sabato 3 ottobre 2015

INSIDE OUT



Erano cinque le emozioni che ci accompagnavano nel cuore e nella testolina di Riley, l'ultima creatura Pixar, a caccia di una vita serena e spensierata.
Ma all'uscita dal cinema me ne trovo un'altra accanto, e bella corposa.

La delusione.



Le aspettative sono una gran bella cosa ma stavolta Pixar sbraga eccessivamente in questa introspezione psicologica che lascia al tappeto intanto una marea di bambini visibilmente spiazzati dai toni adultosi e pure un sacco di adulti che faticano - e io con loro - a trovare lo spirito bambino che li proietti sapientemente, come spesso accade in un lavoro a cartoni, in una dimensione adolescente spesso trascurata.


Gioia, Rabbia, Tristezza, Paura e Disgusto rappresentano uno squilibrato quattro contro uno che, seppur testato da autorevoli fonti e propedeuticamente indispensabile al positivo epilogo della pellicola, non rende giustizia all'eterna battaglia emotiva che tutti noi combattiamo quotidianamente nel nostro io.
La mente umana è regolata come un immenso Quartier Generale dove queste cinque emozioni base educano e indirizzano la crescita di Riley.
Ma tra memoria, subconsio e cura della personalità rischiamo di andare in confusione, mentre i bambini sommersi di popcorn caramellati e cocacola iniziano coscientemente a rimpiangere i Minions della sala accanto.
Speranza, Perdono, Sorpresa, Curiosità, Complicità, Desiderio.. sono tra le emozioni positive accantonate dalla pellicola con troppa facilità per far spazio all'unica eroina in grado di salvare la baracca quando gli eventi contrari faranno capolino, per quanto poi cerchi di coinvolgere, arrampicandosi su più specchi, anche il resto della truppa..


Il film poi è statico, monocorde, dalla scarsa inventiva, dal limitato coinvolgimento, stranamente frenato nell'originalità cartoonistica.
Manca verve, latita il genio, scarseggia la potenzialità che solitamente tracima dagli autori Pixar e ti ubriaca di soluzioni visive incredibili.
E' come se la Gioia, protagonista indiscussa del film, voglia e debba pagare eccessivo pegno. Rendendosi stucchevole protagonista di un film che non decolla mai se non in rarissime sequenze.


Insomma fa Rabbia constatare che Tristezza e un vago Disgusto si impadroniscano dei nostri giudizi fino a farci restare abbastanza male sulla poltroncina della multisala.

In più si aggiunge la fondata Paura che alla Pixar abbiano dimenticato come si affascina lo spettatore.. i Wall.E e gli Up sono lontani anni luce.

57 commenti:

  1. Risposte
    1. ..fai bene a fidarti degli istinti. . ;)

      Elimina
    2. Invece a me ispirava moltissimo...azz... :(

      Elimina
    3. ..il fatto di far parte dei protagonisti ti rende poco attendibile.. ihih..

      Elimina
  2. Un dilettante dell'introspezione. Un pasticcio psicologico. Una delusione immensa. Inoltre detesto i cartoni animati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..bellissimo "inoltre detesto i cartoni animati".. quelli fatti male.. aggiungerei..

      Elimina
  3. Non ho visto il film e non posso esprimere un commento spassionato, tuttavia devo dire che - a differenza di Gus - a me i cartoni piacciono, ma devono essere cartoni e non marionette e devo andare al cinema sapendo che vedrò: Pinocchio; Paperino; Tom & Gerry; e non un prodotto ibrido, che si vuole spacciare per novità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissimo la Pixar è pioniera della novità e del genio al servizio del cartoon.. stavolta cerca di sorprendere sul piano sceneggiaturiale finendo in un buco nero che lascia grezzo il cartone e sbraga vistosamente sul piano emotivo. Nonostante ben cinque emozioni a presunto pieno servizio... ;)

      Elimina
  4. Risposte
    1. ..e si.. anche i migliori toppano ogni tanto... in fondo sta piacendo.. bah!

