sabato 7 febbraio 2015

DIO ESISTE?

Anch'io, sulla scia del Moz, volevo approcciare il weekend con un post leggero



E se il titolo del post fosse stato: esiste la sbungicattola?

Quante coscienze avrebbe smosso, qual - seppur vago - moto interiore avrebbe mai potuto scalfire? Nessuno, a mio avviso.

Avrei forse accaparrato ignari e curiosi lettori attirati da un intrigante incipit. E invece no.
Esiste Dio è una domanda che in molti non si pongono più, persi come formichine nel loro quotidiano frenetico vagare.
In effetti non è la risposta il fondamento del quesito, ma la domanda in se; una domanda continua e sempre fresca, ribadita e risolta spesso in una, meccanica, asettica, risposta negativa.

Io sono per la domanda eterna da sempre e i mille fluidi di pensiero che ne scaturiscono.
Sono per la discussione, sono per le ipotesi, sono per lo spulciamento di mille catechismi, per le infinite versione di una sola parabola. Sono per il punto interrogativo.

La certezza è blasfema. Ogni certezza.

Resta probabilmente un dato di fatto incontrovertibile: per quante chiacchiere si possano buttare giù, alla fine non ne sapremo un'acca di più di quanto non si possa sapere della sbungicattola.

E su questo almeno, "credo" non ci piova. 

161 commenti:

  1. Risposte
    1. Il "Grazie a Dio sono ateo" di bunueliana memoria ti si addice...

      Elimina
    2. No, lui è ancora più asciutto Franco.... :)))))

      Elimina
  2. Anche io per il punto interrogativo forever!
    E sulla sempre fresca domanda ... mi conforta sapere che non ne usciremo mai ;-)
    Ti auguro un buonissimo, freschissimo we ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bellissimo quel "sempre fresca domanda".. uno stato che considero coinvolgente più di tante fedi inerti e ammuffite...

      Elimina
  3. Risposte
    1. Ma domandarcelo è il suo valore aggiunto.

      Elimina
  4. Ma allora, egregio amico, sei un miss credente, un nichelista!
    Ti consiglio di cambiare vita e avvicinarti alla fede.
    Ti invito martedì sera: cena a base di fagioli nel salone parrocchiale.
    Seguirà concerto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se venissi solo per il concerto? Prima ho un incontro neocatecumenale...

      Elimina
  5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  6. Caro Franco,
    sebbene il quesito sia provocatorio, direi quasi surreale,
    vale i famosi cento milioni di dollari ;-)
    Ti auguro un sereno weekend.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Surreale dici... in effetti i cento milioni di dollari solleciterebbero risposte certe... ma sembra che i premi in palio siano già stati definiti. E con dovizia di cotillons anche.. ;)

      Elimina
  7. Quella frase lapidaria sulla blasfemia delle "certezze" ha fatto scattare il mio applauso: intellettivo, emozionale, istintivo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vorrei mantenermi al di qua della linea. Un pudore spesso considerato ritrosia.

      Elimina
  8. La certezza è blasfema. Ogni certezza.

    Un altro modo a dire di quanto si sia duro il non voler comprendere che un nulla è da capire: me lo penso
    La domanda una sola; e le risposte, infallibili, che sono più di mille: ognun la sua
    L'invenzione di un dio da far paura alla sana entropia che ti vuole una fine del far parte

    Neanche ateo, per non essere a mucchio
    Odio anche le bocciofile

    E il dio, di cui non sento il bisogno che mi esista
    Solo il curioso; che appartiene, animale, al non aver bisogno di capire

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una curiosità legittima. E ci si può rodere una vita...

      Elimina
  9. Io, fino ad ora, ho avuto bisogno del "si, esiste".
    Certo, qualche volta mi sono permessa di farGli notare che i Suoi piani non sono stati proprio ottimali, ma tant'è..se Lui perdona me..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ultima vitarella di un cronografo può far notare che andiamo avanti di tre secondi?

      Elimina
  10. Non avere mai dubbi e' blasfemo. Quasi come la certezza. E fino a quando avrò dubbi, crederò. Potrebbe pur essere una scommessa che quel furbetto di Pascal ha messo sul piatto secoli fa...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aggiungo che, a parer mio (piccola cosa magari), sia uno dei più bei post tu abbia mai scritto.

      Elimina
    2. Sempre carinissima come al solito... Pascal ribadisce anche che quel Dio rimanga nascosto e non venga "ridotto".. ma questo costa fatica. Una fatica che anche il presunto ateo rifiuta...

      Elimina
  11. Un uomo chiamato Gesù disse che era il Figlio di Dio venuto sulla terra attraverso l'Incarnazione nel corpo di una fanciulla chiamata Maria.
    Anche Gesù pose questa domanda ai discepoli: "Chi credete che io sia?" Rispose solo Pietro; "Sì, tu sei il Dio Incarnato".
    E' la domanda che oggi hai posto e a questa domanda si risponde o sì o no?
    Qual è la tua risposta? La mia è sì.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ognuno asfalta la sua strada a Dio. C'è chi la allarga, mette benzinai, torrette di SOS, aree picnic e uscite alternative. Io arranco sul mio tracciolino. Preferisco a chi staziona permanentemente all'autogrill..

      Elimina
  12. Sono convinta anche io che sia necessario dubitare sempre. Altrimenti si rimane fermi nel proprio cerchio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo. Il dubbio è accettabile quando diventa uno scopo per arrivare alla verità. Altrimenti si corre il rischio di vivere fino alla morte con il bianco e con il nero.

      Elimina
    2. Non sapevo che Cristo fosse diventato grigio! Mah misteri teologici

      Elimina
    3. Fede e dubbio non sono poi cosi distanti.

      Elimina
  13. Temo, per i credenti, che sarà sempre un concetto non dimostrabile. E sono questi, purtroppo, a dover portare delle prove. Io, di contro, me ne sbatto.
    Dio esiste? Penso di no. Una speranza gliela darei pure, ovviamente: tutto può essere.
    Ma non credo proprio si tratti del Dio ebreo descritto nella Bibbia. Se dovesse esistere proprio quello, tra tutti, allora sono andato davvero male :p

    Elohim-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...e finalmente svelata la vera natura del Moz!!.. un elohim- in piena regola... diavolo d'un callcenterista... ahah!

      Elimina
    2. Ehehe, siamo LEGIONE :)

      Moz-

      Elimina
    3. Come sono belli i mie deMONI quando si lasciano andare.

