elimina
  6. l'importante è saperlo, di essere uno e trino, no?
    come ti ha detto Valeria( complimenti!) almeno ti stai simpatico?
    :PP

    RispondiElimina
  7. Giusta riflessione nonostante le battute ironiche che mi pare di cogliere tra i commenti. Secondo me possono coesistere diverse identità nella stessa persona. E quando si parla di “queste stranezze”, il pensiero va immediatamente a Fernando Pessoa, il grande poeta e scrittore portoghese, il quale viveva e scriveva immedesimandosi, di volta in volta, in personalità diverse. In teoria erano identità fittizie, immaginarie che però avevano una propria vita, svolgevano un proprio lavoro, la pensavano in una certa maniera. E allora è possibile che ognuno di noi possa avere un proprio alter ego, magari a nostra insaputa, che legge e scrive utilizzando il nostro nome e rubando quindi la nostra identità. Pensandoci bene, quasi tutti noi che scriviamo in rete attraverso un blog usiamo nomi di fantasia: quindi non facciamo altro che dare un nome e cognome a questi “spiritelli” che vivono dentro di noi.
    Caro Franco Battaglia, io non so se questo che utilizzi sia un tuo nome di “battaglia” oppure il tuo vero nome. Ebbene, qualora fosse la seconda ipotesi dovrei dedurne che nessuno ha violato le “tue difese e la tua intimità”: quello che legge e scrive sei proprio tu e non altri. Sei pregato, pertanto, di prenderti le tue responsabilità…a meno che lo “spiritello” che vive dentro di te si è appropriato del tuo nome, a tua insaputa. Oggi queste cose succedono. Un caro saluto. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Franco Battaglia sono io, ma i mie folletti sono innumerevoli... grazie per l'esatta analisi. L'altro me te ne è grato, ma anche io... :)

      Elimina
    2. Ah ah ah !! Bella l'affermazione di Remigio....ProPrio vero che tutte le strade portano a Roma ....o Torino....:-)
      Franco, sei tu ora che ti comandi? Vabbè ,vedi di selezionare blogger più intelligenti....con buona memoria, ...i cacciaballe poi non ricordano!
      La Luna, ad esempio.....e l'avevi pure avvisata...ha sbagliato ancora
      No, non c'è più religione...no!
      Ps vai a vedere "la teoria del tutto" Bello!

      Elimina
  8. Come dice una famosa massima: metti due filosofi in una stanza e a un certo punto non saranno nemmeno più sicuri della loro propria esistenza.

    RispondiElimina
  9. Forse e' quello che e' ancora spaparanzato a Cipro! ^_^
    Che ti parla, ti parla....

    RispondiElimina
  10. Ahah.. no, quello mi manda le cartoline dai cinque stelle (hotel , no movimenti.. ) :)

    RispondiElimina
  11. E poi sarei io ad avere mille parti di me?? :p
    Leggeri inizi di dissociescion :p

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, ma non li controllo ancora.. tipo non li posso spedire a commentare gli altri blog per me, ce devo anna' io.. :)

      Elimina
    2. ...secondo me te ce mannano Franche'! :p ;D

      Elimina
    3. Tu dici eh? Che poi è il pulpito giusto ad esprimersi, tutto sommato.. ;)

      Elimina
    4. Tante di quelle volte mi ci hanno mandato... ;D ma noi qui ci si vuole tutti tanto bene... è un'orgia di "self" u.u

      Elimina
  12. Pensa che... tra i balli milongheri (vals, mionga e tango) la dissociazione è una conditio sine qua non.
    Ogni tanto pure io mi rendo conto che il mio corpo non balla come dovrebbe.
    Hackeraggio coreutico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu mi dai l'idea di tenerti ben sotto controllo. Sei l'hacker di te stesso, con fin troppi autofiltri, ma una filosofia ben definita.

      Elimina
    2. Mah, io tendo a essere franco e schietto.
      A volte penso prorpio di avere pochi filtri.
      Guarda come cambia la percezione con il punto di vista! (8)

      Elimina
  13. Stai fora come un pergolo! Mi piace! :D

    Benvenuto nel club degli schizofrenici ♡

    RispondiElimina
  14. Succede spesso che ci vìolino, l'importante poi è chiudere bene la saracinesca.
    Buona serata, simpatico e disorientato amico ;-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chiudere la saracinesca con noi dentro o noi fuori? Questo il dilemma.. ;)

      Elimina
  15. Oh si' che sono sicura. Sbarellato come te ci sei solo te!