      Elimina
  5. e che oramai nessuno ha più certezze, neanche i produttori di cartoni animati...un mondo globalizzato in crisi, di identità, solidarietà, amore, rispetto e GIOIA, non ha più strumenti, secondo loro, per STUPIRE, bambini sempre più famelici di tecnologia, mentre in verità, restano comunque bambini ancora semplici.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma interrogateli 'sti bambini "entusiasti".. ne ho visti un bel po' visibilmente turbati.. "a ma'.. ma che avemo sbajato sala?!"

      Elimina
  6. io l'ho adorato! http://firstimpressions86.blogspot.it/2015/09/inside-out.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di essere passata.. ho risposto da te.. ;)

      Elimina
  7. Anche a me è piaciuto! Non un capolavoro, ma un buon cartone per bambini.
    Non ho capito bene una parte della tua recensione: parli di toni "adultosi" e fatica nel trovare lo spirito bambino. Ma poi parli di una serie di emozioni che secondo te mancano ma che avrebbero spinto, a mio avviso, ancora di più la lancetta verso "adulto". Non credo che in un film di un'ora e mezza per bambini, sia facile parlare di complicità e desiderio senza complicare le cose.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho visto bambini rivolgersi ai genitori implorandoli di .. annassene a casa!!

      Elimina
  8. Io probabilmente mi sono appisolata in più di un momento e forse lo dovrei rivedere... però nemmeno a me ha lasciato chissà che emozioni.... ne sono rimasta delusa...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. All'inizio volevo mori' anch'io.. non credevo ai miei occhi.. un salto indietro di dieci anni...

      Elimina
  9. Franco, con tutto il rispetto: o sei troppo vecchio per questo film Pixar campione indiscusso al box office ma anche campione per critiche positive in tutti i portali di recensione, oppure non lo hai capito a fondo. :p Ma, conoscendo il tuo intelletto, propendo più per la prima, perché questo è un film d'animazione oggettivamente unico e bello. :)


    P.S. Non è un film propriamente per bambini, e credo si fosse capito fin dall'inizio, quindi rimpiangere i Minions è a dir poco dissonante. ;)

    Ispy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ispy caro.. non so se preferire il "vecchio" al "tonto".. ma potrei esserlo entrambi, come più facilmente - almeno in questo caso - nessuno dei due.
      Intanto mi fa specie che che un persistente portavoce dei bastian contrari si appecoroni cosi facilmente solo perché cosi ordinano "tutti i portali di recensione", in secondo luogo ti pregherei di leggere attentamente prima di prendere toppe: Sono i bambini in sala che rimpiangevano i Minions, non io. Caso mai ho rimpianto Sopravvissuto, nell'altra sala ancora.. eheh..
      Io sono un fan della Pixar da quando tu vedevi Jeeg Robot. Ho visto crescere la costola Disney e ho amato tutto di codesta a iniziare dai corti prelungometraggio, spesso gioielli inarrivabili.. e dovevano drizzarsi subito le antenne sin dal corto (Lava) che precede Inside Out, anche questo di una regressione imbarazzante (ecco, mancava giusto l'imbarazzo alle emozioni procurate dal film..).
      Questo film d'animazione rappresenta una brusca virata verso il pippaggio mentale che toglie spazio al genio e alla creatività.
      Poi ognuno la pensi come crede, ma se conosci un minimo di pregresso Pixar non puoi negare la rozzezza di certe soluzioni rispetto al cartone di qualità. Il problema è solo uno: si è tentato il salto di qualità intellettuale, andando a sfrucugliare temi e dinamiche care ad altro cinema.. poi c'è anche chi resta a bocca aperta.. buon per lui. A me non basta. ;)

      Elimina
    2. Guarda che io mi riferivo ai bambini non a te, ma hai letto il mio commento? :)

