sabato 12 settembre 2015

AMORGOS LE GRAN BLEU



Si parte a mezzanotte dal Pireo. Il Superstar Ferries inghiotte caldo e denso Egeo notturno, fino a prosciugarlo all'alba, sulle rive di Amorgos.


La nostra isola che chiude il cerchio delle Cicladi verso est.




Isola aspra. Innervata di curve che issano in vetta e precipitano in baie azzurre e verdi come su un ottovolante impazzito, tra il mare turchese che tira giù tra vento e sale, e il cielo azzurro, costantemente orfano di nuvole e ubriaco di sole.

Costellata di mille chiesupole bianco accecante e parentesi di paesi avvinghiati alla pietra lavica.



Le invasioni arabe e di millemila pirati hanno condizionato arroccamenti improbabili lontano dal mare, Kastri inespugnabili su cime squassate dal meltemi.






Grumi di case e chiese strette in abbracci sensuali a dominare un Egeo tanto pericoloso e temuto ieri, quanto quieto e affascinante oggi, a custodire ogni sera tramonti squagliati, prologo a lunghe passeggiate dopo cena, col mare immobile a ricrearsi, e sentieri resi luminosi da polvere di luna...







Amorgos è l'ultima a tenere riunite e sottovento, assieme a Naxos, le perle delle Piccole Cicladi, tutte a un tiro di traghetto veloce - Koufunissi (visitata comodamente in una giornata), Iraklia, Dounussa e Schinoussa - ognuna piccolo paradiso di spiagge trasparenti, acque minerali, sabbia candida a sfidare l'abbacinare delle casupole a calce.




Fantastica la caccia al tesoro fuori ogni piccola candida chiesetta. A centinaia sull'isola. Tutte da fermarsi spesso su cigli di strada improbabili, e andarle a scoprire, a salutare intimamente. 



Sono solitamente chiuse a chiave. Ma a ben guardare, sotto un piccolo vaso, in un pertugio anomalo di muretto a secco, o a fianco di una grossa pietra, c'è riposta la piccola chiave di entrata. Al termine di ricerca e visita - spesso dopo aver acceso un piccolo cero ortodosso affondato nella sabbia - alle rassicuranti icone illuminate da miriadi di lampade votive, si chiude la cappella e si ripristina il piccolo segreto.



E poi c'è lui. 
Forse, anzi senz'altro, il motivo principale per cui ho scelto - responsabilità mia stavolta - Amorgos.

































Il monastero di Hozoviotissa.

Incastonato come diamante di luce nella roccia a strapiombo.



Incanta e provoca brividi di emozione solo a scorgerlo.





Un assurdo architettonico spalmato a parete. Un miracolo balistico.
Sfida alla gravità e a tutti i consueti canoni. Uno spicchio di bianco sospeso tra mare e cielo. Un omaggio alla fede. Miracolo terreno.



Ci si arrampica in verticale nel convento, dopo i primi trecentocinquanta scalini dalla base del parcheggio, tra corridoi angusti ricavati dal profilo della montagna, e ogni tanto una finestrella ingoia luce e cielo, fino al culmine, terrazza sull'Egeo stupito anch'esso, dove i frati ci offrono acqua fresca e biscottini.
Si va via col cuore gonfio, gli occhi felici.




Ultimo cenno per le walk road.
Nelle Cicladi più genuine, inviolate, il mare più autentico è conquista. Sentieri che si dipanano dal cielo di montagne in picchiata, che a vederlo dall'alto, quell'azzurro lontanissimo, 



sembra un miraggio indefinito, con le rocce irregolari a demolirti caviglie e ginocchia e infiniti cairn (dolmen li chiamiamo ormai da sempre Lulù ed io, piccole piramidi di sassi segna sentiero, “marcatori di territorio”) a non farti sviare ad ogni dosso, ogni cespuglio e rovo da aggirare.



E una volta giù il mare ti quieta anima e corpo. Certo si dovrà risalire. Ma con un tesoro in più negli occhi. E i preziosi dolmen per guidarti fino a casa.


Si riparte alla fine. Amorgos non ha più segreti o quasi. Due settimane per spulciare spiagge e baie sconosciute ai turisti mordi e fuggi.





Due settimane per creare complicità e confidenza.



Per darsi reciprocamente del tu.
Per conservarla indelebilmente nel cuore, Le Gran Bleu.
Dove Luc Besson ha girato l'omonimo film.



Affascinato e stregato anche lui.



Come noi.


























74 commenti:

  1. Risposte
    1. Ciao carissimo.. ben ritrovato on the new blog!!

      Elimina
    2. ottimo franco bellissime foto. :-)
      Qualcuno e' entrato nel tuo sistema operativo o su google+ e puf, ti ha cancellato le foto. E successo anche a me. :-) lo sai chi e' vero? La solita.
      Ciao

      Elimina
    3. Io le vedo..dove le avrebbero cancellate? !

