mercoledì 11 ottobre 2017

SI.. E' STATO FANTASTICO...



...ora che le luci sono spente, che l'adrenalina si scioglie, che il sonno ritorna.. posso cercare di comprendere cosa significa: mettersi in.. Mostra.



Ma sono cosciente che già durante l'allestimento, nel vedere le mie foto piano piano assemblate a parete, con una luce tutta per loro, un passepartout ad incorniciarne i colori.. ero imbambolato come il più profano dei profani.. avrei chiuso la galleria e tenuto tutto, esclusivamente, sotto il mio sguardo vigile, per quanto fossi io l'autore, e conoscessi per filo e per segno la genesi di ognuno di quegli scatti..

Ecco.. mi bastava.

Non avrei davvero chiesto altro, il mio ego si stava beando in solitaria, mi sarei avvicinato di soppiatto al Quaderno delle Visite (che conserverò gelosamente per una vita), e mi sarei auto tessuto sperticate lodi...





..ma poi, la Mostra, si è aperta davvero.. è arrivata gente, conosciuta e non, mi hanno chiesto notizie e particolari, hanno espresso complimenti (ma anche perplessità..), hanno guardato, scrutato, sorriso,
e - voglio credere - anche sognato, vagato, scritto pensieri.. ed io ero attento, agitato e con l'aria ancora più curiosa.. mi sono goduto queste ore volate via.. anche assaporando l'aria di borgo di una Trastevere mai vissuta così capillarmente, nei silenzi della mattina, nella vita quotidiana come di paese, all'interno di quella metropoli frenetica che è Roma..
ed anche queste sono sensazioni impagabili, marchiate a fuoco...












..mi sono fregiato di un ritaglio di vita d'artista, accantonando per due/tre giorni le ansie e gli stress della consueta vita lavorativa, dedicandomi alla visione contemplativa, ricamando memorie e cullando sensazioni di vita alternativa, con la consapevolezza di donare - spero - anche fantasia e serenità a tutte le persone che hanno immerso lo sguardo ed il cuore in un angolo della mia vita, creandone, con l'occasione, uno tutto nuovo, tridimensionale, reale, con gli amici in carne ed ossa, ed anche tanti contatti facebook ai quali poter  attribuire un volto, indovinare finalmente il sorriso,  guardandoli negli occhi.

E tutto grazie ad una venticinquina di finestrelle di sogno formato 40 x 30, appese su una parete.




 ... eppoi ancora chiacchierato amabilmente con decine di persone, per una volta senza secondi fini, raccontato le mie visioni, serenamente a nudo,
ascoltato le loro sensazioni,
e spolverato parentesi di vita passata, in qualche caso riallacciato rapporti,



confrontando su di un terreno neutro diversi modi di interpretare la voglia di evasione,
la capacità di far parte di questo mondo
aldilà del convenzionale, degli orari, dei doveri che ci legano
ad una intelaiatura predeterminata, che troppo spesso lascia
tempi minimi al sogno ed alla fuga.
Vernissage (ao!.. )

San Pietro
















In questo senso,
regalarsi una parentesi di spazio per cullare le proprie passioni,
è una di quelle terapie che consiglio con tutto il cuore.



Scala dei Turchi - Agrigento

Un viaggio con un bagaglio conosciuto perfettamente, ma che esposto a luce e sguardi, rinasce di nuova vita e riconsolida - semmai ce ne fosse bisogno - la voglia di partire ancora a riempirsi gli occhi di mondo.

Ricamo - Isola Maggiore - Trasimeno


Grazie a tutti. Davvero.

Palazzo della Civiltà del Lavoro    Roma Eur

Sermoneta  - Parete che si prende il suo spazio





22 commenti:

  1. Sono soddisfazioni che colmano cuore e mente. Complimenti.
    sinforosa

    RispondiElimina
  2. Beh ti sei davvero meritato tutto questo :)
    Grande, Franchì!^^

    Moz-

    RispondiElimina
  3. Sono felice che sia andata alla grande, ancora complimenti di cuore!!!