      Non so cosa volessi dire tra portavoce, bastian contrari e appecoroni, ma di fronte all'oggettività, la soggettività vale meno di poco anche se opinabile. ;) Ora, ok, non ti è piaciuto, e poiché hai apprezzato molto l'evolversi della "costola Disney" sicuramente fin da tempi più remoti rispetto ai miei, sei ancora fossilizzato su certi classici che ora come ora non potrebbero più riproporsi, indi, "vecchio". ;) - Un'altra carica dei 101, per inciso, non me la darà più nessuno. ^^

      Io anche scrissi una recensione per Inside Out, non so se l'hai letta, ma di sicuro sei una voce fuori dal coro, ma questo di certo ti rende comunque libero di dire: "ok la critica positiva, ok recensioni formidabili, ok il boom al box office, ok il riconoscimenti, ok la candidatura all'Oscar, ok il plauso degli psicologi, ok il successo mondiale in tutto e per tutto come pochi... ma a me non basta." ;) Dopotutto anche per me l'Everest non è una montagna abbastanza alta per le mie ambizioni, eppure al mondo non c n'è di più alta. :)

      Ispy

      Elimina
    3. Chiedo scusa se m'intrometto in questo interessante e vivace dibattito, ma vorrei precisare che "essere una voce fuori dal coro" è un fatto positivo, è indice di autonomia e libertà.

      Elimina
    4. Ispy l'ho letto il tuo commento. Pensi davvero che i bambini siano entrati ad Inside out per sviscerare le tematiche emozionali che ci si agitano dentro? Ahah..

      Elimina
    5. E ancora ahah.. io fossilizzato? Io campo di motion capture e sono forse tra i pochissimi a non farsi prendere in giro dal turbine di finto 3D che gira ormai indisturbato... sono orgoglioso di aver apprezzato un mirabolante A Christmas Carol forse unico fin'ora ad aver coniugato il motion capture in stupefacente 3D e anche un micidiale Dragon Trainer dove la Dreamworks dimostra di poter dare filo da torcere a tutti in qualsiasi..dimensione!
      Fossilizzato!.. ahah.. io guardo avanti oggettivamente.. posso guardarmi pure Fantasia.. ma quella di Bruno Bozzetto.. recuperala caro..che forse è il caso..

      Elimina
    6. è decisamente per un pubblico adulto...intendo over i 16 anni in poi.
      Un bimbetto di 6 anni che vede tutti ste minchiate di emozioni, che si dibattono dentro il suo cervelletto, mentre la protagista cerca " la risposta"
      o alto, restano incomprensibi.È un oggettivazione che non possono comprendere, semplicemente perché hanno appena compreso e metabolizzato di essere un essere unico, globalmente parlando, e non lo dico io, ma la neuro scienze.Infatti , di contro, per comprendere meglio, quello che spero tento di aver spiegato, c'è la parodia di The Jakal sulla risposta della miss Italia...dunque comprensibile ad un pubblico " adulto"
      mannaggia che fatica oh commentare da te, si blocca...cancella qualche cache ciao :)

      Elimina
    7. ..ecco la parodia di the jackal era esattamente quello che mi aspettavo!! ..che intendi per cache? sai che sono un profano a riguardo? Dammi qualche dritta e io provvedo.. se vuoi scrivimi anche per mail.. flampur@gmail.com

      Elimina
    8. @Guard.del faro: essere una voce fuori dal coro mica è una colpa, anzi, ma io stavo solo parlando di oggettività, e che a Franco il film non sia piaciuto è più che legittimo, ci mancherebbe, anche se è una mosca bianca. Tutto qui. Grazie per il tuo intervento di difesa. ;)

      @Franco: scusa Franco, dove avrei asserito che i bambini sarebbero entrati in sala per sviscerare le meccaniche della psiche? Me lo evidenzi? Nei commenti ho più volte rimarcato che Inside Out non può essere definito un film per bambini, e l'ho scritto anche nel mio post. Stavolta la Disney ha voluto abbracciare in maniera più eterogenea il suo pubblico, ecco perché questo film ha riscosso così tanto successo!