      Elimina
    4. Io le vedo..dove le avrebbero cancellate? !

      Elimina
    5. Io le vedo..dove le avrebbero cancellate? !

      Elimina
    6. Uh ...il Francesco in alto si chiama come il Papa.... :-)

      Elimina
    7. Chi è la solita?
      Aiuto, che ansia.
      In effetti, ancora non si vedono le foto...

      Elimina
    8. Ansia? Male non fare paura non avere :-)
      *_____^

      Elimina
  2. No franco in tutte le foto c' e' l' enignatico senso unico in bianco e nero. Ti faccio il copia lo metto nel mio blog?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche altri mi hanno avvisato...probabilmente è che per la prima volta le ho copiate da Google foto e forse il blog non supporta l'emigrazione. .strano che a me risulti tutto liscio però.

      Elimina
    2. Anche altri mi hanno avvisato...probabilmente è che per la prima volta le ho copiate da Google foto e forse il blog non supporta l'emigrazione. .strano che a me risulti tutto liscio però.

      Elimina
    3. Anche altri mi hanno avvisato...probabilmente è che per la prima volta le ho copiate da Google foto e forse il blog non supporta l'emigrazione. .strano che a me risulti tutto liscio però.

      Elimina
    4. Strano anche il mio cell pubblicava TRE volte. :-)
      Attento, che amici hai se sono stato io la prima ad avvisarti?

      Elimina
    5. Uhm ...sicuro? e perche' non l' hanno scritto qui? Paura?

      Elimina
    6. Perché l'ho informato in forma privata pensando che il problema fosse legato al mio telefono. Cara Silvy....rassegnati sei seconda!!!!!

      Elimina
    7. !!!!!!!! sei sempre esagerata tu? Tira vento da te? :-)

      Elimina
    8. Come al solito non mi sbagliavo.....eh eheh meglio mettersi due passi dietro che davanti eh. ma a te va bene cosi.
      Ciottoli

      Elimina
    9. Il sole splende, dalla mie parti. Diciamo che sei partita all'americana....Inoltre credo tu mi confonda con qualche tua conoscenza che ti fa in.....abbastanza!!!! Ironia nella vita ce ne vuole a gogò per vivere serenamente in società. Grazie per lo scambio di battute!

      Elimina
    10. Ah ah, e tu vivresti in societa'? Che ironia fanciulla
      Ciao ciao carina....

      Elimina
    11. Io si carina tu forse in un eremo....probabilmente buio e umido. Ciao carina!

      Elimina
    12. Eggia' e chi ti crede piu? Ci credi tu Franco? Ti pare che io abbia la faccia da c...incia? Di una sta sta al buio umido?
      *_________________^

      Elimina
    13. Hai bisogno di tirare in ballo Franco ...
      Pivella!!!

      Elimina
    14. Franco e' un blogget che mi piace molto. Sensibile, ironico, intelligente.
      Ps mi fa o ti fai? In abbastanza o in abbondanza? Considerato la tua mole...

      Elimina
    15. Ma tu...carina o carino (si fa per dire) rimani sempre una Pivella / un Pivello

      Elimina
    16. Cincia lasciala perdere.. Silvy è uno dei prezzi da pagare alla democrazia..

      Elimina
    17. Si franco, noi democratici ci facciamo pagare....gli altri fanno tutto gratis :-)

      Elimina
  3. No, non è così. Fidati.
    Informati bene. A me ha tolto TUTTE le MIE foto. Non le ho copiate da Google. :-)

    RispondiElimina
  4. Probabilmente hai urtato in qualche modo la sua sensibilità e lei ti punisce così.

    RispondiElimina
  5. Ti pare che Gus possa aver scritto su tusei (forum) una frase del genere?

    Il problema è grosso. Chi ha la pancia piena non si preoccupa di chi ha fame.
    Poi c'è la demagogia con un'icona illustre: Bergoglio. Dice più stronzate lui che tutti i papi che lo hanno proceduto.

    _________________
    http://guspensiero.blogspot.com

    ma perchè non fate qualcosa? che maledetto potere ha su di voi?

    RispondiElimina
  6. Anche su fb succede. Un caro amico si è trovato foto porno che tutti abbiamo visto, meno lui. Lui non le vedeva.
    E' un virus!

    RispondiElimina
  7. La grande prosa di Franco.
    Complimenti!

    RispondiElimina
  8. Ma daiiiiiii, Franco, saranno tutti quelli a cui hai spillato euro, un anno fa, che si vendicano!! ^_____* e che Moz, ha fatto un post! Altro che nasconderti a Cipro! ;-)))

    RispondiElimina
  9. Ciao Francone. Io aspetto il racconto vis a vis eh. Sempre se arrivi a recuperarmi in culonia :D

    RispondiElimina
  10. Il racconto è poetico come sempre.

    (Le foto sono invisibili anche a me).