    RispondiElimina
  4. Franco complimenti e congratulazioni, mi immagino quale emozione e quante sensazioni hai elargito a piene mani, mostrando attraverso un obbiettivo il tuo essere.
    Io conservo con cura, quelle inviatomi mentre eri in Sicilia: un vero spettacolo.
    Non sai quanto mi spiace non essere stata presente, ma solo da domani spero non avere più catene che bloccano il mio andare...
    Un abbraccio
    Gingi

    RispondiElimina
  5. Che bella esperienza Francuzzo! Bravissimo :)

    RispondiElimina
  6. Un'esperienza da incasellare in quelle positive allora. Bravo complimenti!

    RispondiElimina
  7. Chiedo venia Francone, non odiarmi
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  8. Sono felice che la mostra sia andata bene :) bravo bravo.

    RispondiElimina
  9. bene, alla prossima mostra allora !

    RispondiElimina
  10. Contento per te, ora però non fermarti e continua così ;)

    RispondiElimina
  11. E' sempre un piacere leggerti, d'altra parte riesci a esprimere sensazioni con le parole, figuriamoci con le immagini. Una grande sensibilità che trasmetti, rendendoci migliori: ci fermiamo, riflettiamo, immaginiamo, sentiamo...

    RispondiElimina
  12. Complimenti vivissimi!
    Sei bravo Franco! Un artista senza alcun dubbio.
    Mi fa molto piacere che la mostra sia stata un'esperienza felice. te lo meriti. Le tue foto sono belle e trasmettono una bellezza che è oltre la vista, la bellezza della forma nella luce che dà pace e fa pensare al paradiso... a quello che ci vorremmo trovare.
    Un abbraccio
    Nou

    RispondiElimina
  13. Foto essenziali e concentrate sul particolare che sa dire qualcosa di antico ma al tempo stesso di diverso.Un'ombra sul muro bianco, le bottiglie allineate,la mano della statua contro il cielo color lapislazzulo.... immagini che ti rimangono impresse. Bravo Franco

    RispondiElimina
  14. Tutto bello le foto, le chiacchiere, Trastevere.
    Foto come versi, tu poeta con la penna a scatto.
    Grazie di esserti condiviso, e di esserti fatto conoscere da una nuova angolazione.
    Bravo a te...e va beh dai pure a Fabry :P

    RispondiElimina
  15. Tutto bello le foto, le chiacchiere, Trastevere.
    Foto come versi, tu poeta con la penna a scatto.
    Grazie di esserti condiviso, e di esserti fatto conoscere da una nuova angolazione.
    Bravo a te...e va beh dai pure a Fabry :P

    RispondiElimina
  16. Bravo Franco, sono contenta per te😘

    RispondiElimina
  17. Perdonate il ritardo ma sono senza pc e dallo smartphone è una tragedia...😂😂

    RispondiElimina
  18. Perdonate il ritardo ma sono senza pc e dallo smartphone è una tragedia...😂😂

    RispondiElimina
  19. Ciao Franco, ti sei regalato una parentesi d’artista che credo ti abbia dato attimi di felicità, perché vedere le proprie passioni prender forma, arricchisce ed emoziona.
    Quando ebbi la mia “parentesi” (il mio libro di poesie) la ripercussione di felicità e soddisfazione si protrasse per molto e molto tempo. Lo stesso augurio che faccio a te.
    Un abbraccio e...peccato non aver potuto ammirare le tue foto...

    RispondiElimina
  20. Per caso. Hai cantato il tuo vivere ,osservare,meditare e io sono entrata in tutto questo per caso.Mi è piaciuto mi hi fatto felice partecipando a un tuo momento,grande,di vita.ciao Franco. Grazie.

    RispondiElimina

Sottolineature