sabato 27 febbraio 2016

IL CASO SPOTLIGHT (NON LO FATE SAPERE IN GIRO...)


Scoperchiare il caso pedofilia nella Chiesa, e in maniera così capillare e massiva, fu una bomba mediatica che all'epoca (2002) sconvolse a tutti i livelli...
Tutti meno la Chiesa.
Che forte della sua esperienza millenaria e delle malefatte collezionate in secoli di maramaldeggiamenti più o meno autorizzati/sopportati, non fece altro che trasferire il muto responsabile di quello scempio, da Boston a Roma... e nientepopodimeno che nella basilica preferita da Papa Bergoglio, Santa Maria Maggiore... hai capito che punizione!... un po' come il Marcinkus sottratto alla giustizia e spedito in Sudamerica a meditare..

Omertà e tendenza all'insabbiamento i codici di lettura contro i quali si sviluppa questa indagine,  che dovrebbe essere di esempio per tutto il giornalismo di inchiesta.



Il team investigativo del Boston Globe, Spotlight, sempre al centro di casi scottanti, si becca - a cavallo del 2001/2002, quindi anche con la rogna torri gemelle - la patata bollente degli abusi sessuali da parte di svariati preti su svariatissimi fanciulli.. casi coperti, imboscati e mai condannati, anche, e soprattutto,  con l'aiuto delle alte sfere ecclesiastiche statunitensi.

"Vuoi far causa alla Chiesa?!?" chiede un avvocato al direttore del Boston Globe. Della serie Davide contro Golia.

Si narra del probabile primo tentativo di colpire il sistema al cuore, la pratica metodica, la politica del malcostume in seno alla Chiesa,  spesso difesa dal tacito assenso, sviluppato dal senso della vergogna e dalla paura di vilipendio contro una Istituzione forte e decisa a non far trapelare nulla riducendo al minimo le responsabilità.



Quindi niente condanne, solo trasferimenti. Niente processi, solo preghiere a soprassedere, a lasciar andare. Nessun clamore o denuncia. Solo un quieto indugiare sospendendo ogni giudizio. Rimuovendo semplicemente le pedine.
Mescolamento delle mele marce,  rimettendole comunque in gioco, e lasciandole libere di avvelenare ancora.
Sofferenze, suicidi, vite spezzate.. tutto un corollario da sopportare in nome di Dio.

Spotlight da' finalmente una spallata alla struttura. 
Il metodo è stato non andare a caccia del singolo prete, volando comunque basso, ma risalire e comprendere come mai si reiterasse il sistema e nessuno venisse mai inchiodato alle sue responsabilità.
Colpire quindi la ragnatela di avvocati conniventi con le gerarchie ecclesiastiche, tutti volti a tacitare le vittime, mediante cura dei risarcimenti alle famiglie e anche invocando un'etica cappa di silenzio in nome del Timore di Dio.
All'epoca fu scandalo. E grosso.
Ma siamo sicuri che le cose siano migliorate? Fu appena una scalfittura?

Oggi abbiamo Papa Francesco che vorrebbe tirar fuori la Chiesa dallo Ior ma non riesce neanche a tirar fuori Bertone da un attico.

Come possiamo stare sereni? La Chiesa è fatta di uomini, si dice, e sono d'accordo.

Ma se diviene luogo di silenzio e copertura per ogni errore, non la esaltiamo di certo.   


21 commenti:

  1. La Chiesa e' composta da uomini e donne (le suore non sono da meno, parlo con cognizione)che decidono o meglio "ricevono la chiamata" e immolano la loro vita nella cura del corpo e dello spirito di tutti i peccatori e non! Eppure la storia ce ne ha tramandate di storie: Il Papa nei secoli ha sempre procreato! E allora dobbiamo semplicemente non avere timore di Dio e puntare il dito se subiamo/veniamo a conoscenza/ abbiamo sentito dire. Persino nei famosi diari di Andreotti, sono sicura potremmo ritrovare testimonianze a tal proposito. E come ci hanno tramandato le scritture: "chi e' senza peccato scagli la prima pietra". Si perché sapere e non denunciare e' un peccato perché si uccide l'anima di chi ha subito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto cara. L'omertà è da combattere. E i falsi ricatti etici con i quali si tenta di mettere il bavaglio a vittime innocenti. E poi non vacanze premio ai responsabili (e neanche attici..)