      Elimina
  14. Sarebbe importante leggere Messori "Ipotesi su Gesù"...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Comunque devo ammettere che vedendo e leggendo e meditando su certe affermazioni cristiane, comprendo la tua conclusione: per quante chiacchiere si possano buttare giù, alla fine non ne sapremo un'acca di più di quanto non si possa sapere della sbungicattola.
      Hai tutta la mia solidarietà sui tuoi dubbi
      Buon fine settimana

      Elimina
    2. Ipotesi su Gesù, esamina principalmente ipotesi, e su Gesù. ;)

      Elimina
  15. Quando si è nel dubbio non si crede più a nulla.
    Una persona portava ai suoi alunni quest'esempio: L'America? Sai che c'è l'America? L'hai vista? Però credi che esiste!
    Il dubbio è di moda. Anche nelle Chiese non si insegna più una verità assoluta venuta da Dio, che una volta costava ai cattolici il rimprovero di intolleranza.
    Con il pretesto del rispetto della persona umana, di liberarismo e libertà, arriviamo fino al punto di vantare quello che disprezzavamo nelle persone che non condividevano le nostre idee.
    E adesso tutto pare macchiato dal dubbio. Abbiamo perso fiducia in quello che una volta costituiva la nostra fierezza e assicurava la nostra pace, perché possedevamo la verità in pienezza.
    Franco, parliamone senza vergogna nè complessi; io sono certa della presenza di Dio Creatore tra noi. Il dubbio rode......con Lui forgeremo dei caratteri adulti, desiderosi di vita vera e di felicità.
    Ho letto di Messori "Ipotesì su Gesù" l'ho talmente letto sia Paolo che io che povero libro è tutto sgualcito.....vale la pena leggerlo! Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta di sapere che siamo in due ad aver letto Messori, chissà che non se ne aggiunga un terzo

      Elimina
    2. Anch'io sono certo della presenza di un Dio. E' che lì mi fermo ;)

      Elimina
    3. Io invece comincio ad avere qualche dubbio vedendo tanto fanatismo cristiano...

      Elimina
  16. Eehehe, un ateo come come cosa dovrebbe risponderti? Io credo che i credenti siano persone piene di speranze nel rivedere qualche accadimento biblico, un po' come un telespettatore di una fiction chiusa vorrebbe veder tornare i loro beniamini in tv... talvolta vengono accontentati, come è accaduto a me con Twin Peaks, e visto che parliamo di finzione, perché non possono essere accontentati anche i credenti? :p

    Al di là degli scherzi... io non ci credo, ma mi piacerebbe tanto che esistesse un Dio incosciente di esserlo. ^^

    Ispy 2.0

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io invece vorrei che esistesse un cristiano VERO!

      Elimina
    2. Annamaria, a cena ho parlato a Paolo di questo post e di conseguenza della domanda fattaci. Paolo che assolutamente non vuole avere niente a che fare con il pc. mi ha detto di suggerire a Franco di leggere appunto "Ipotesi su Gesù" (Messori) che gli darà risposte esaurienti. 'Notte.

      Elimina
    3. Non ci sono risposte "esaurienti" in Ipotesi su Gesù. C'è una dichiarazione di fede, come l'adagiarsi di Dio sulla croce accanto a noi che ci aiuti a sopportare le brutture del mondo. La risposta ce la diamo in un amen. Oppure no.
      L'ateo ha svoltato in questo senso. Non chiede più. Spesso è addirittura oltre. Oltre la morte, oltre il comune sentire.
      In questo invidio Ispy, ex credente che ha smesso di porsi domande ma ci rimarrebbe male se il suo "involucro di energia autoprodotta" dovesse svanire come un peto nell'infinito, senza neanche un'eco di supporto...

      Elimina
    4. Lucia Nadal7 febbraio 2015 22:23 mi dispiace per te ma io sono arrivata prima Farfalla Leggera7 febbraio 2015 14:09
      E ogni tanto succede ihihihihih

      Elimina
    5. @Farfalla: io invece vorrei che esistessero meno cristiani e più persone UMANE. ;)

      @Franco: grazie per le tue parole, ma da ex credente ho conosciuto la fede e la ricordo molto bene... può essere uno scoglio indispensabile, è la coperta di Linus dell'essere umano... dico sempre che un bambino, quando smette di credere in Babbo Natale, ha bisogno di qualcos'altro... ed ecco che arriva Dio. Un mio caro amico ateo mi rivolgeva queste parole quando io vivevo più in chiesa che a casa e io mi arrabbiavo... ora ho capito cosa volesse dire, e ho constatato che non c'era un minimo di cattiveria nelle sue parole. ;)

      Ispy 2.0

      Elimina
    6. Mi dispiace contraddirti ma il VERO cristiano è una persona che va verso gli UMANI.. La parola di Cristo, quella VERA non quella descritta da pseudo cristiani, è amore verso gli altri, è carità...Non facciamo tutta un erba un fascio e soprattutto non lasciamoci imbambolare da certi copia ed incolla che leggo su certi blog che sono solo parole sterili e vuote.

      Elimina
    7. Io non credo nelle etichette: vero cristiano, puro musulmano, fedele buddista o santo induista; per me le religioni sono un'accozzaglia di archetipi che fanno a pugno tra di loro nella fiera del "mio Dio è più grande del tuo", dopotutto basta leggere un po' di storia riguardante le religioni, e sai quanto cristi crocifissi, vergini madri e grotte native ci sono state prima di Gesù? C'è una vasta gamma di scelta, e ti puoi scegliere quello che più ti si confà. :)

      Io credo nell'umanità dell'essere umano insieme alle sue debolezze... proprio quell'essere umano che in nome di Gesù ha ucciso milioni di persone. ;) Alla fine, crediamo alla stessa cosa ^^

      Ispy 2.0

      Elimina
    8. Ma sei tu che hai tirato fuori le "etichette" cristiano...ateo...credente...persone umane... ahi ahi ahi

      Elimina
    9. Guarda che tu hai parlato "cristiani - veri cristiani", ti ho solo citata. ^^ Il mio discorso è molto più ampio e non si limita al cristiano ma alla razza umana, che, fin dalla notte dei tempi, ha sempre avuto bisogno di credere in qualcosa proprio perché l'uomo non ha mai imparato nel credere in se stesso... ma per fortuna che le cose stanno cambiando.

      Ispy 2.0

      Elimina
    10. "ma per fortuna che le cose stanno cambiando" ??? Da dove viene sta sicurezza?

      Elimina
    11. La sicurezza viene dai dati di fatto: seminari vuoti, chiese meno affollatte rispetto ad un tempo, e persone che cominciano a studiare piuttosto che a credere. Be', è come un secondo illuminismo. ;)

      Ispy 2.0

      Elimina
    12. Sono pessimista nei riguardi di questo secondo ottimismo ma sicuramente è dovuto alla mia età diversamente giovane ihihihhih
      Comunque lo auguro ai giovani specie se realmente capaci.

      Elimina
    13. Quando la gente invece di inginocchiarsi davanti ad un pezzettino di pane senza lievito, comincierà a ad aprire un libro e a cercare la conoscenza... è lì il secondo illuminismo. ;)

      Ispy 2.0

      Elimina
    14. Per adESSO vinciamo alla GRANDE anCORA NOI.
      ABBYamo distrutto l'impero romano, i barbari, il primo illuminismo ... distruggeremo anche il resto.
      Chi può VINCERE contro di NOI?
      Tu hai letto la Bibbia?
      Hai i codici di lettura?
      I PIZZINI?