    RispondiElimina
  16. Ti gira per caso la testa in questo momento?
    No, non preoccuparti non sei tu ma l'altro te. ;)))
    Baci Franco.

    RispondiElimina
  17. Mi sembra normale. Anche per scrivere un post ci vuole il distacco. Se ti avvicini troppo al tuo scrivere fino a toccarlo con la punta del naso ci trovi cose dette da altri, qualcuno che ti suggerisce di non scrivere pensieri improbabili e a volte le dita si incastrano nella tastiera.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco il punto. E' normale che si collabori. Anche al proprio interno.. ;)

      Elimina
  18. In termini tecnici non si chiama bipolarismo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No. Qui siamo oltre gli sdoppiamenti umorali. Io spulcio tra esistenze multiple. Pardon, noi intendevo.. associazione Franco Battaglia. ;)

      Elimina
  19. Ma alla fine, quel che conta non è il messaggio che si cerca di far passare?
    Nel senso... chissenefrega se sei uno o plurimo, lo siamo un po' tutti.
    Cambia così tanto se rapportiamo reale vs virtuale? Per esteso: nella vita reale siamo proprio sicuri che ci sia minor confusione e maggiore trasparenza? Per me no.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si. Questo è il messaggio. Stabilire una convivenza fruttuosa con le proprie personalità. Grazie Glò, da parte di tutti noi ;)

      Elimina
  20. Questa conversazione analitica ha comunque qualcosa di intrigante...
    Sinceramente , Franchino, con tutte le problematiche quotidiane che mi assillano, non avevo pensato a questo..ma tutto sommato, sai che non hai del tutto torto..Lasciami riflettere e vediamo con quale personalità sarò pronta a risponderti!
    Per ora buona domenica e un forte abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A te, anima dalle molteplici sfaccettature.. magari verrà complicato scegliere quale risponderà.. ;))

      Elimina
  21. E come sai che non sei tu a violare lui?
    Magari lui è il vero te e tu sei l'hacker.

    Comunque è già buona cosa se vi siete simpatici a vicenda. Immagina la noia a doverci discutere continuamente

    RispondiElimina
  22. Infatti non lo so Paola. Non lo so. :) p. s. salutami Stella

    RispondiElimina
  23. Potrei farti le stesse domande. ;)

    Ispy 2.0

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io pongo domande, non offro certezze. I rapporti col nostro io - Onirica insegna - possono risultare contorti e non corrispondere ad azioni e pensieri. Perché con Laura Palmer dovremmo essere più accondiscendenti e fare più domande a noi che a Lynch? ;)

      Elimina
  24. ...io non lo so, ma tendo a non domandarmelo... per scelta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione.. ma scelta di chi?!? eheh..

      Elimina
  25. Ma infatti io l'ho sempre detto, saputo e sostenuto che te non sei te.... sarai tipo un Avatar :D

    p.s: comunque, de sti tempi, il più "violato" mi sa che è Super Pippo Inzaghi, chissà se zompa dopo la Coppa Italia... :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... non solo non zompa.. ma arriva pure Destro che si muove meno di Pazzini ed al quale non arriverà un cross che è uno. Poi dice che tra me e me m'incaxxo!!!...

      Elimina
  26. Nel proprio delirio c'è sempre qualcosa di logico .... o di metanfetaminico! :-D

    RispondiElimina
  27. Mi ha destablizzata questa conversescion tra te e te.

    In banca mica fai così, vero? Che se inizi parlare di hacker e poi vendi il servizio di home banking non sei credibile :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come no? Assieme a l'home banking offriamo il corso "hacker in tre mosse" e l'allegato "come farsi mandare i soldi a Cipro". Un successone... :)

      Elimina
  28. Gli specialisti la chiamano "schizofrenia" o "disturbo da personalità multipla".
    Ci si fa l'abitudine, dopo un po'...dicono...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti ce lo diciamo spesso, tra noi.. :)

      Elimina

Sottolineature