      Elimina
  2. Sugli scandali e sulle "magagne" della Chiesa di Roma sono stati scritti centinaia di libri e girati decine di film... niente di veramente nuovo, tutto sommato.

    Forse andrò a vedere Danish Girl.
    Tu che ne pensi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Danish non mi attira.. Santamaria in Jeeg robot invece mi ha piacevolmente stupito..

      Elimina
  3. se trovo tempo andrei a vederlo

    RispondiElimina
  4. Ho saputo che poco dopo lo scandalo il Vaticano probabilmente sentendosi minacciato ha aperto porte ...
    e finestre al cardiale. È qui da noi, in Italia da anni, oggi è un tranquillo vecchietto di 84 anni. Ha ricoperto altri ruoli ecclesiastici di grande rilievo In diverse città d' Italia. Quindi non è stato allontanato. Al male non mi abituero'e nemmeno mi rassegnero' mai! Sapevo dell' inquisizione, pedofilia e ruberie varie, ma mai avrei pensato la corruzione, minacce, intimidazioni. ..poveri bambini.
    Quando il cardinale e isuoi simili andranno all'inferno io li metterei nella cripte vicino a quella di renatino. Poco più in là, per abbellire, i quadri del pedofilo che tanto ha scandalizzato gussino. Epitaffio ? PER NON DIMENTICARE. 
    Il mondo oggi ride del cattolicesimo e degli italiani. I quadri regalati al Quirinale è un bello sfotto'. Ci sta bene. Tra diversi cattolici e mafiosi non so chi sia il più omertoso, falso e vile.
    Ovviamente non tutti sono così. Ci voleva Papa Francesco.
    Lui chiede continuamente perdono e perdona...Dio non so...Io non sarei poi coai tanto convinta. Il perdono perpetuo rafforza e alimenta il male.
    Gran bel film.

    RispondiElimina
  5. Silvy Silvana è il mio vero nome. Esattamente Silvana Fossati sono su fb...Mi conoscono, non vedo il perche' devrei nascondermi.
    Anche il faccino da quando ho aperto il blog è sempre stato il mio, continuamenre aggiornato, ovviamente mai di 20 o 30 anni fa, lo troverei falso e ridicolo.solo DIO Jon invecchia mai.
    Così tanto per chiarire.^_^
    Buona domenica.
    Ps ho visto su fb le tue bellissime foto...Maldive vero?

    RispondiElimina
  6. Non ho visto il film, ma mi trovi pienamente d'accordo. Del resto, se la Chiesa, nonostante tutti i suoi scheletri nell'armadio, resiste e detta legge da più di 2000 anni, ha di sicuro basi più che solide. Dubito che, almeno a breve, ci sia qualcuno in grado di scardinarle.

    RispondiElimina
  7. Si diventa prete per vocazione e i turbamenti si superano. Quando la fede vacilla la castità diventa un problema irrisolvibile. Per questo si trasferisce chi sbaglia invece di strappargli la tonaca e denunciarlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sembra "semplicistico" ridurre la "pedofilia in ambiente clericale" come un turbamento. Quando si fanno delle scelte qualsiasi esse siano, sappiamo sin dalla scelta che il percorso sarà limitato da alcune regole, se così vogliamo definire il rispetto per l'essere umano ancor di più se indifeso. L'homo sapiens ha de limiti, suvvia li conosciamo bene i nostri limiti, che non dovrebbero mai essere superati e se ciò avviene i simili dell'homo sapiens hanno il DIRITTO di denunciare e allontanare dal percorso coloro che li hanno violati. Ad ogni azione corrisponde una reazione!

      Elimina
  8. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma Franco perché non rispondi a gus e cancelli la verità? Mi interessa un tuo gentile, raffinato, educato commento. Tanto il significato rimane tale..Solo che urlando si sente di più. ..e soprattutto da fastidio la verità all' omertoso.
      Campanilismo blogger?

