giovedì 2 marzo 2017

TESSERE UN TOT AL KILO


La barzelletta della fila per le tessere rende ridicoli protagonisti e coprotagonisti.
I partiti sono ben oltre la frutta ormai.... ed il conto lo stanno facendo pagare a noi.

Che poi, dico io, se il Paese andasse a gonfie vele sarei anche disposto a sopportare questo saccheggio continuo, questa corsa al potere dissoluto nelle alte sfere...

Ma non è così. Continuano ad arricchirsi in pochi ed il popolo arranca.

Vediamo fino a quando saremo in grado di assistere immobili a questa ormai patetica commedia..

40 commenti:

  1. La colpa è nostra, anzi tua perché invece di partecipare alla vita politica e diventare un protagonista resti uno spettatore acido. La politica vera l'ha fatta solo il PCI. In occasione della festa dell'Unità si costruiva il palco e i grandi nomi del partito erano insieme a me a lavorare. Ho fatto la scuola alla Frattocchie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il PCI prendeva soldi dai russi.. figurati quanto erano puliti... Gus mio.. dal dopoguerra ad ora sarebbero tutti da fucilare... resto volentieri spettatore acido di questo schifo.. non c'è modo di ripulirlo dall'interno.. guarda che figura pure i grillini.. quando entri sei spacciato.. un po' come certi vescovi.. daje potere e di Gesù se ne strafregano

      Elimina
  2. Il popolo italiano se n'è accorto. Peccato che non esistano alternative valide.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio tu!! Rivoluzione!! Ci aiuteranno le tartarughe ninja.. e magara pure gli X-man...

      Elimina
    2. Io proverei qualunque altra alternativa, ma non quelle che ci hanno dato il colpo finale.

      Elimina
  3. il PD resta sempre il meno peggio d'Italia. Gli altri (cinquestelle, lega, fratelli d'Italia) sono strutturati per farci fallire. questi fanno porcherie, ma allineati a quelle che fanno gli italiani non politici, che hanno la rogna pure loro se non di più.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli italiani hanno la rogna.. sono d'accordo.. dal cartellino al parcheggio in doppia fila al passare avanti in posta e dal droghiere. Questi stessi però, se li porti in Svezia non buttano una cicca per terra e stanno a vedere la partita allo stadio senza invadere, pur senza la minima transenna.
      Che significa? Che li devi saper gestire e inquadrare. Quindi a capo ci devi mettere uno al d sopra di ogni tentazione. Un norvegese magari. Che non sappia neanche l'italiano.

      Elimina
  4. Questo saccheggio continuo esisteva anche quando sembrava che tutti stessimo bene (anni ottanta) ma poi abbiamo visto e toccato dopo con mano come sia stato deleterio e da lì sia partito tutto.

    PS: questa storia delle tessere di fatto regalate a terzi in quanto se le pagava il patito stesso (o la sezione nello specifico forse) mi fa venire un'idea e se mi permetti lancio un appello: "Presidente Preziosi (Pres. Genoa cfc) la prego al momento del mio prossimo rinnovo di tessera distinti cacci lei i soldi per me visto che non li tira fuori per comprare giocatori decenti LOL

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Raccolgo il tuo appello. ..figurati..io sono vittima di closing fantasma!! 😂😂😂

      Elimina
    2. Il maiale ha riportato a casa i soldi in nero. Il prossimo anno troverà un cinese vero per vendere il Milan.

      Elimina
    3. Questa è una storia che avallo anche io... finti cinesi acquirenti per riportare a casa "ripulito" il nero di anni di impicci e ruberie...

      Elimina
  5. Il popolo arranca.
    Non potrebbe essere più vero di così. In questo periodo arranco anche io.

    RispondiElimina
  6. Franco, scusa, ma non puoi sparare bufale a destra e manca. Rettifica subito e scrivi cento volte questa frase: io sono un briccone, mentre i politici sono tutti belli, buoni, onesti e fanno solo l'interesse del popolo

    P.S.
    Sul (vecchio) PCI Gus ha ragione ^__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Io sono un briccone, torniamo tutti da Peppone e i rubli russi" va bene così?

      Elimina
    2. Antonio, si tratta di vita vissuta e anche la delusione per il fallimento del socialismo reale è una ferita che lascia cicatrici perenni.

      Elimina
    3. Franco, noi comunisti ci chiamavano compagni e i soldi arrivavano. Era cosa normale. Ma in Italia ormai quello che accadeva nell'URSS spegneva giorno dopo giorno l'entusiasmo. Ormai nessuno credeva più all'utopia, nemmeno Ingrao. Berlinguer si inventò la terza via senza mai teorizzarla chiaramente, si parlava si spinte propulsive affievolite. Finito il PCI la DC perdeva la sua funzione storica, il malcostume si manifestò impietoso. Il crollo dei partiti, in pratica, divenne la frantumazione della politica e il governo reale del Paese passò all'economia tecnologizzata. Un mostriciattolo senza uno straccio di etica. Il virus del berlusconismo ha contagiato una nazione intera.