      Elimina
    15. Be', vincete per modo di dire... non credo che la figura di Gesù - di cui non ci sono prove della sua esistenza - abbia avuto mai questo tipo di competizione di vincere. Vincere su chi? Sul male? Un male che un ipotetico Dio onnipotente avrebbe creato senza essere capace di annientare? Che razza di onnipotente è se non è capace di ripulire il male dal suo progetto di bene? Ah già, un giorno Gesù tornerà e lo distruggerà... e perché non farlo subito? Ah certo, la mente dell'uomo non comprenderà mai quella di Dio... i suoi tempi non sono come i nostri.
      Qual era il suo progetto di bene nell'olocausto? C'era anche lì una volontà? Volevo vedere te nei lager denutrito e annaspante, nudo e inerme in una pozza d'acqua quando ti calpestavano come la feccia che ti hanno voluto far diventare. Dov'era il Dio onnipotente? Ma per favore... non vorrai mettermi a credere che tutto questo è un progetto di bene?!

      La bibbia? Sì, l'ho letta e l'ho studiata con eruditi teologi... proprio per comprendere quanto di assurdo ci sia in 73 libri, di cui nei primi 5, Dio ha fatto più stragi che creazione, fomentato guerre, omicidi di ogni sorta, violenza ecc... per poi ripulirsi la faccia nel nuovo testamento con un ipotetico uomo venuto da un soffio invisibile e partorito da una vergine... ma per favore, ho letto storie più avvincenti. Certo, di cristi morti in croce e venuti da una vergine, che facevano miracoli e risorti... il buon Gesù il Nazareno non ha l'esclusiva, quei simpatici dei discepoli hanno copiato i diritti al Dio Mithra mille anni prima di Gesù, o Krishna o tanti altri che hanno una storia identica a quella del Nazareno.

      A me non interessa in cosa voi crediate, ma non ci si può vantare di credere in vergini partorienti, miracoli, resurrezioni... in barba alla scienza: è ridicolo. ;)

      Ispy 2.0

      Elimina
    16. Io ho cercato di provocarti e tu, inVECE, hai iniziato a spiazzarmi. Non dall'elenco delle tue verità, ma da come hai iniziato. Però poi sei rientrato nei RANGHI di consuetudine livello umano.
      Però in te percepisco chi può comprendere se la questione la si spiega PASSO PASSO. Devi sapere che non è facile comprendere ESSERI superiori e spesso gli ANIMA...lì, capiscono fischi per FIASCHI.
      Se tu vuoi posso sPIEGARTI io cose che non si studiano, ma si COMPREnDONO solo con l'aiuto di chi i FATTI VERI li conosce. E' scritto che MAN-DAVA chi avrebbe sPIEGATO anche i FATTI del FIGLIO. Ma sta a te cercare di capire.

      Elimina
    17. Mi sarebbe più semplice capire questo Figlio che la tua scrittura. ;) Grazie per la disponibilità. ^^

      Ispy 2.0

      Elimina
  17. Insisto. Sì sono testarda, credente e testarda!
    San Paolo dice (riprendendo le parole di Gesù) "Ti rendo lode o Padre, che hai nascosto queste cose ai dotti e agli scaltri e le hai rivelate ai semplici!"
    Non insisto più. Ciao Franco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti voglio bene Lucia, e fai bene ad insistere. Come Gus. Insisto anch'io sai? Il giorno che smetterò di interrogarmi e di leggere e di voler sapere e conoscere, allora si, inizierò a preoccuparmi.

      Elimina
    2. Arduo non si contrappone a semplice.
      Semplice indica la modalità con cui affrontare l'arduo.
      Se tu guardi l'arduo senza semplicità, dici: " Ma, se, però, forse, chissà" , che sono le parole più sordidamente nemiche della percezione del vero.
      Perché uno può trovarsi davanti una faccia bella, ma se non la ama trova tutti i pretesti per dire: "Qui, ma, però, ha il puntino qui, ha il puntino nero lì, ha il puntino giallo là, ha il naso leggermente spostato a sinistra, leggermente spostato a destra".
      Poi ci sono quelli che pensano di vedere meglio avvicinandosi non sapendo che più restano distinti soggetto e oggetto tanto più è potentemente unitario il rapporto tra l'uno e l'altro.
      Di fronte all'altro che non hai mai conosciuto oppure che prediligi, i due estremi, quanto più è distinta la coscienza, quanto più capisci che lui è l'altro, tanto più è profondo il nesso che si stabilisce, tanto più i terminali del tuo sguardo colgono i particolari dell'altro.
      Quanto meno hai questa percezione della distinzione, tanto più è come se l'altro si sfocasse.
      Tant'è vero che giungi fino a dire: "Chissà se è una mia fantasia o se è vero".
      E' esattamente la posizione di tutta la filosofia contemporanea.
      La ragione debole di Vattimo, i sofismi di Eco e l'ultimo nichilismo di Severino sono così.
      Tu tra la folla noti un bellissimo volto femminile e ti avvicini per guardarlo meglio ,fino a sfiorare quel viso che è così vicino che vedi solo il naso o il padiglione auricolare.

      Franco, ti stai incamminando verso questa strada.

      Elimina
    3. Che stratagemma sottile: "solo gli stupidi possono credere"... alla fine S.Paolo ha detto questo tra le righe se analizziamo bene... è furbo il più temuto persecutore dei cristiani prima del cortocircuito sulla via Damasco. :p

      Ispy 2.0

      Elimina
    4. STUPIDI?
      Li chiami stupidi CHI riesce a MAN-TENERE la più grande delle proVOCAZIONI, nonostante le guerre, le uccisioni, le alleanze con il potere.
      IO SNO cretièn per non andare alla guerra. E tu? CHI ti raccomanderà?

      Elimina
    5. "Stupido" è un allusione e si rifà a "semplice". ;)

      E' irritante leggere la tua scrittura, sai? ^^ A pArTe QuEsTo... io non ho bisogno di raccomandazioni, di quelle ne avete bisogno voi sennò non siete capaci di andare avanti senza aggrapparmi ai fantasmi o alle vergini madri. ;)

      Ispy 2.0

      Elimina
    6. E DIO ti prendo per il culo. Non devi inSEGNARMI NULLA. IO NON TEMO I Big88 che sFRUTTANO i cristiani per avere PANE sicuro.SONO IO che sfrutto LORO e te. Sei libero di comBATTERMI. Tanto RISORGIAMO più numerosi. Se riuscirai a FARTI da SOLO ... ti lascerò il MIO POSTO.
      eVITA di legGERMI ... SEmPLIc'E'.
      Io ho un pessimo difetto: RIsPONDERE a chi mi riSPONDE.