      Il bambino ovviamente può vedere questo film, che capirà così come un bambino può capirlo, di certo se visto tra qualche anno per loro sarà diverso, e io trovo ancora più eccezionale questa caratteristica, poiché i bambino potranno vederlo a 5, 10 e poi a 13 anni, e ogni volta sarà un'avventura diversa. Un esempio calzante è il Piccolo Principe che ti fanno legger (per forza) a 7 anni, e ovviamente non cogli tutti i messaggi profondi che Exupèry vuole regalarci, ma solo crescendo e continuando a leggerlo e rileggerlo cambia il tuo punto di approccio verso uno dei racconti che ha cresciuto i bambini dalla generazione dei miei nonni.

      Denoto che il termine "fossilizzato" non t'ha poi così tanto garbato... ho colpito un nervo scoperto? :p Ok, sei un intenditore, bravo, complimenti, ma il mio commento era relativo ad Inside Out e non a tutta la branca Disney, altrimenti rischieremmo di parlarne per ore. ^^

      P.S. Caro Franco, per tua informazione, io con "Fantasia" ci sono cresciuto. ;) Non sentirti il conoscitore assoluto di questo mondo. ;)

      Ispy

      Elimina
    9. Hai solo affermato che "rimpiangere i Minions è a dir poco dissonante". Si capiva che attribuivi a me questa dissonanza, sbagliando. Se invece la attribuivi a dei ragazzini, sbagli ancor più. I ragazzini non hanno dissonanze, hanno preferenze.
      Non conosco in maniera assoluta questo mondo. Come non conosco le persone. Infatti non mi permetterei di darti del fossilizzato in alcunché. Non so se rendo l'idea...

      Elimina
    10. >Ispy scrive:
      > anche se è una mosca bianca

      Sono anche io una mosca bianca, egregio Ispy, sapessi cosa penso di certi film che tanti spacciano per capolavori...!!

      Elimina
    11. Contenti voi di rigirare una frittata già bruciata, contenti tutti. Io so che cosa ho scritto, e voi sapete a vostra volta ciò che ho inteso. L'italiano non è un'opinione, ciò che invece volete capire della mia locuzione è del tutto opinabile, ma vabbè, vi lascio alle vostre convinzioni e mi riferisco non ai vostri gusti, ma ciò che avete voluto intendere per non aver torto marcio. ;)

      Ispy

      Elimina
    12. Sono d'accordo: l'italiano non è un opinione. Fattene una ragione anche tu ;)

      Elimina
    13. E' molto puerile il tuo atteggiamento caro Franco, solo per il semplice fatto che non riesci ad asserire un concetto che ti è scaduto tra le mani molti commenti fa... quindi, auspicandomi che non sia la tua età a giocarti questi brutti scherzi, te lo ripeto dolcemente: io ho scritto che accostare i Minions ad Inside Out è dissonante, magari se avessi scritto "poco c'azzecca" lo avresti colto prima come termine? Ma non credo sia una questione di sostantivi, perché se l'accostamento Inside Out - Minions non s'armonizza a mio parere, di certo non l'ho scritto così tanto per darti occasione di aggrapparti a questa cosa per dirmi cosa ho o cosa non ho sbagliato.

      Bene, ora siccome tu hai scritto: "mentre i bambini sommersi di popcorn caramellati e cocacola iniziano coscientemente a rimpiangere i Minions della sala accanto" - io ti dico che, non solo Inside Out è strapiaciuto ai bambini, ma non sono due prodotti che si possono accostare negli intenti delle trame. Devo anche spiegarti il perché? Mi auguro che tu ci arrivi da solo. ;)

      Ispy

      Elimina
    14. Adesso Inside out sarebbe addirittura "strapiaciuto" ai bambini? Ma dove vivi?
      Capisco che vuoi avere l'ultima parola, come i bambini che vanno pazzi di Inside Out, ma allora bastava dire: scusa Franco, mi sono spiegato male, ovvio non possa biasimare dei bambini che rimpiangono i Minions.. e te l'avrei lasciata. L'ultima parola. ;)
      p.s. i bambini che che si infervorano "sull'intento delle trame" sarebbero carini da vedersi.. tipo in quelle trasmissioni di genietti precoci.. ahah
      Buona vita caro!

