martedì 27 ottobre 2015

ARROSTICINI OFF LIMITS



L'organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato cancerogena la carne rossa.

Basterà cuocerla un po' di più?



43 commenti:

  1. Ci sarebbe un'altra soluzione: quella di non mangiarla proprio! Si farebbe un piacere al proprio corpo (mangiare un cadavere non è il plus ultra dell'alimentazione) e all'animale, mantenendolo magari in vita. Abbraccio
    PS dimenticavo di specificare che io sono vegana, buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Saremmo già tutti morti. L'altra sera io ho quasi battuto il mio record, diciotto arrosticini :-)

      Elimina
    2. Anch'io vegano. Arrosticini solo di pecore vegetariane.

      Elimina
    3. Chissà che un domani non "costruiscano" una pecora Dolly vegana... oggi tutto è possibile
      Buona giornata

      Elimina
  2. E che mi frega, tanto non la mangio!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mia monella.. invece ogni tanto.. tra un tramonto romano e l'altro.. 'na coratella o 'na coda alla vaccinara.. un rigatone co' la pajata.. bleahh!!!

      Elimina
  3. Di carne ne ho sempre mangiata poca, preferisco di gran lunga: pasta, legumi ed ortaggi.
    Comunque, in un'epoca in cui tutti vogliono legittimare la propria esistenza a tutti i costi, non mi sorprenderei che spuntasse fuori un'altra commissione e sentenziasse che anche le coccole sono cancerogene.
    .
    .

    ^___*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guardiano stai sereno allora. Te e le coccole state agli antipodi.

      Elimina
  4. Stai parlando con una vegetariana ascendente vegana.... so che il fisico comincia a star meglio quando mangi in un certo modo.
    (asc perchè non son ancora del tutto riuscita a esser vegana, mangio ancora le uova (se allevate in un certo modo) e unpò di formaggio)

    Se ripenso invece come son stata attaccata per la mia scelta e ora legger questo della sanità mondiale (che lo dicevano anch eprima, ma non era passata la notizia... ), ti giuro che a qualcuno andrei sotto casa a suonargli il campanello e dirgli .... "Scusa sei tu quello che mi diceva che sparavo stronzate e tutte falsità e che ero mezza loca?"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..credo che il fisico inizi a star meglio quando stai bene di testa e di cuore. A prescindere cosa ti mangi.. se mi sequestrate gli arrosticini potrei morire di malinconica inedia, ad esempio..

      Elimina
  5. Bisogna capire, in queste prese di posizione, quanto ci sia di religioso (veganesimo, animalismo etc.).
    Ciò che riguarda alimentazione rimane una delle branche più complesse e inestricabili per quanto riguarda la nostra specie.
    Gli eccessi ripetuti, sistematici, fanno SEMPRE male.
    Se uno bevesse 30l di acqua al giorno? Allora, cosa faccia, dichiariamo l'acqua pericolosa per reni etc.?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. UomoCoso, in realtà TUTTO è cancerogeno.
      Esempio: tutti i prodotti a base di farine di qualsiasi tipo o le verdure essiccate (es. fichi secchi) contengono una certa percentuale di aflatossina prodotta da certe muffe che attaccano le granaglie. Questa tossina è tra le sostanze più cancerogene conosciute. Molti vegetali di perse sono tossici e questo dipende dalla evoluzione che porta le piante a diventare velenose per scoraggiare gli erbivori e i parassiti, mentre questi ultimi diventano meno sensibili ai veleni della pianta. Vogliamo parlare di tutte le sostanze chimiche che usiamo per qualsiasi cosa, dalle vernici agli additivi alimentari o quelli adoperati per il dentifricio?

      Periodicamente i giornaloni pubblicano qualche notiziona che abbatte un settore merceologico, la mucca pazza, l'influenza aviaria, ecc.

      Elimina
    2. AIUTO...Sono d'accordo con Uomo e peggio ancora con LORENZO!!!
      cmq la ricerca è stata svolta in America, sulla base di un'alimentazione non mediterranea, per una popolazione che registra la più altra incidenza di obesi del mondo ed i parametri della concentrazioni di ormoni, farmaci et altro, nettamente diversi dai nostri (italiani) parametri.Ridimensionando la notizia, che è anche un diversivo per parlare di altro. in questo momento di elezioni in diverse parti del mondo, è sempre utile per tenere le persone incollate alla tv a sentire gli esperti, piuttosto che informarsi del perchè il nostro Premier è a Lima, giusto per citare una cosa...
      Rifacendosi poi ai vecchi detti, il troppo stroppia, come in tutte le cose.
      Quello che invece vorrei sottolineare, è che facendo ricerca sugli antichi pompeiani, i cadaveri diventati pietra per capirci, si è visto che erano in ottima salute, e a parte, i prodotti importati poi successivamente dall' america (pomodori, cioccolato, patate, mais, peperoni e peperoncini per citarne qualcuno) mangiavano come noi, anzi rispetto alla nostra attuale alimentazione, anche cacciagione. Dunque, tranquilli e, godetevi la vita
      mica vorrete che la morte vi trovi sani? ;)

      Elimina
    3. ahah.. condivido tutti e tre ovviamente.. tra esigenze occulte di mercato, esasperazioni ideologiche e svariate credenze si rischia come al solito di esagerare.. siamo adulti ormai.. più male di cosi difficile riuscirsene a fare ormai.. magnamose tutto!!!