      Elimina
    7. Ah sì, vi moltiplicante per scissione? Proporrò questo concetto a qualche sceneggiatore di Hollywood, ma credo che sia già stato creato un proggetto simile, credo con gli zombie. :p

      Pensa, il difetto di rispondere a chi mi risponde ce l'ho anche io... che brutte persone che siamo ;)

      Ispy 2.0

      Elimina
    8. SI AMO proprio DEI NOsferaTU.

      Elimina
  18. Risposte
    1. Acciderbolina lo dice anche la valery ....l'arte di san Pia ahahaha!

      Elimina
  19. Nel suo libro THERE IS A GOD lo scrittore Antomy Flew (conosciuto come l'ateo più famoso del mondo) scrive: “L’aspetto veramente importante non è che ci sono delle regolarità in natura ma che queste regolarità sono matematicamente precise, universali e correlate. EINSTEIN ne parla come di ‘ragione incarnata’. La domanda che dovremmo porci è come la natura sia stata confezionata in questo modo. Questa è certamente una domanda che scienziati da NEWTON ad EINSTEIN ad HEISENBERG si sono posti e a cui hanno dato una risposta. La loro risposta è stata: la Mente di Dio”.

    Ciao e a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In un discorso tenuto a Berlino Einstein diede di se stesso questa immagine: «Sebbene io sia un tipico solitario nella vita quotidiana la mia consapevolezza di appartenere alla comunità invisibile di coloro che lottano per la verità, la bellezza e la giustizia, mi ha impedito di sentirmi isolato. L'esperienza più bella e profonda che un uomo possa avere è il senso del mistero: è il principio sottostante alla religiosità così come a tutti i tentativi seri nell'arte e nella scienza. Chi non ha mai avuto questa esperienza mi sembra che sia, se non morto, allora almeno cieco. L'emozione è sentire che dietro qualsiasi cosa che può essere sperimentata c'è qualcosa che la nostra mente non può cogliere del tutto e la cui bellezza e sublimità ci raggiunge solo indirettamente, come un debole riflesso. Questa è la religiosità, in questo senso sono religioso. A me basta la meraviglia di questi segreti e tentare umilmente di cogliere con la mia mente una semplice immagine della sublime struttura di tutto ciò che è lì presente» (Brian, 1995, p. 234).



      Questo è il pensiero di Einstein che non crede a Dio ma subisce il fascino di un'intelligenza che va oltre l'umano.

      Elimina
    2. questa è sempre la solita " storiella" che raccontano i cattolici, addirittura qualcuno, presupponendo che Einstein poi si fosse " convertito".In realtà da matematico quale lui era, parlava semplicemente del progredire nei suoi studi, nel fatto di stupirsi di ritrovare riscontri alla sua teoria.
      La vera religiosità o fede si ottine senza dover confutare, ma pedissequamente accettare la dottrina e sopratutto senza mistificare, per propaganda, parole di altri, per poetare acqua al proprio mulino, Per inciso Einstein era di origine ebrea.

      Elimina
    3. Alla faccia del post leggero Franco...
      Concordo con quello che ha scritto S. qui sopra, specialmente l'ultimo pezzo del suo commento.

      Elimina
    4. Ci mancherebbe che gli scienziati non debbano aspirare alla Teoria del Tutto. Caso, buchi neri, Big Bang.. ci mancherebbe..
      E' il titolo del post che li spinge.. ;)

      Elimina
    5. Ci manca solo più di tirar fuori Norberto Bobbio...

      Elimina
  20. E’ uno dei più grandi dilemmi dell’umanità: Dio esiste oppure non esiste? E’ una domanda che naturalmente fa nascere tanti dubbi e incertezze - nell’animo di chi non crede - ma anche tante certezze e convinzioni in chi invece ha il dono della fede. Di fronte a questa domanda, ognuno di noi si trincera dietro la propria cultura, l’educazione ricevuta, le proprie esperienze di vita. E quando affrontiamo un argomento di natura filosofico-religioso così complesso come quello dell’esistenza di Dio, non possiamo non chiedere soccorso ai grandi pensatori di tutti i tempi che, per via di esperienze diverse, si sono trovati nella necessità e nell’urgenza di riflettere su tale questione. Per esempio Primo Levi non riuscì a trovare una soluzione al dilemma, perché diceva: c’è stato Auschwitz, dunque non può esserci Dio. Blaise Pascal, invece, parte dal presupposto che Dio esista e invita gli uomini tutti a scommettere sulla sua esistenza; egli così scrive: “se vincete, vincete tutto, se perdete non perdete nulla. Scommettete, dunque, che Dio esiste, senza esitare”.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Punto tutto sulla sbungicattola.. e che Dio me la mandi buona!

      Elimina
  21. Diciamo che è una delle domande che meno mi assillano. Se esiste buon per chi crede e comunque non sarebbe una tragedia per me.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..assillo mai, per carità, ma un pensierino ogni tanto capita, no?! Così, tra un nickname e l'altro.. ;)

      Elimina
    2. Insomma, sai? :P Non troppo ora, molti anni fa sicuramente sì. Considera che ho sostenuto una serie di esami sulla storia della chiesa, non mi spaventa e nemmeno infastidisce il dialogo/confronto. Ma non è un mio "sentire" ecco. Nemmeno pretendo di raccapezzarmi su TUTTO con la sola razionalità. Il dubbio fa sempre bene, comunque la si veda!

      Elimina
  22. Ciao! Forse hai ragione a dire che la certezza è blasfema. E' la domanda a essere importante, ma deve essere una domanda dinamica. Solo nella ricerca trovi. Se ti siedi pensando che Dio esiste ed è così o cosà, ti stai già facendo dei viaggi tuoi, che con Dio c'entrano poco. Einstein, secondo me, si è avvicinato a Dio senza dargli questo nome.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lui, da genio, ha parlato di Mistero. Noi, i cristiani lo chiamiamo Dio ma in effetti è Mistero e la nostra speranza che brucia dal desiderio di infinito è che Lui si manifesti.

      Elimina
    2. E' un Dio nascosto per definizione. Ad esempio non accetto minimamente che non possa rivelarsi un altro Gesù solo perché non sta scritto nelle scritture. Questa è quella che chiamo arrogante blasfemia.

      Elimina
    3. Non può tornare chi è già qui.
      Pensa all'Eucaristia. Intensamente al Mistero che sta accadendo in te. Non portare l'Ostia che hai nella mano a spasso per la parrocchia. Resta lì un attimo dopo il tuo Amen.
      Ho scritto un commento sulla domanda. Puoi leggerlo se vuoi.

      Elimina
    4. Le scritture sono una traccia fondamentale, secondo me, ma sono comunque scritte da uomini. Non mi stupisce che contengano inesattezze e contraddizioni. E' proprio il tentativo di ingabbiare le nostra idea di Dio in un sistema organico e umano a ostacolare la nostra evoluzione. Eppure formule, riti e simboli servono, perché per molte persone sono il percorso giusto. Ognuno deve scoprire il suo.

