domenica 15 febbraio 2015

LA REGOLA DELL'ACQUA



Ecco un post all'acqua piovasca:
bigio, uggioso, grigio ma di ben altre sfumature;
da un blogger molto acqua cheta quando non le smuove,
capace anche di portarvele con le orecchie volendo,
non fosse altro, per confondervele.
Le acque.
Ed allora ecco anche il cinema sull'acqua, a mollo, attorno all'acqua
(Gilles Deleuze, filosofo amante del cinema, affermava già nel 1936:
Se avessero avuto l'idea di una cinepresa passiva,
l'avrebbero piazzata davanti all'acqua che scorre”),
divorato dall'acqua, liquidamente  tsunamizzato da Eastwood,
muscoloso quanto basta per affondare la Bismarck;
con un Waterworld pronto ad affogarti e un Le gran bleu a ingoiarti.


Acqua corrosa, fluida modellata;
celebrante acqua: marina, dolce, salata o potabile, lacustre o corrente, stagna o minerale, da sorseggiare, da allagare, di lurida pozzanghera, 
o di cristallina fonte, rubinetto, polla, sorgente;

acqua da desiderare, da scavare, da tavola, da temere,
da incubo - come per Renoir - o saponata - come per Verdone -;
inquinata, avvelenata, calda da doccia, fredda da gelo;
ma anche un postare, che fa acqua da tutte le parti,
acqua che manca
(una persona su cinque non ha accesso costante ad acqua pulita).


Vapore acqueo, di pesce guizzante che ne resta fuori,
acqua da pestare inutilmente nel mortaio,
da custodire in bocca,
da tirare al proprio mulino;
sciabordio sommesso di cattive acque, come di Titanic inondato,
acqua scarsa di bassa marea, perdita d'acqua come perdita d'identità,
da acquario o da risacca logora, o di squalo a respirarci dentro,
acqua che gocciola da vaso cinese o tortura i pensieri.
Acqua santa di acquasantiera ed anche acqua che piove a catinelle,
e sempre santa perché piove come Dio la manda (ma dove pare a Lui).


E acqua senza diga, senza limiti,
senza tempo (può annegarti in un bicchiere),
acqua che scolpisce, che passa sotto i ponti (anche a Madison County);
il lusso è un diritto” ammonisce un Cassel insipido come acqua, e per tanti dovrebbe (deve) esserlo, un lusso:
come bere, lavarsi, pescare, cucinare;
e non averla soltanto alla gola.
L'acqua.
La prediligo tra i quattro elementi, l'avverto più dell'Aria,
la soffro più del Fuoco
che rimane minaccia maggiore nella sua istantaneità
ma doverosamente distaccata - non si scherza col fuoco! -;


la palpito più della Terra, solida e rassicurante massa dall'abituale stabilità (chissà che ne pensano in Giappone, forse sono cosi pacati proprio per reazione...),
la immagino come l'acqua per gli elefanti, come una lady che vi nuota.
Un'acqua di Febbraio, che se la piove cauto, appena grig
io, uggioso, bigio,
e comunque, tra breve, acqua passata.

Come un post che fa un buco.

Nell'acqua, ovviamente..









57 commenti:

  1. Io sono acqua...e nell'acqua mi fondo...

    RispondiElimina
  2. io faccio acqua....da tutte le parti...

    RispondiElimina
  3. Io non ricordo più di quando l'acqua è stato il mio elemento...ma forse sì. Qualcosa rimane...un battito sordo nell'inconsapevolezza perfetta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Attutisce l'acqua: il tempo, i rumori, lo spazio, le sensazioni. Aa esempio, adoro fare il bagno quando piove. E Scauri a Settembre ti permette queste chicche..

      Elimina
    2. se non ci sono le alghe rosse ed i liquami però :)

      Elimina
    3. Scauri dista poco da qui eppure non ci sono mai stata. Il mare a settembre è magico!

      Elimina
    4. ..ma quanti bloggers vicino Scauri!..

      Elimina
  4. Ogni anno muoiono in milione di bambini per una banale diarrea causata dall'acqua delle pozzanghere che sono costretti a bere in mancanza di quella potabile.
    Chi è il colpevole di questa barbarie?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tu Gus, da buon cristiano, vai nelle baraccopoli, esistono anche nelle tua città, e datti da fare, perché ci arrivi acqua corrente...perfino il papa a messo le docce per i clochard...non guadare sempre " lontano" e sopratutto non aspettare che quattro coglioni atei si sporcano le mani perché tu possa scrivere questo sul web.Forza alzati e cammina ...vai...

      Elimina
    2. Ao! Basta un po' pure qua! Ve sciacquo via tutti eh!..

      Elimina
    3. Ao! ma se lo fai apposta ad " appicciare" il fuoco con la scusa dell' acqua?
      me l'hai detto prima di adesso? non passo più, se me devi pure associa' a certi " casi " ...
      cia'

      Elimina
    4. Se vogliamo fare l'elenco delle barbarie, un bambino muore di fame ogni sei secondi, proprio adesso che stai digerendo i ravioli..

      Elimina
    5. ravioli ? io sono terrona, mi fanno schifo.

      Elimina
    6. S. io non distinguo gli atei dai credenti. Sono tutti miei fratelli. A Pescara non ci sono baraccopoli e l'acqua non manca. Il problema è che per diversi anni abbiamo bevuto l'acqua con sostanze cancerogene a causa di industrie chimiche che scaricavano veleni nel fiume Pescara.