      Elimina
    15. Vivo vicino ad un cinema dove sono state organizzate visioni di questo film a ragazzini delle elementari, che sono usciti tutti sorridenti e divertiti, imitando le "emozioni" che hanno conosciuto nella pellicola... e avendo molti cugini piccoli, i quali ho accompagnato, ho potuto vedere in prima persona le loro reazioni e quelle dei suoi compagni, e la pellicola è strapiaciuta.

      No, non ti dirò che mi sono spiegato male per darti una misera consolazione in cui crogiolare il tuo orgoglio, perché io mi sono spiegato egregiamente, sei tu che cominci a perdere colpi e capisci a tratti e quindi esigi l'ultima parola come i vecchietti che giocano a bocce il sabato pomeriggio. Io me ne sbatto, perché so ciò che scrivo, ho avuto modo di constatare la reazione dei bambini alla visione della pellicola, ribadisco che i Minions non si può accostare ad Inside Out, e se tu ami così tanto sottovalutare l'intelligenza dei bambini è un problema tuo, perché la realtà è un'altra. Mio cugino di sei anni, mi ha detto: "ma di notte i sogni vengono nascosti da Gioia sennò Tristezza li rovina?" - E ti ho detto tutto... io ti lascio alle tue limitate convinzioni, non mi va di demolirtele, perché magari ti fanno stare anche bene, ma non venirmi ad insegnare come e cosa devo dire, perché non te lo puoi permettere.

      Sì, per me buona vita, e ti ringrazio, e per te buona pensione. ;)

      Ispy

      Elimina
    16. Magari buona pensione!! ..conto gli anni.. pochi per fortuna.. chissà voi invece, ragasuoli di belle speranze che non accettano insegnamenti ma dispensano solo verità assolute.. chissà voi, dicevo, quando ci andrete mai in pensione..(a meno che non si tratti di una all inclusive in Riviera di Romagna..). Va be'.. direi che basta.. e ti prego non demolirmi le mie convinzioni.. potrei convincermi di aver avuto fin ora un'idea dell'italiano tutta mia.. ;)

      Elimina
    17. Io alla pensione non ci penso onestamente, penso al presente, e quel che sarà, sarà... di certo io ho una vita davanti. ;) Quello che dispensa verità assolute qua non è il sottoscritto, questo si è capito, io testimonio ciò che vedo e lo racconto a parole, difendendo ciò che tu vorresti che io ritrattassi per una tua soddisfazione personale, ma con me non funziona così. ;)

      Be', se scrivi "fin ora" tutto staccato, capisco appunto che hai un'idea tua dell'italiano, e te ne pregi anche. Vabbè!

      Ispy

      Elimina
    18. Parliamo lingue diverse. In tutti i sensi. E anche col fin ora (versione vintage ma perfettamente corretta) che ti ho messo a bella posta hai dimostrato ancora una volta di fermarti a guardare il dito mentre ti indicano la luna. Su una cosa devo darti ragione.. hai una vita davanti..
      e tempo per crescere. Ora, se puoi, cerca di non farmene più perdere a me, che ne ho molto meno.. ahahah

      Elimina
    19. Sì, parliamo lingue diverse, e immaginavo che avresti tirato fuori il discorso del "fin ora" arcaico, infatti te l'ho segnalato apposta, e ti rispondo con una frase che mi rivolse il mio prof. d'italiano: "se scrivessimo i temi con la grammatica arcaica, il voto più alto sarebbe un 4"... peccato che l'accademia della Crusca non ammette il "fin ora" scritto in questo modo, pur riconoscendo una forma arcaica comunque errata se scritta oggi. ;)

      Comunque non mi fermo a vedere il dito che mi indica la luna, perché tu vuoi indicarmi la tua idea come l'unica idea possibile e vera, e se non la vedo come te allora sarei in torto... e no, non ci sto. Questo discorso lo abbiamo affrontato in lungo e in largo. Io ho esposto le mie idee fatte ti testimonianze vissute in prima persona e tu una tua idea campata in aria, ma vabbè, amen, se ti sta bene a te figurati a me, io so quale sia la verità riguardo alla reazione dei bambini ad Inside Out e continuerò a ripeterlo fino allo sfinimento, per me non ci sono problemi.