    RispondiElimina
  11. Non vedo le foto, però le parole sono talmente belle che lasciano immaginare e vedere tutto. Bentornato nella tua Roma sempre più sporca...e abbandonata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Remigio! Ben trovato.. Roma già sta contribuendo ad azzerare il bonus vacanziero... :(

      Elimina
  12. Amo la Grecia e le sue isole, naturalmente. Purtroppo non posso evitare di collegarla ai continui ammaraggi di profughi. Non è questo il luogo in cui parlarne, in ogni caso, per cui mi limito ad apprezzare il tuo diario di viaggio ed a rammaricarmi, insieme agli altri, per non poter vedere le fotografie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Problemi tecnici che sto risolvendo.. un bacio a tutti!

      Elimina
  13. Io non visualizzo nemmeno una foto...
    Uhm.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uhm..uhm.....nemmeno io cara amica

      Elimina
    2. Mia qualcosa dovrebbe vedersi ora..

      Elimina
    3. Massi' che vedo. Ti avviso se dovesse ricapitare.
      Ciao.
      Ps ti teme la madama eh?

      Elimina
  14. Franco, qualche estensione di Chrome deve essere sbagliata. Usa la versione in incognito. Aggiorni Windows 7, che antivirus usi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..le ho riscaricate direttamente dal cell e se le è cuccate tutte.. ;)

      Elimina
  15. A gussino hanno proibito di pubblucarmi...chissa' cosa gli hanno dato...o fatto.

    RispondiElimina
  16. Attento franco. In questo momento il mio cellulare mi segnala che il tuo sito non e' affidabile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Silvy se no si fosse capito non sei benvenuta. Qui come in un sacco di atri posti, Impara le regole di convivenza e ripassa casomai. Oppure non le imparare e scriviti su word. Ti rileggi e ti fai tante belle discussioni allo specchio. Ciao.

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
    3. Oh no no, questo non e' sicuramente Franco.

      Elimina
  17. Bello, bello tutto...Ma neppure io vedo le foto :-P

    RispondiElimina
  18. Non fi fa vedere neppure una foto :) ma anche solo lggendo non credo chi sia biosgno di capire che posti paura erano :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..spero ripassi a dargli un'occhiata.. isola da paura comunque.. concordo in pieno.. luoghi spesso fuori dal mondo e dai canoni... ;)

      Elimina
  19. Sito non protetto. Cambio indirizzo probabile clone mi dicono....

    RispondiElimina
  20. Risposte
    1. Oserei dire PERFETTE! e i colori mettono decisamente allegria e voglia di andarci,
      Complimenti! Buona giornata

      Elimina
    2. c' e' sempre lei tra le palle ma le vedo benissimo.
      Ti ritrovo, ciao franco. :-)
      A presto. Baci
      ps quella sotto e' sempre lei...ovvimente scherzo.
      ^____^

      Elimina
    3. Sai Franco, ce n'è una in particolare che mi ha colpito, quella della barca, nell'acqua limpidissima del mare...sembra sospesa, tra cielo terra acqua.
      Grazie per avermi fatta viaggiare, in questi posti stupendi, virtualmente...come una moderna "Emilio Salgari", senza muovermi da casa.
      Buona serata.

      Elimina
  21. Evvai Franco, le foto si vedono benissimo!
    Buon giorno a te.

    RispondiElimina
  22. Bravo Franco.
    Bravo per le immagini bellissime e perché sei riuscito a ritrovarle.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Gus.. vacanza veramente da sogno..come dovrebbero esserlo tutte..
      speriamo di esserci ritemprati a sufficienza... ;)

      Elimina
  23. Ecco un articolo da segnalare al Pulitzer e contemporaneamente alla Pro Loco di Amorgos.
    Complimenti vivissimi *__^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sempre un tesoro.. adoriamo le isole greche..e Amorgos non ha fatto eccezione..

      Elimina
  24. Risposte
    1. Grazie cara..anche se un anno la barattare un isola greca con New York.. ;)

      Elimina
  25. Ora le forto si vedono, e fanno sbavare, ma a dir la verità hai scritto e descritto in maniera più appassionata di quanto possano far intuire le foto :) perchè le foto mostrano solo, le parole indicano dove vedere :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, condivido ...vero quello che sostiene diamanta. ::
      Fanco, sei uno dei pochi bravi blogger, si vede che scrivi solo per passione.

      Elimina
  26. Le tue parole vive materializzano i tuoi ricordi direttamente nella mia anima, ho vissuto attraverso i tuoi occhi quella meraviglia, ed è come essere stata insieme a te tutto il tempo...

    RispondiElimina
  27. Capperi che bel post e che reportage!
    Per inciso, anche a noi piacciono le isole greche.
    Ciao Mandry e a.... rileggerci ;-

    RispondiElimina
  28. Vorrei fare una petizione contro i tuoi viaggi :D Posti bellissimi e foto bellissime, però... basta, torna a lavorà, che cavolo! :D :D :D

    Ahaha :))))

    RispondiElimina

Sottolineature