      Elimina
    4. Degli antichi pompeiani sono rimaste solo (poche) ossa. I "corpi" in realtà sono dei calchi in gesso ottenuti iniettando il gesso liquido dentro i vuoti creatisi nella cenere vulcanica dopo che il corpo si è disintegrato.

      E' anche ovvio che la gente fosse in "ottima salute" perché una qualsiasi infezione o disfunzione corporea a quel tempo conduceva alla morte, quindi o eri in salute o eri morto. Mancava lo stato intermedio, cioè i malati e quelli affetti da qualche menomazione.

      Nel caso nostro il problema sono le "notizie", che in realtà altro non è che propaganda.

      Elimina
  6. L'ho sentita questa storia. Boh... io penso che se stessimo a vedere tutto quello che mangiamo (e non solo), scopriremmo che è tutto pericoloso... :| Ovviamente questo non vuol dire fregarsene, però... rende l'idea, magari adesso ci si concentra sulla carne e non sappiamo che i legumi che prendiamo da determinate zone magari con le radiazioni, o coltivazioni con vicino rifiuti tossici.... ehhhh

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..tutto sommato.. basta stare in campana quando a casa di Paola cospargono tutto di quella polverina rossa esplosiva...

      Elimina
  7. Ecco un caso in cui i daltonici sono avvantaggiati (o svantaggiati a seconda dei punti di vista) 😉

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come appare la carne rossa un daltonico? C'è una daltonicità preferenziale oppure il pollo appare comunque violetto come dopo un bombardamento atomico?

      Elimina
  8. il troppo fa sempre male. negare che mangiare carne spesso faccia male è uno schiaffo all'intelligenza, andare negli states per dire..... detto questo, a sensazione noi tutti dovremmo mangiare meno carne, decisamente meno. ma non farla scomparire dalla nostra dieta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I polli allevati in batteria a pop corn farebbero meno male? Fosse almeno caramellato. Il popcorn dico.

      Elimina
  9. No. Cuocerla di meno, oppure mangiarsi lo stuzzicadenti alto e buttare la carne.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo stuzzicadenti è cancerogeno dal 1974 caro Gus...

      Elimina
  10. Non l'amo e non l'ho mai amata tanto la carne, anzi...
    preferisco legumi, ortaggi, verdure, pasta, frutta...
    Il problema è però che ogni tanto "qualcuno" salta fuori e proclama questo e quell'altro alimento dannoso...e ci si chiede se non sono "strategie" (o spauracchi) industriali.
    Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah be'.. la pasta è la pasta.. ma un filetto ogni tanto perché no?

      Elimina
  11. Io me la mangio. Poca o molta che sia. Punto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..ma per forza.. e poi ne mangio poca.. e comunque non fumo (questa era per la teoria delle sommatorie)

      Elimina
    2. C'è un'amica che ne va pazza.. non per la carne rossa.. per le sommatorie.. gli risolvono un sacco di crisi di coscienza che sarebbe ridicoli per eventi singoli.. e allora li cumula in sommatorie...

      Elimina
    3. Perfetto. Allora sto in una botte "de fero" non fumo nemmeno io. Evviva le sommatorie :-)

      Elimina
    4. allora pure io, e vado al rialzo,oltre a nn fumare, non bevo e non mangio zuccheri.

      Elimina
    5. ..ci sono sommatorie e sommatorie....

      Elimina
    6. si.. sommatorie di tante piccole cose che alla fine sono troppe.. troppe...

      Elimina
  12. A me la carne rossa non piace proprio da sempre.

    Comunque non amo molto chi estremizza troppo, né da una parte, né dall'altra. Sai come risponderebbe ad esempio mia nonna, se le dicessi che non mangio l'alimento X perché hanno detto che fa male?Che ai suoi tempi così si viveva e così i suoi figli sono cresciuti e vissuti.
    Che certo, i tempi di allora erano altri e molte cose non si sapevano o erano diverse, ma un puntino di verità..

    Va beh, comunque se qualcuno che mi conosce personalmente leggesse un mio commento su cose da mangiare saprebbe quanto poco sia credibile ed affidabile quindi ciao xD

    RispondiElimina
  13. Mi piace la carne, bencotta rear, la mangerei tutti i giorni, ma la difficoltà sta nel prezzo.
    Così mi limito a una paio di volte al mese.
    Un mio amico blogger ha detto "Hasta la cotoletta siempre" e io lo seguo.
    In fondo , e neanche troppo, il segreto sta in " di tutto un po'"
    Cristiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..alla fine per forza Cristiana.. necessità fa virtù.. è sempre stato cosi...

      Elimina
  14. Oh, io te lo dico: alla nduja non rinuncio!!

    RispondiElimina
  15. Come disse Bukowski, "trova ciò che ami e lascia che ti uccida".
    Io cerco di non mangiare troppa carne rossa, ma non credo riuscirei a rinunciare completamente. Mi fa sentire bene sia fisicamente sia psicologicamente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo mi faccio uccidere piacevolmente da ciò che mi piace... e viaggio verso l'irrecuperabilità assoluta..

      Elimina

Sottolineature