      Io non voglio farti perdere tempo, sei tu che lo dedichi a me, per cui se hai cose più importanti da fare che rispondere a me, non vedo perché continui a farlo. Sì sì, io ho tempo per crescere e migliorarmi, su questo non ci piove, così come tu hai tempo per non poterlo più fare. ahahah

      Ispy

      Elimina
    20. A forza di chiacchiere ha (ri)perso il filo dell'iniziale contendere.. ma avendo toppato da subito hai tutto l'interesse a spostare il tiro. Hai scritto che io rimpiangevo i Minions, io ti ho solo detto che non era questo che intendevo e che avevi capito male. Bastava dire: scusa, ho capito male. Invece no. Sei andato in fissa e continui ad inanellare figura da pirla come col "finora". Insisti pure. Siamo qua.

      Elimina
    21. E' sempre meraviglioso vedere un adulto che si arrampica sugli specchi per non fare quella figura da "pirla" che affibbia all'altro, per paura che l'altro prima la affibbi a lui. Poi da un ragazzo a cui potresti essergli nonno la figuraccia sarebbe doppia addirittura, per cui perché dovresti essere tu a chiedere scusa? Per la legge del rispetto e del nonnismo dovrei essere io, vero? Ma ti attacchi al tram con me. Non ti dico che ho sbagliato proprio perché non ho sbagliato, altrimenti a differenza tua non avrei avuto problemi a dirlo, sei tu che hai capito quello che volevi capire, altrimenti ti saresti sentito scavalcato da un ragazzino... e poi come avresti potuto cibare il tuo orgoglio? Eh no, dev'essere un lavoraccio, quindi tanto è valso rigirare la frittata, inventare siparietti da caserma con frasi fatte, e parole messe lì a mo' di una trappola in cui tu stesso sei caduto e per di più non riesci ancora ad afferrare il mio discorso.

      Ora veniamo al discorso dei Minions su cui cerchi di far leva per regalarti una ragione che non ti appartiene fin dall'inizio, poiché tu sostieni che IO avrei detto che TU rimpiangevi i Minions. Ma DOVE? Ahahaah, io non l'ho scritto! Spero sia miopia e non prodromi di demenza, anche perché te l'ho ricalcato più e più volte. Ora te lo incollo, così nemmeno sforzi i tendini nel far scorrere la rotellina del mouse: "P.S. Non è un film propriamente per bambini, e credo si fosse capito fin dall'inizio, quindi rimpiangere i Minions è a dir poco dissonante. ;)"

      Poi, dopo che nel tuo primo commento di risposta ti ho rimarcato che non parlavo di te che rimpiangevi i Minions, ma dei BAMBINI, ti ho riscritto: "Guarda che io mi riferivo ai bambini non a te, ma hai letto il mio commento? :) "

      E così ad un certo punto non sapevi più dove andare a parare, ed ecco che hai messo in mezzo il discorso: "Pensi davvero che i bambini siano entrati ad Inside out per sviscerare le tematiche emozionali che ci si agitano dentro? "

      (continua...)

      Elimina
    22. (...)