      Elimina
    5. Eppure se leggi i Vangeli ti accorgi che un uomo non poteva scrivere quelle cose così grandi tanto da restare attuali dopo duemila anni.
      Ecco perché alla fine di un brano del Vangelo l'assemblea dice: "Parola del Signore".
      Il cristianesimo non è un rituale ma un modo di vivere che Cristo ci propone.

      Elimina
    6. Il cristianesimo non è un rituale vuoto, anche se c'è chi lo vive così. Non sto dicendo propriamente che Gesù sia stato un uomo come gli altri, ma solo che sono la sua persona e la sua vita a essere una luce, mentre il resto è una creazione umana. Dio (e mi disturba un po' dargli un nome) non ha creato una chiesa o l'altra. Gli uomini lo hanno fatto per far vivere il suo messaggio, ma in questo si inserisce giocoforza la normale tendenza umana verso simboli, schemi e riti, che poi rischiano di diventare una cessazione della ricerca. Chi crede ha spesso la sensazione di essere arrivato, e questo non lo considero positivo. Nessuna dottrina contiene tutto, e nessuna è "la migliore". La ricerca è la nostra vita e insieme la strada che ci porta verso il divino. Io la vedo così. Le religioni sono comunque importanti, perché aiutano le persone a elevarsi. Per farti un esempio, anche il commercio di oggetti sacri (che dubito Gesù avrebbe approvato) ha una sua utilità. Se guardando un santino di Padre Pio mi sento più vicino al divino, ben venga il santino. Se penso che il santino (o qualunque altro oggetto) sia quello che mi serve per avvicinarmi al divino, sto distorcendo qualcosa. Con questo non intendo assolutamente criticare il tuo modo di vivere la religione, ma solo dire che esistono molte strade, e anche molte figure di riferimento al di là di quelle riconosciute.

      Elimina
    7. Ogni strada è buona a una sola condizione: deve portarti verso Dio e non farti deragliare dal tuo Destino verso luoghi tenebrosi.
      E uno come se ne accorge? Da una domanda: " Chi è il tuo interlocutore, cioè l'Entità principale a cui rendi conto e chiedi consiglio per ogni azione compiuta?

      Elimina
    8. Qualcuno ha detto "dai frutti li riconoscerete", giusto? Grazie dello scambio, passerò a trovarti sul tuo blog.

      Elimina
  23. io sono dio, e se lo sono io lo sei anche tu, tu, tu, e poi tu....

    RispondiElimina
  24. Risposte
    1. Solo chi lo ha conosciuto vivendo ... anche in un fiore.
      Basta solo un atto di misericordia per sperare di a.C.crescerlo.

      Elimina
  25. No, non esiste nessun Dio e non esistono nemmeno i suoi Alias.
    Mi viene in mente una frase di Dick Van Dyke in Mary Poppins: esistono gabbie di tutte le forme e dimensioni.
    La religione è una di queste: farsi condizionare da qualcosa che non esiste, da testi inventati da persone secoli e secoli fa per mantenere il potere per me è davvero stupido.
    Pensare senza precetti religiosi sarebbe una vera rivoluzione, continuare a farsi condizionare porta alla rovina del mondo.
    Infatti possiamo vedere quante guerre, violenze e discriminazioni vengono fatte in nome di Dio.
    Quale certezza è blasfema, quella che Dio non esiste o quella che Dio esiste?
    Per me blasfemo è chi si nasconde dietro la religione per commettere nefandezze, per avere il potere, per discriminare, per arricchirsi.
    Non trovo ci sia niente di blasfemo nel dire che Dio non esiste anche perché io ragiono su basi scientifiche: finchè qualcuno non porterà una prova reale e tangibile dell’esistenza di una qualsiasi divinità, queste non esistono.
    Invito tutti a vedersi Religiolous (si trova su youtube) per capire quanto è pericoloso il potere della religione.

    Vorrei rispondere a Gus Omar: il mio interlocutore sono io, se faccio bene una cosa mi compiaccio, altrimenti mi mando a fanculo e questo sistema funziona benissimo.

    Ciao, Xavier

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Funziona bene per te. E per gli altri, il tuo prossimo?

      Elimina
    2. Se il mio prossimo è capace di discernere da solo buon per lui se così non è non posso farci niente!

      Elimina
    3. Il prossimo non è come un nuvolone astratto. E' qualcosa di concreto. Può essere tuo padre, tua madre, tua moglie, oppure un figlio o un amico. Tu non puoi/non vuoi fare niente per loro.

      Elimina
    4. L'amore all'altro non è una cosa generica, come un gran vento caldo che all'improvviso in certe giornate primaverili fa dire: "Toh, è già estate".
      La dedizione di sé all'altro è una cosa molto concreta. Perché l'Io vive, non come un nuvolone astratto, vive come atto.
      La legge dell'io è darsi, è l'amore come darsi all'altro. Darsi all'altro significa muoversi verso un altro, ascoltare, comprendere ed esaudire le esigenze dell'altro.
      C'è una mamma che vuol bene al suo bambino, ma se il bambino si ammala, lei non fa neanche un passo perché lei è un po' pigra.
      Il bambino può crepare con la madre che gli vuole benissimo.

      Elimina
    5. Gus, ma dai, che sei il primo a non fare niente per il tuo prossimo...
      Sei capace di parlare con parole e pensieri fatti da altri o dalle scritture...
      Non sopporti ne tu, ne il tuo compagno di merende e di "digestioni" il tranquillo e differente pensare sulla religione o no...
      Quando ti gira, scrivi, cose che un "vero" cristiano come tu dici di essere, non dovrebbe nemmeno passare per la testa.
      Tranquillo, che senza tante paroloni, da bravo teologo, tanti, non credenti fanno per il prossimo quello che tu non fai neanche nel virtuale.
      Dio, non e' amore? Dio non e' carità, Dio non abbraccia come un buon padre tutti?
      Tu no, ah gia' non sei dio, per fortuna!
      La "commare appassita"
      P.s. Sono sempre piu' convinta di non averti mai commentato sul tuo blog, e me ne vanto...e' arido, insipido, e tracotante di superbia

      Elimina
    6. Ben ti sta ... GUS.
      Tu non riesci ancora a capire la BUONA NOTIZIA.
      Non devi salvare i deMONI in AFFITTO, ma i PADRONI di CASA.
      Le scritture di OGGI fanno capire che è il DOTTO-RE che si salva CERCANDO di SALVARE, ma non dalla MORTE che arRIVA comunque.