      Elimina
  5. Bel post Franco, complimenti, l'acqua che fa da "attrice" nei vari film che accenni.
    Hai mai visto il film "l'isola" di Kim Ki-Duk?
    Se, no guardalo, e' un capolavoro.
    Un saluto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sono bastati Primavera, Estate etc e Ferro 3. Magari un giorno..

      Elimina
    2. Ho la vaga sensazione che non ti piacciono questo tipo di film...o mi sbaglio? ^_^

      Elimina
  6. L'acqua è il mio elemento.
    L'unico luogo al mondo dove mi sento in pace con me stessa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche se sono due giorni che qui si annega...

      Elimina
    2. Hai provato con la maschera? Tanto è pure Carnevale.. ^_*

      Elimina
  7. acqua che non si aspetta altro che benedetta
    acqua che porta male sale dalle scale sale senza sale sale
    acqua che spacca il monte che affonda terra e ponte

    Me l'hai ricordato tanto De Andrè, con questo post

    :)

    (e accendi il cero al Divino amore, che te c'hai più confidenza coi piani alti)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già fatto.. a quando il responso?!

      Elimina
    2. Oh grazie. Me ne ricorderò!

      Una quarantina di giorni, come 'a quaresima :)

      Elimina
    3. Tresor, incrocia anche tu per me :D

      Elimina
  8. "Piove, senti come piove, madonna come piove..." ;D

    RispondiElimina
  9. "Un po' d'acqua non ha mai fatto male a nessuno"
    "No, ma troppa può ucciderti."
    -------
    "Il medico ha detto che devo bere 3L d'acqua al giorno! Ti rendi conto? Son 6L di spritz!!"
    -------
    E comunque, dalle mie parti l'acqua fa ruggine: meglio il vino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Senza acqua, niente vino. Senza zucchero, niente alcool. Meglio gli originali.. ;)

      Elimina
  10. Senza acqua non c'è vita...sempre che sia pulita.
    Buon giorno Franco.

    RispondiElimina
  11. L'acqua che guardi ma non tocchi. Che immagini gelata ma non ti ci immergi e non ti rispondi.
    Non credo all'oroscopo, ma ho sempre avuto un certo amore per il mio segno, che è d'acqua, appunto. E ho spesso rosicato; invidiavo il fuoco ed ho pensato per molto tempo che fosse sbagliata l'associazione. Invece no, poi l'ho capito. Sono acqua. Perché l'acqua è acqua. Sì, certo, anche il fuoco è fuoco, ma l'acqua può fare tutto. Ti gela, ti incendia, ti coccola. Ti lava dai peccati o ti sporca l'anima di tentazione. Adoro quella ghiacciata. No, adoro la sua idea. La sensazione dei brividi sopra la pelle, di fiato che si ferma in petto quando è troppo. Amo l'idea della sua tortura, amo il modo in cui ti risveglia ogni senso e gli occhi spalancati quando ti arriva addosso d'improvviso. Amo l'idea di far lo stesso effetto di una doccia gelata, perché io amo profondamente la doccia con l'acqua ustionante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti vedo bene alle terme... una delle più immense godurie della vita... ;)

      Elimina
    2. Le ho a 10 minuti da casa e non ci sono mai andata

      Elimina
  12. Oddio acqua in molti sensi e ognuno di loro port al amente in posti diversi, alcuni inesistenti e altri troppo lontani

    Io ci vivo davantoi all'acqua, quasi non ci faccio caso, ma in effetti se ci penso.... come potrei vivere senza vedere l'acqua ogni giorno!?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Fonte" d'invidia. Vivere dinanzi l'acqua. Me ne accorgo in vacanza, dove spesso mi sveglio appiccicato al mare. Appiccicato di mare.

      Elimina
  13. ...mi piace solo "corretta"...
    menta/the/limone...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... in effetti.. una doccia alla menta.. altro che Vidal.. :)

      Elimina
  14. A me piace MOLTO questa esperienza, 'Picc e pala', da queste parti, Villa Minozzo, RE.
    Acqua bene comune, gestito localmente, con una popolazione direttamente responsabilizzata.
    Un approccio sostenibile, ecologico, in cui ogni paesano ha dei precisi doveri di salvaguardia della risorsa preziosa e delle strutture che permettono di beneficiarne.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nelle piccole comunità è auspicabile, e possibile, l'educazione al giusto utilizzo. Nelle metropoli si assiste allo scempio più - giustappunto - dilagante :( e noi siamo i primi...

      Elimina
  15. Io e l'acqua siamo migliori amiche. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A spinning la bevo e la sudo praticamente in contemporanea... ;)

      Elimina
  16. Sì, però acqua liscia e non del frigo, grazie. ;)

    Ispy 2.0

    RispondiElimina
  17. Sai Franchino che ho letto parecchie volte questo tuo post e ne ho veramente assaporato a fiumi quest'acqua che vi scorre in mezzo, Mi sentivo mezzo Peter Gabriel e mezzo David Gilmour, che possono solo comporre a contatto con l'acqua!
    Chapeau, amico mio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Smoke on the water dove la lasci allora?!? ^_*

      Elimina
    2. Giusta osservazione...mi cospargo il capo di cenere!!!!!

      Elimina
  18. Un post veramente utile, caro Franco, mi sono ricordata che devo pagare la bolletta dell'Arin ;-)

    RispondiElimina
  19. però che non ne venga troppa tutta insieme!

    RispondiElimina
  20. Poi dice che non scrive post sofisticati!
    Lo sai che certi concetti non sono alla mia portata. Lo fai apposta! ;-(
    .
    .

    Ciao, socio, e buon w.e ^__*

    RispondiElimina

Sottolineature