      Avendo tu quindi glissato il discorso nel non aver fatto finta di capire il tuo sbaglio, hai virato sui bambini prodigio per recuperare la strada perduta nei tuoi commenti... io ovviamente ho risposto anche lì, e hai rigirato la frittata nuovamente sui Minions, per cercare di creare una sorta di confusione in cui io, per tua speranza, non mi sarei più potuto districare, e hai scritto: "Hai solo affermato che "rimpiangere i Minions è a dir poco dissonante". Si capiva che attribuivi a me questa dissonanza. " Bene, in quel commento non solo hai cercato di confondere gli intenti, ma hai anche ritrattato... ora non avevo più detto che a te i Minions non erano piaciuti (e infatti non l'ho detto) ma che TU avevi inteso in quel modo. Ecco... te la sei cantata e suonata praticamente.

      A quel punto ho capito che non sapevi più che pesci prendere, ti ho risposto dicendoti che i bambini avevano apprezzato Inside Out raccontandoti la mia esperienza, cosa che tu non ritenevi possibile per motivi a me ancora ignoti, e il fatto che ti abbia contraddetto ti ha scosso l'orgoglio, e allora hai cominciato a sparare frasi insensate del tipo: "l'italiano non è un'opinione... parliamo due lingue diverse." Avendo notato che stavi per cedere, seppur senza ammettere il tuo errore, ti ho lasciato dire, ma poi, dulcis in fundo... quel "fin ora" ti ha ridato carburante per riprendere in mano quella frittata non solo bruciata, ma anche marcia con la quale non sai più cosa fare... ed ecco la commedia: "ho messo quel "fin ora" per farti abboccare."WOW, che stratagemma artato e arguto che mi hai teso! Roba da uscir fuori di testa! Ammesso che tu hai toppato con quel "fin ora" che talvolta scrivi anche fin'ora nei tuoi post (peggio che andar di notte), ho chiamato la mia amica che lavora all'Accademia della Crusca, chiedendole se l'avverbio finora si potesse scrivere staccato... e ovviamente mi ha detto che non si può assolutamente, è un errore... a meno che tu non frequenti una scuola in cui sono ancora fermi al '600. ;)

      Quindi, caro Franco, qui il "pirla" (riutilizzo il tuo aggettivo) sei tu... e prima di rigirare frittate, arrampicarti sugli specchi e cercare di gabbarmi, o ti informi su chi hai di fronte, o ti rileggi i commenti e cerchi di comprendere ciò che ti ho scritto e che più volte ti ho sottolineato, o altrimenti lascia perdere. ;)

      P.S. Troppo facile farmi passare da "pirla" e da calcolatore... prenditi le responsabilità di quello che scrivi e di quello che NON hai capito e rivolgi quelle frasi sul "chiedere scusa" che hai rivolto a me a te stesso, che ne hai bisogno, perché scripta manent ed è sotto gli occhi di tutti.

      Ispy

      Elimina
    23. Madonna tu sei pericoloso, per te stesso e per gli altri. Ora capisco le tue turbe.
      "P.S. Non è un film propriamente per bambini, e credo si fosse capito fin dall'inizio, quindi rimpiangere i Minions è a dir poco dissonante. ;)"
      Falle leggere questa alla tua amica cruschina. Poi dille che - secondo la tua mente contorta - non era l'autore dell'articolo a rimpiangere i Minions. Auguri.

      Elimina
    24. Sì, hai ragione. Son pericoloso per le persone come te che credono di avere sotto scacco chiunque abbia di fronte, e che di colpo si vedono crollare le loro certezze davanti qualcuno che gli dà del filo da torcere. Ma forse più che "pericoloso" sarei "scomodo", ma alla fine poco cambia.

      La mia amica "cruschiana", molto più colta, preparata e in gamba di te, può solo esserti un esempio, quindi sminuirla con questi aggettivi risibili fa di te una persona dalla tiepida intelligenza.

      Visto che la frase dei Minions te l'ho spiegata fin dall'inizio, - e bastava che dicessi che avevi capito male e amen - ora a te non rimane che aggrapparti a quella personale tua idea contorta che hai covato dentro, io credo che la tua figura di merda sia lapalissiana, quindi c'è ben poco d'aggiungere.