      Elimina
    7. Invece, da scemotta appassita, dovrebbe, come Gesù, salvare i demoni, perche i padroni di casa lo sono gia' salvi.
      Gesu' non curava i posseduti dal demonio?
      Dai dacci la tua benedizione, e noi saremmo tutti salvi....
      Ma fatemi il piacere!
      Il cilicio e le frustate per penitenza, ormai da tempo sono chiuse in un cassetto.
      O tornate indietro nel tempo del nome della rosa?
      Dio, vede e provvede, e quando sarò morta, se c'è sarà lui a vedere cosa fare di me, senza l'aiuto di "buoni samaritani" della domenica.

      Elimina
    8. Hai BENE DETTO!
      Mt 17,24-27

      Elimina
    9. Dice bene Fiorella, ci sono i demoni da salvare, eventualmente, ma sempre tenendo lontano da noi ogni certezza, chè i punti neri poi, avvicinandoci troppo, oscurano la bellezza totale...

      Elimina
    10. Franco, non ti ho detto che non puoi indagare ma di evitare che un particolare possa diventare regola generale.
      Fiorella, pensa quello che vuoi. Io so quello che faccio. Io conosco la mia vita.

      Elimina
    11. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    12. @Gus

      Tanto per cominciare non puoi sapere se faccio o non faccio qualcosa per il prossimo e di certo non lo sbandiero in giro, chi aiuta veramente gli altri lo fa in silenzio senza mettere i manifesti sui muri, chi invece lo grida ai quattro venti vuole solo mettersi in mostra, di certo per uno come te non muoverei neppure uno spillo. Il fanatismo religioso è pericoloso e sono quelli come te che fomentano l'odio. Dovresti essere più umile e mettere davvero in pratica quello che continui a predicare. Sei fatto di tante vuote e inutili parole ma non hai sostanza!

      p.s. Salutami il tuo God

      Elimina

      Elimina
    13. Gus Omar O.9 febbraio 2015 08:47
      Anche se sai quello che fai e quello che sei NESSUNO ti dà l'autorizzazione ad insultare il prossimo, in questo caso chi fino a ieri ti ha commentato sul tuo blog di COPIA ed INCOLLA da altri siti.
      Se sei tanto "cristiano" come sbandieri perchè non chiedi SCUSA pubblicamente sul tuo blog invece di scrivere che noi poveri mortali dobbiamo capire il tuo comportamento?
      Meno male che i VERI cristiani non sono come te altrimenti saremmo messi male veramente

      Elimina
    14. Stavo scrivendo un commento, ma si e' chiusa la pagina...
      Forse e' meglio così...di tutti i blog cattolici, i vostri sono così cupi e pesanti come ad entrare dentro la camera dell'incquisitore, vi leggo, si, ma me ne accorgo sempre piu' che siete dei cattolici "fai da te".
      Abbiate meno superbia e tracotanza. Umiltà e dolcezza, e quella che conta.
      Un solo blog, cattolico, da quando ho aperto il mio, mi e' sempre rimasto,med e' nel mio cuore, ti aiuta, ti da dolcezza, ti ascolta, non ti bacchetta, da anni ci sentiamo anche per mail, ed e' sempre piacevole e bello parlarci...
      Condivido quello che dice Xavier, non e' mettendo manifesti, per dire cosa uno fa per gli altri, che fa un buon cristiano...ma lo fa in silenzio, appagando la sua anima nel dare del bene.
      E Gus tu che cavolo conosci la mia vita, sei apparso da me, dopo avermi insultata, quando ho fatto un post, a quiz, e tu, da buon cristiano, hai spudoratamente, barato, per poi dire mea culpa?!
      Ma piantala, di dire fregnacce!
      Ora viene anche Angelo, perche'? Non ho fatto io, il post, se Dio esiste, ma Franco, se Angelo vuole commentare, commentasse inerente al post che scrivo, non ad altre cose.

      Elimina
    15. Come confermano gli stessi DEMONI.
      Si DEVONO salvare i PADRONI del CORPO a loro destinato e non CHI se ne approFITTA.

      @ Fiorella Leggera: sono venuta da te perché TU mi hai richiamato in commento. Hai detto che non giudichi e ti limiti a guardare, forse SOLO in CASA TUA (intendo i tuoi POST).

      Elimina
    16. Non sono Fiorella Leggera...
      Sono Fiorella e basta.
      ...sono venuta da te...che e' sei una donna Angelo?
      A casa vostra non commento e lo sapete, non giudico esprimo...
      E ora pensa alle anime tue e buon viaggio anche a te Angelo.

      Elimina
    17. Come fai a sapere che sono PENEtrABILE?
      DI, ho la FAR-FALLA ABBAstanza GRANDE. in ANZI E NORME.
      Potrei riprenderti dentro di me ... come un BUCO NERO celeste.

      Elimina
    18. azz franco, e poi fai tanto lo schizzinoso con SS e poi tolleri questi elementi?

      Elimina
    19. Come avete fatto con Moz, cercate di sparire da questo blog. ma anche di sparire e basta. Grazie.

      Elimina
  26. Vedi quanta curiosità ha generato Franchino mio..questa parola così strana che hai usato, unita alla seriosa discussione, se la vogliamo prendere sul serio..ti lascia solo sulla corda..e allora stai, stai in attesa , tipo il primo che si muove allora parli o taccia per sempre!
    Spesso è proprio l'incertezza a darci le certezze che qualcosa esista!
    Abbraccio con la tramontana!!!!!!!

    RispondiElimina
  27. Da credente "molto anticonformista" condivido appieno quel che dice Xavier, tutte le guerre passate, presenti e spero di no, sono state fatte in nome di un dio...
    Contro chi la pensa piva diversamente, o credeva in un altro dio.
    La religione, portata all'esasperazione e' l'oppio dei poveri.
    Io credo in dio, mi fa star bene pensare che nell'aldilà ci sia qualcuno o qualcosa, ma....forse mi sono fatta anche io di quell'oppio.
    Perche, se come vedo, sento di dio anche nelle cose piccole, in certe persone, non c'è neanche l'unghia del piede dell'Altissimo.
    Ma questa e' sempre un'opinione mia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Urka!! Scusate tutti, come ho scritto male!!
      Beh, pazienza....
      Preso troppo freddo oggi.

      Elimina
  28. HO ... LETTO.
    Pensavo che i discorsi su Dio FOSSEro per me come la CARTA attacca-mosche, inVECE GRAZIE a te ho capito che preFERISCO la MERDA.
    Ho lasciato solo due mie cacchine di riconoscenza a chi mi è sembrato PIU' VERO.
    Per il resto risponderò da GUS che mi ha fatto svolazzare qui IN torno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Praticamente un omaggio al nobile residuo secco di un processo digestivo ben fatto. La complessità del processo digestivo non è casuale. Non è l'opera di uno scienziato ma di un Padre troppo generoso.

      Elimina
    2. ESSI, non tornerà in CIELO se non prima di aver conCIMATO un ALTRO.

      Elimina
    3. CHI salva un ALTRO .. ha salvato SE STESSO.