      Elimina
    4. Pienamente d'accordo, egregio Gus.
      Ciao, ti auguro un felice we.

      Elimina
  7. Hai mai letto nulla di Giuseppe Montesano? leggendoti stasera mi è venuto in mente il suo "Magic People", datato 2005. Per dire...

    RispondiElimina
  8. A Roma, ai funerali di Enrico Berlinguer, eravamo almeno un milione. Molti compagni piangevano.

    RispondiElimina
  9. Il problema è che siamo tutti impegnati ad arrancare e nessuno riesce a guardare un po' oltre il proprio confine. Sempre peggio...

    RispondiElimina
  10. Grandi politici ultimamente in Italia non ci sono, ma il popolo ha le elezioni, basta non votare più la stessa gente.

    RispondiElimina
  11. io non sono politicamente interessata... anzi!

    RispondiElimina
  12. Per me saremo in grado ancora molto a lungo di restare immobili ad assistere... tacitamente responsabili del nostro, amaro, destino :|

    RispondiElimina
  13. Vediamo fino a quando saremo in grado di assistere immobili a questa ormai patetica commedia..
    Se continua così non credo che riusciremo a vedere la fine di questa infernale commedia (così la separiamo dalla divina). Andremo tutti a picco. Ma il popolo italiano di rivoluzioni non ne ha mai fatto, è il popolo de "armiamoci e partite" di ottocentesca memoria; è e che ripeteva sempre mio nonno, croce al valore sul Carso; noi siamo il popolo dei rivoluzionari da bar (prima) e da web (adesso) (non sfugga il NOI siamo, quindi anche io :) of course...

    RispondiElimina
  14. .................è diventata una "sceneggiata" alla Merola :D

    RispondiElimina
  15. La questione delle tessere è stata ingigantita oltre misura, perchè in questo momento serviva fare così.
    Di fatto le tessere gratis ci sono sempre state, come pure le "corse"ai tesserati dell'ultimora.

    RispondiElimina
  16. Non metto il becco nella politica. Ho le mie idee. Ma, se mai fossi votato per qualcosa, mi farebbero fuori dopo mezza giornata.
    :-P
    Felice serata a te.
    ^___^

    RispondiElimina
  17. Caro Francoooo ti ho scritto tre quarti di un commento doc.....va bhè è intervenuto l'Avast di prepotenza ed è sparito lo ritenevo (il commento) interessante ma non lo riscrivo...forse domani. Tanto ormai sono giorni che è sempre quello!!!!!battutaccia. A domani carissimo, come stai? Sempre pieno di acciacchi.....Abbraccio

    RispondiElimina
  18. Lo sapevo che non modificavi il post!!!! Ma ho un dubbio: non stai per niente bene? Ti mancano gli argomenti? Verranno ne sono sicura e per la salute...vogliamo darci la mano e abbracciarci un po'? on la primavera tutto risplenderà anche noi.
    Riprendo l'argomento "tessere". Non ne so niente in questo momento. Ho però una storia da raccontarti.
    Ricordo le tessere annonarie. Tempo di guerra. Già pativi la fame di tuo, con quelle tessere una famiglia poteva comperare solo un tot di zucchero, di farina, ecc. anche di pane rigorosamente nero. Pensa mangiavamo integrale e non sapevamo quanto ci faceva bene!
    Poi, ho conosciuto le tessere del partito. Il mio papà, socialista Nenniano, passato poi al PSUP....mi dava la tessera in mano, già compilata, mancava solo la firma. Volevi deluderlo? Io firmavo. Detestavo quella imposizione. Mai mi aveva chiesto cosa ne pensassi. Firma qua su questa riga......
    Poi da sposata il partito è cambiato ma non la procedura. Anche qui la tessera era pronta, bastava firmarla....ma qui si aggiungeva un particolare. Ah "Questi sono i nomi che dovrai scrivere sulla scheda" Attenta a non sbagliare partito!!! Sai è quello....
    Lo sapevo, lo sapevo, se avessi sbagliato....oh ne avevo una voglia!!!! Ero una moglie attenta, seguivo da sola la crescita dei miei figli e mi si imponeva il partito a cui aderire!!!! Ultimamente mi sono vendicata. C'erano le primarie e per la prima volta si doveva dare il voto a Renzi. Un Renzi pimpante che avrebbe "rottamato" i scalda poltrone e tante altre cose...... E qui "la famiglia" (sì noi siamo, anch'io, una grande famiglia. 7, ora un po' di meno, fratelli e una sorella) completa di mogli e di figli...viene un complicato nucleo di individui pensanti. (scherzi a parte siamo molto uniti e davvero ci vogliamo bene) Tutti Juventini, tutti o quasi politicamente di sinistra. Tranne uno, divenuto sindaco di Novara per ben 2 legislature (lega).
    Il quell'occasione ...Renzi, sì si presenta bene, ha un bel programma, ma...fidiamoci ancora di Bersani...
    Io, zitta, finalmente ho votato come volevo...Renzi, accidenti va bene ho sbagliato, ma ho voluto fare da me e mentre disegnavo la croce sul nome, ridevo di felicità....."Ve l'ho fatta!!!" Va bhè è andata come è andata, ma avevo fatto la mia scelta, io.
    Ti ho annoiato? Ti ho fatto almeno sorridere....adesso sai come la penso....e non è poco. Se lo sa CL!!! Baci Franco.