      P.S. Le turbe, caro anzianotto, ce le avrai tu e il tuo ego, che ti sovrasta in un modo in cui non ti rendi nemmeno conto. Ti consiglio una visita dal neurologo per i tuoi primi accenni di demenza, e comincerei a guardarmi intorno per una badante polacca, potrebbe servirti a breve, visto che stai perdendo lucidità a vista d'occhio. ;) Io, nel mio canto, continuo sulla mia strada, perché non sai quanto mi diverto con i pazienti geriatrici come te!

      Ispy

      Elimina
  10. Ciao Franco, io sarò vecchia e fuori dal coro ma i cartoni vecchia maniera ancor oggi li vedo volentieri, quelli di Disney, Tom e Gerry, Silvestro e Titti...ancora ne ho in VHS quando mio figlio era bimbo.
    Un salutone.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..Wile Coyote e Road Runner della Warner bros stanno ancora anni avanti a tutti.. specialmente certi giapponesi..

      Elimina
  11. Interessante il tuo punto di vista. Ne ho sentito parlare bene pratiamente all'unanimità. Faccio bene ad attendere sempre il piú possibile prima di vedere un film.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yzi il film mi ha probabilmente deluso perché ero portatore sano di svariatissime aspettative, e ho pure rotto le palle a tutta la compagnia insistendo per la visione del medesimo .. magari assistendo con più distacco "emotivo" - visto che quello è l'argomento - si potrebbe apprezzare di più.. chissà.. forse bisogna entrare malinconici ed uscire con gioia..io ho fatto il contrario... ;))

      Elimina
    2. Rispondimi sinceramente: è al livello di poesia e tecnica di Monsters & Co.?
      Se sí lo proverò, se no mi riguarderò Monsters & Co. e sarò piú felice e sarà contenta, da quanto leggo, Gioia! :)

      Elimina
    3. ..ma neanche de Gli Incredibili.. ;)

      Elimina
  12. Il vero cartone animato, dedicato principalmente ad un pubblico scevro da ogni condizionamento, dovrebbe suscitare meraviglia, solleticare ancora di più la fantasia, far sognare ad occhi aperti un luogo ove tutto può accadere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ogni più piccolo approccio alle più svariate situazioni dovrebbe suscitare sorpresa e meraviglia. Non tutto può riuscirci. ;)

      Elimina
  13. Ciao. Io l'ho trovato bello, profondo e divertente. Questione di gusti. Ho pianto pure per un paio di minuti con mia figlia di 9 anni, verso la fine. Riconosco che non è un film per bambini piccoli, troppo complesso. Ma dagli 8 anni in su è godibilissimo. Sì, mancano una serie di emozioni, magari ce le proporranno in inside out 2 che, visto l'enorme successo di questo, con molta probabilità verrà realizzato. Ciao!

    RispondiElimina
  14. No, a me neppure ha ispirato troppo il trailer, e poi per me un cartone deve essere cartone e basta :-P
    Infine alle recensioni meravigliose non credo più: l'ho fatto con Babadook e sono rimasta basita!Mai aspettarsi troppo da un film: la delusione è peggiore di quelle d'amore :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che ç°:?^?*/ BABADOOK! Un orrore di film... e io che t'ho pure dato retta! ^^

      Elimina
  15. Giorni fa la mia nipotina (saluti a Paola che dice che non posso chiamarla tale, ma chissene ^^) mi ha detto "Zio voglio vedere Inside Out" e io "Che?" e lei "Non lo conosci?!" e io "No" e lei "Ma dove viviiiiii!?!?!?!?" :DDDDDD

    Povero me, sono proprio... out! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'unica nipotina che hai ancora dice solo "mamma, acqua, bau e ciauuu" xD
      Franco, quanta pazienza devo avere, vedi?!

      Elimina
  16. Non mi ha cambiato al vita lo ammetto ma a me il personaggio di Tristezza è piaciuto un sacco!! ;)

    (acciderbolina che critica profonda che ho fatto ahahahha)

    RispondiElimina

Sottolineature