      Elimina
  9. E poi....
    Il pontificato di papa Francesco segna un cambio di marcia. E non solo per la sua vicinanza ai poveri, lo stile sobrio, la volontà di stare in mezzo alla gente. A due giorni dalla sua elezione al Soglio di Pietro, Bergoglio ha già preso una netta posizione sugli scandali della pedofilia che hanno macchiato la Chiesa.
    L'ATTACCO AL CARDINALE LAW. Durante la sua visita a Santa Maria Maggiore, il 14 marzo, il nuovo pontefice ha incrociato il cardinale in messicano Bernard Law, ormai in pensione e accusato di aver coperto i preti pedofili nella diocesi di Boston. Nel 2002, come ha riportato Il Fatto Quotidiano, Law fu costretto addirittura a dimettersi annunciando un ritiro spirituale che, però, non è mai avvenuto. Divenne invece arciprete della basilica romana.
    LA GIUSTIFICAZIONE DI LOMBARDI. BERGOGLIO DOPO AVRLO INCONTRSTO HA CHIESTO IMMEDIATAMENTE CHE FOSSE ALLONTANATO «Non voglio che frequenti ancora questa basilica», ha detto secco. Imbarazzato il portavoce della sala stampa vaticana Padre Lombardi che ha sottiolineato come la presenza di Law in basilica fosse una iniziativa personale del prelato 82enne. «Il cardinale Law», ha detto Lombardi, «era stato onformato dell'arrivo del papa e ha voluto essere presente in questo momento».
    L'IPOTESI DI ALLONTANAMENTO DEL CARDINALE. Sempre secondo il quotidiano diretto da Antonio Padellaro, tra le priorità di papa Francesco ci sarebbe proprio l'allontanamento definitivo del prelato per destinarlo alla clausura.
    Finora il Vaticano aveva chiuso più di un occhio sullo scandalo che aveva coinvolto il cardinale, contro cui aveva puntato il dito l'associazione Usa delle vittime degli abusi che ha raccolto le testimonianze di almeno 5 mila vittime. Tanto che Law aveva persino celebrato il funerale di Giovanni Paolo II, partecipando al Conclave che elesse Benedetto XVI.  Un atteggiamento, quello di Oltretevere, che già allora aveva suscitato l'indignazione dell'Ordine dei gesuiti, lo stesso a cui appartiene Bergoglio.

    RispondiElimina
  10. Non solo preti o cardinali. Ci sono blogger che al posto di nascondersi dietro link, nick falsi, foto di 40 anni fa (giusto per non farsi riconoscere)..o peggio ancora, sparire dentro google+ dovrebbero invece avere il coraggio di allontanarsi dal web. Non accetto assolutamente leggere cazzate da chi si crede di essere, e da anni, il predicatore della parola di Gesu' Cristo.
    Meglio un post "copia incolla" che un commento del ca..o che cozza proprio contro le parole del Papa.
    E qui mi fermo. Meglio non aggiungere altro. Il tutto arrivera' al momento opportuno.
    Buona domenica Franco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Silvana Silvy o chi cavolo vuoi essere.. se vuoi continuare a commentare qua sopra senza essere cancellata di continuo sei pregata di mantenere un livello di intervento accettabile che non irriti ne'offenda nessuno.

      Elimina
    2. L" essere, non l'apparire sono sempre io dal mio primo blog...sempre riconoscibilissima , il mio faccimo non è mai cambisto.
      Ma a volte mi piace cambiare nick...^_^
      Ps la verità finalmente ha trionfato anche nella notte degli Oscar. ..Quindi...silenzio.
      Io offendo chi offende. Ci sono 1000 bambini che sono stati violentata, ma saranno molti di più in giro per il mondo. Molti di loro si sono suicidati.
      Ma perché' non l' ha accolto lui a casa sua a fare il catechista per i suoi figli? Mi chiedo.

      Elimina
  11. Va bene. Hai ragione. Riscrivo meglio.
    Il Papa chiede continuamente perdono e perdona... io no e Dio non so... non sarei poi così  tanto convinta alle fine di tutto del perdono divino..Il purgatorio e l' inferno  staranno a guardare?
     Da anni sostengo e ne sono quasi certa che il perdono perpetuo alimenta e rafforza il male.
    Ma cio'  che disturba e mi innervosisce moltissimo e'  che nella blogsfera si sono certi soggetti ( lucrosi ma anche no) che da anni si arrogano il diritto di predicare la parola di Dio  ....La sensazione è  che spesso  si credono portatori di verità  assolute...
    Uno dei tanti eccolo qui sotto....e che google+ legga attentamente.