      Elimina
  29. Ll'uomo, è stato creato ad immagine di Dio: la beatitudine e le vie per giungervi: un agire retto e libero, con l'aiuto della legge e della grazia di Dio ; un agire che realizza il duplice comandamento della carità.
    E la carità la si fa col cuore non con la bocca. Non ci si vanta, si agisce.
    Sabato prossimo sarà la giornata della Colletta farmaceutica. Non farmaci scaduti. Basta offrire anche una scatola di Tachipirina! Buona notte a tutti a Franco un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si può regalare la "MISERICORDINA"?

      http://www.huffingtonpost.it/2013/11/17/papa-francesco-medicina_n_4290994.html

      Elimina
    2. Ohi.. mi state stritolando!! ;)) Grazie!!

      Elimina
    3. Per la scatola di tachipirina ci pensano i politici. ^^

      Ispy 2.0

      Elimina
  30. Xavier Queer, la mia risposta si basa su quello che hai scritto. Se nel reale hai aiutato il prossimo sono felice che tu l'abbia fatto. Io non ho sbandierato niente. Parlo di teologia, vivo in base agli insegnamenti di Cristo. Sono cattolico. Non ho nessuna intenzione di bisticciare con te.
    Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu non parli di Teologia, tu e la teologia siete ai poli opposti. Sei solo un fanatico cattobigotto.

      Elimina
    2. E' PEGGIO e per questo piace a d'IO.

      Elimina
  31. Farfalla e Fiorella mi state annoiando. Sempre le stesse cose. Un topolino è diventato una montagna. A voi non è mai capitato di dire cose inopportune. Ho sbagliato e chiesto scusa. Cosa devo ancora fare per non sentirvi parlare di me.
    Incredibile. Scherzo e lo dico su un quiz e il fatto diventa elemento di giudizio. Fiorella non dico che devi rileggere quello che scrivi, ma almeno lo leggi? Chi ti autorizza a definire Angelo il mio compare? Smettila.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Era ora che chiedessi scusa str....!
      Mi chiedo chi credi di essere per dire agli altri di rileggere ciò che scrivono?
      Almeno gli altri scrivono qualcosa che esce fuori dal loro cervello, non come te che continui a fare copia ed incolla da altri siti NON tuoi... ora non solo più dei post ma anche dei commenti! E ti permessi di fare il professore, VERGOGNATI!

      Elimina
    2. E cmq per essere precisi fino in fondo LE SCUSE le hai fatte qui... NON sul tuo blog dove hai scritto gli INSULTI verso di noi!

      Elimina
    3. Gus, ma io ti ho mai rotto le scatole o cercato??, ho fatto ai tempi un commento da Lucia, perche' non volevo commentare da te, sono libera o no di fare quel che mi pare, sei tu che, l'hai presa come un'offesa, offendendomi.
      Mi sa, che tu non leggi quello che scrivi, di scusarti, non ho letto niente.....
      Compare, per me si, perche' tu hai scritto che rimanevate solo voi due, e uno seguiva l'altro, cosa vuol dire questo, compari? Amici? O cosa.
      Non, ti cerco, non mi cercare, non mi nominare, neanche velatamente, come fai da tempo, e non solo con me, ma con chi ti seguiva assiduamente, parli di galline e oche, ma voi, e te caro Gus, come gallo, ne hai ben donde di cantare per far la voce grossa e far venire gente da te...
      Che sei il gallo che ha sentito San Pietro, prima di rinnegare Gesù?
      Bene ho detto l'ultima bestemmia, verso un uomo, due uomini, a no l'altro e' un angelo, pieni di purezza e lindi come un agnello.
      Ora pensa per te, e vai a predicare, pure le tue idee, a me lasciami fuori, e non nominarmi, piu', sei noioso, pesante e cerchi sempre di mettere uno contro l'altro.

      Elimina
    4. ComPARE Augusto, che fai mi rinNEGHI?
      Basterebbe limitarsi a leggere senza notare con quale profilo è stato pubblicato per capire se un tuo copia e incolla lo condividi o CHI cambia profili ma dice sempre le stesse cose.
      Ma quante SARA esistono?
      VALLO a scovare il DEMONIO, padrone di quella HABITAT tra tutti questi spiriti immondi.
      L'avranno ucciso?
      ComPARE GUS, ma tu sai chi ospiti in CASA? Pardon in VIRTU' ALE?
      Stai A.T. TENTO anche a ME. Lo sai che ti VOGLIO BENE.
      BUTTAMI FUORI se verrò senza ABITO della FESTA.

      Elimina
    5. Il MIO comPAGNO non mette gli altri contro di loro stessi. Lui si METTE contro e ... BASTA.
      Sa che rimarrà SOLO.
      Gv 7,67

      Elimina
    6. Signora Fiorella, non hai sensibilità e cultura per capire quello che dico.
      Esclami di non aver mai scritto nel mio blog come se fosse una cloaca massima. Scherzo su un quiz e mi dai del menzognero. Ti considero una donna che scrive sempre in buona fede, quindi c'è una carenza culturale in quello che scrivi.
      Io non parlo del tuo blog, tu non fare schiamazzi sul mio.

      Elimina
    7. Leggano tutti cosa sei stato capace di scrivere dei tuoi commentatori:
      http://farfalla-leggera.blogspot.it/2015/01/alla-mia-amichetta-del-cuore.html

      Elimina
  32. Io sono agnostico.
    Dal punto di vista matematico e scientifico NON è possibile dimostrare che dio non esista. Ovviamente non sono certo i libri scritti da alcuni patriarchi a dimostrarne l'esistenza.
    Diciamo che è ragionevole pensare all'esistenza di un livello, di un piano metafisico.
    Poi ci sarebbe da distinguere tra una dimensione spirituale e quella religiosa.
    Le religioni sono un tentativo di tradurre un improbabile disegno teologico in un'implementazione operativa per il_bobbolo.
    Ti devono decorticare il pisello, devi dire questo, devi mangiare quello,
    la vulvetta deve ancora integra al matrimonio, la donna deve essere sottomessa, se fai figli bene, se scopi per piacere no, non devi mangiare le farfalle di brumaio, devi sgozzare il capretto solo con scimitarre orientare verso la luna piena etc. Una serie di precetti e divieti non di rado assurdi, quasi sempre mezze verità.
    La dea esiste?
    Diciamo che potrebbe esistere in te.
    Quasi mai, vista la qualità de la_ggente.
    Ma se così fosse essi ti hanno detto di cercare da altre porti.
    Perché se essi ti fanno credere che la dea non è in te ma fuori sul monte o nella Nuvola d'Oro, essi che sono intermediari, poi c'avranno certamente un po' di potere su di te.
    Ad esempio potranno decidere con chi potrai stare e in che modi, se fai fiky fiky per i pargoli sì, se fai fiky fiky nel culetto no.
    E qui inizia un'altra storia.
    ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Complimenti, per il tuo insegnamento che potrebbe ridursi a: "Voi adorate quel che non conoscete, noi adoriamo quello che conosciamo, perché la salvezza viene dai giù dei. Ma è giunto il momento, ed è questo, in cui i veri adoratori adoreranno il Padre in spirito e verità; perché il Padre cerca tali adoratori".
      CAZZI TUA!