    RispondiElimina
  19. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  20. Forse non stai bene, se è così ti auguro di riprenderti presto e tornare in sella a postare come sempre :-)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Daniele... si, ho avuto qualche ulteriore rogna.. ne parlerò presto... ;)

      Elimina
  21. Lo sentivo che non stavi bene! Auguri Franco. Un abbraccio leggero per non farti male...tanto è scritto. Ah, questa sera c'è il mio amico Zingaretti!!!!

    RispondiElimina
  22. Insomma, come leggo dai commenti questo 2017 sta facendo belle sorprese a tutti!
    Spero che qualunque cosa ti sia capitata stavolta, sia passata...Un abbraccio

    RispondiElimina
  23. Oh, Franco, bentornato, e riallacciandomi al commento di Paola S. Sto 2017 mica e' tanto meglio del funesto e bisesto 2016 eh, tutti, chi piu' chi meno siamo sulla stessa "barca"... Speriamo in bene...
    In bocca al lupo, per tutto Franco! Di cuore!

    RispondiElimina

  24. Informazioni più dettagliate sulla politica dei cookie
    POLITICA DEI COOKIE DEL SITO


    http://www.guspensiero.blogspot.com/ IN OTTEMPERANZA ALLA DIRETTIVA DEL GARANTE
    DELLA PRIVACY
    Il Garante della Privacy ha recepito una
    direttivaeuropea
    che impone agli amministratori delle pagine web di mostrare ai visitatori un
    banner informativo sulla politica dei cookie del sito che stanno consultando e
    di subordinare alla accettazione di tale politica il proseguimento della
    navigazione.
    A tale proposito se hai bisogno di
    ulteriori informazioni o se hai domande sulla politica della privacy di questo
    sito ti preghiamo di contattarci tramite il modulo di contatto del blog
    In questa pagina sono descritte le
    modalità con cui le informazioni personali vengono ricevute e raccolte e come
    sono utilizzate da guspensiero.blogspot.com A questo scopo si usano i
    cookie, vale a dire dei file testuali per agevolare la navigazione dell'utente.
    INTERAZIONE CON SOCIAL NETWORK E
    PIATTAFORME ESTERNE
    Il sito guspensiero.blogspot.com non
    utilizza cookie di profilazione propri ma quelli presenti sono esclusivamente
    controllati da terze parti. Questi servizi permettono di effettuare
    interazioni con i social network, o con altre piattaforme esterne,
    direttamente dalle pagine del sito.
    Il sito guspensiero.blogspot.com e il
    suo amministratore non hanno alcun controllo sui cookie che vengono utilizzati
    da terze parti, quindi per approfondire il tema si consiglia di consultare le
    politiche della privacy di queste terze parti così come le opzioni per
    disattivare la raccolta di queste informazioni.
    Nel caso in cui sia installato un
    servizio di interazione con i social network, è possibile che, anche nel caso
    gli Utenti non utilizzino il servizio, lo stesso raccolga dati di traffico
    relativi alle pagine in cui è installato. È comunque possibile disabilitare i
    cookie direttamente dal proprio browser.
    Widget Video Youtube (Google)
    Youtube è un servizio di visualizzazione
    di contenuti video gestito da Google Inc. che permette a questa Applicazione di
    integrare tali contenuti all’interno delle proprie pagine.
    Dati personali raccolti: Cookie e Dati
    di utilizzo.
    Luogo del trattamento : USA –Privacy
    Policy
    Modulo dei commenti: la piattaforma di
    Blogger permette di commentare solo ad utenti iscritti su siti di terzi, a
    seconda del quale state utilizzando vi invito a leggere le loro rispettive
    privacy policy:
    - AIM
    - LiveJournal
    - Typepad
    - Wordpress
    NAVIGAZIONE ANONIMA
    Una navigazione senza l'utilizzo di
    cookie tecnici e di profilazione è possibile mediante quella che viene definita
    navigazione in incognito e che è fattibile con tutti i principali browser.
    Ulteriori informazioni sulla
    disabilitazione dei cookie su Firefox.
    Ulteriori informazioni sulla
    disabilitazione dei cookie su Chrome.
    Ulteriori informazioni sulla
    disabilitazione dei cookie su InternetExplorer.
    Ulteriori informazioni sulla
    disabilitazione dei cookie su Safari.
    Ulteriori informazioni sulla
    disabilitazione dei cookie su Opera.
    guspensiero.blogspot.com

    RispondiElimina
  25. Fusione non mi risponde. Cosa vuol dire quello che ho letto in vari p.c e cellulari. Spiegami tu. Sai che gli voglio bene. Lui non sa cosa gli sta succedendo nell'uomo blog...ma povero.
    Buona domenica francuzz.o Riprenditi bene.

    RispondiElimina
  26. Fusione?? ahah gussino non mi risponde..

    RispondiElimina

Sottolineature