    "Sì  diventa prete per vocazione e i turbamenti si superano. Quando la fede vacilla la castità diventa un problema irrisolvibile. Per questo si trasferisce chi sbaglia invece di strappargli la tonaca e denunciarlo".....
    Papa Francesco legga per cortesia.

    Purtroppo e' un mio limite essere diventata intollerante e intransigente : vivo troppo la sofferenza del male, anche quello non mi appartiene... poi davero mi irrito e rispondo,  sempre a modo mio:
    Ma cheeee?  castità?!!!. Sarebbe il meno. SVEGLIAAAA!! La pedofilia è una grave malattia a tutti gli effetti  che va curata in ambienti medici o ospedalieri protetti, e non certamente a chi ne soffre i turbamenti va trasferito altrove,  magari proprio in altre chiese.  Ma certi soggetti riflettono su quello che scrivono?   Altre occasioni... ravvicinate fanno l'uomo-tonaca ( ma non solo) ladro, vile ....e schifosamente porco!
    Non mi smentiscono, purtroppo, le oscenita' e corruzioni sono dimostrati  anche nei giorni nostri e mi danno  ampiamente ragione ....
    Ecco in merito alla vicenda cosa sostiene Papa Francesco:

    RispondiElimina
  12. Ps Grazie Franco per l'amicizia ma...
    il tuo vero fb, quello che ho visto da una blogger di roma ( conosco il suo vero nome e cognome era diverso. Ma forse mi sbaglip ..
    Quanti ne hai?
    Cerca di essere più accettabile..ossia davero sincero altrimenti ti segnalo a google+
    :-)
    Un bacio


    RispondiElimina
  13. Vorrei vederlo il settimana poi ti dico..
    fantastico il tuo passaggio "..non riesce a tirar fuori Bertone da un attico"

    RispondiElimina
  14. E per concludere non accetto assolutamente di leggere cazzate da chi si crede di essere il predicatore della parola di Gesu' Cristo con saccenza e arroganza.  Lo sanno bene le "perpetue" che gli stanno vicino quando sbagliano o interpretano male come il professore le segna con la matitina rossa. E non è tanto gentile ne educato....leggibile a tutti peraltro.  Non racconto falsità

    RispondiElimina
  15. E poi mi pare, ma forse mi sbaglio, che nel tuo bellissimo post, scritto benissimo (bravo) non ti sei soffermato molto sul notevole, coraggioso gioco di squadra contro il male e chi da secoli si vuole nascondere.

    Nel caso Spotlinght mi è  piaciuto molto il gioco di squadra...sicuramente più interessato allo scoop giornalistico che alla solidarietà umana, ma comunque mi ha fatto riflettere ancora di più che non esiste alcuna diffamazione o violazione privacy quando non vengono denunciati fatti gravi, gravissimi..ma attenzione anche queli meno gravi, perché sappiamo che dalle piccole..tentazioni si passano alle grandi.  
    La diffamazione cos'è? Perché se dico verità provate devo essere denunciata?  E poi il giudice che fa? Premia il reato? Spotlinght prima ha faticosamente raccolto tutta la documentazione necessaria, ci sono voluti ...mi pare circa due anni, Successivamente  ha avvisato-querelato il cardinale che ha risposto altrettanto, querelano  per diffamazione... Il disgraziato.
    E fu cosi che il povero uomo fu  preso per le corna...il cardinale presuntuoso al posto di pregare Gesù Cristo ha beffeggiato ironicamente Spotlinght.
    Si sentiva protetto lui....
    In fase giuridica quando entrambi i soggetti querelano al processo ci vogliono,servono le prove. Spotlinght le aveva, Law è  stato un vile fesso corrotto, infamante per di più , peggio di un qualsiasi delinquente, proprio perché predicava la parola di Dio.

    RispondiElimina

Sottolineature