      Elimina
    2. Bella risposta Uomo in cammino. Finalmente emerge la Verità, il cattolicesimo è scomodo per chi vuol vivere una libertà senza confini.
      Si sta avverando quel presagio e quell'incitamento di Nietzsche che ritiene decisivo, per superare e sconfiggere definitivamente il cristianesimo, attaccarlo non tanto sul piano della sua verità quanto su quello del valore della morale cristiana, mostrando che essa costituisce un crimine capitale contro la vita. In concreto il cristianesimo avrebbe introdotto nel mondo il sentimento e la coscienza del peccato e sarebbe il più grande avvenimento della storia dell'anima malata e il più fatale artifizio dell'interpretazione religiosa, da superare ed eliminare facendo riconquistare alla vita umana la sua innocenza, al di là del bene e del male, e così la gioia di vivere e una libertà senza confini.



      Elimina
    3. ComPARE GUS, ma come fai a trovare i GIU'STI copia e incolla?
      Sei una MACCHINA?
      Non mi dire che sei riuscito a trovare un copia e incolla che mi disse di togliere quel fastiDIOso controllo ALFA numerico distorto che una macchina ha difficoltà a leggere. Ma tu mi caPISCI quando comunico con AMMASSO di lettere di varia grandezza e con PAROLE nelle parole?

      Elimina
    4. > chi vuol vivere una libertà senza confini

      La libertà senza responsabilità non è nulla.
      L'accettazione dei confini, dei limiti è sempre stato un problema per homo e la sua hybris. Un problema così antico, connaturato alla struttura di specie da arrivare a entrare, come mito della torre, a Babele, persino in uno dei libri dei patriarchi.
      Il pensiero religioso, acritico, la tensione ostile alla realtà verso un immaginario morale artificiale, sofisticato, inesistente NON è affatto un problema solo delle religioni tradizionali.
      Tecnoteismo, crescitismo, dirittismo, liberismo, comunismo, democatrismo, progressismo, accoglientismo, etc. sono tutte teorie con pretese di universalismo (le indico a volte come neoreligioni).
      Il problema è proprio che esiste questa serie di costrutti teorici che postulano un bene e un male antropocentrici che sono del tutto scorrelati dal bene e male etico, ecologico e, spesso, sovvertiti a questi, teorie avulse dalla realtà.
      La religione del dio fatto a immagine di homo diventa lo strumento apologetico che sostiene il teratoma umano e l'ecocidio, la definitiva eliminazione della vita dal pianeta.
      Filo conduttore la negazione dei confini, della realtà.
      E su questo vengono costruite le speculazioni da parte dei mestieranti (casta sacerdotale delle varie superstizioni) di questi inquinamenti mentali.

      Elimina
    5. Si, spesso sono i mestieranti a sviare le buone intenzioni, e anche l'ardore dei coscienziosi diviene un'arma. Nell'unico mercato che non conosce crisi.

      Elimina
    6. MEST IERI ANTI.
      Gli scandali devono a.C.cadere ma GUAI al mondo per gli scandali! E' inevitabile che avvengano scandali, ma guai all'uomo per colpa del quale avviene lo scandalo!
      E' proprio DIO che fa in modo che tutti dubitano della sua esistenza.
      Poveri voi che pensate di esistere ... exCOGITO il COITO ed ergo sum.
      Per me la religione è l'arte dell'approfondire il RELIGERE.

      Elimina
  33. Sai gus sono andata a cercare apposta per te, mi ricordavo una certa frase... visto che dici di essere "cristiano" leggiti bene qui, si addice a te:
    “Essi curano alla leggera la piaga del mio popolo; dicono: ‘Pace, pace’, mentre pace non v’è. Saranno confusi perché commettono delle abominazioni; non si vergognano affatto, non sanno che cosa sia arrossire; perciò cadranno fra quelli che cadono; quand’io li visiterò saranno rovesciati, dice l’Eterno” (Geremia 6:14-15).
    Buona vita CRISTIANO MISTIFICATORE!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. GUS non ti preoccupare Geremia appartiene al VECCHIO. Ora COMANDA chi non veniva a portare la PACE, ma UNA SPADA.
      Tu vai LISCIO. Ho io il CARICO.

      Elimina
    2. Farfalla, mi fai pena anche per quello che hai scritto, per il modo offensivo che hai avuto quando ero astro nascente nel forum di supporto di Blogger. Sei inaffidabile e solo per questo non posso accettare i tuoi commenti che in ogni caso non sono argomentativi ma offensivi.

      Elimina
    3. Ma proprio tu parli di OFFESE? VERGOGNATI Cristiano MISTIFICATORE! Vai nel tuo blog e continua a fare COPIA dai blog altrui ed INCOLLA

      Elimina
    4. Metto anche il link per ricordare che cristiano sei:
      http://farfalla-leggera.blogspot.it/2015/01/alla-mia-amichetta-del-cuore.html

      Elimina
  34. @ Per Franco, sti cazzi, che pandemonio hai suscitato!! ^_^
    Verro' ancora, se ti farà piacere, a commentarti, quando scriverai un nuovo post...
    Ora ho detto tutto, e di piu'...il resto...sarebbe noia....
    Buona serata Franco.

    RispondiElimina
  35. Il libero arbitrio che, come autore del post e proprietario del blog, ho lasciato a voi tutti, ha prodotto, in ovvia miniatura, quello che secoli di storia umana stanno producendo nel mondo. E non è un bel leggersi, vi assicuro. A breve un altro post, che è meglio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nodio, grazie.
      E noio sori legge rela storia. Meglio tutto quello FUORI la storia. Un po' di FANTA SIA è meglio.
      So nove nuto pergu sédov rei evi tare l'ìn viodino tiZIE.

      Elimina
    2. No dio, grazie.
      E no io so rileggere la storia. Meglio tutto quello fuori la storia, Un po' di fantasia è meglio.
      Sono venuto per gusè, dovrei evitare l'invio di noti zie.

      Elimina
    3. Un pappagallo traduttore non è facile trovarlo.

      Elimina
    4. FRANCO mente hai ragione!

      Elimina
  36. Franco, non ho trovato saggezza in questo post! Se però era tua intenzione accendere micce per trovarti tanti commenti e tante "belle" liti, hai azzeccato. In ogni caso lo trovo molto triste tutto ciò.
    Saluti
    Dani

    RispondiElimina
  37. No, o meglio, non ha importanza. Ma forse già te lo avevano detto.

    RispondiElimina

Sottolineature