lunedì 2 giugno 2014

EDGE OF TOMORROW - SENZA DOMANI (2014)


Felicissima contaminazione. Anche se tratto da una novella del giapponese Hiroschi Sakurazaka nel 2004 (diverrà una striscia a fumetti quest'anno in occasione dell'uscita del film), il tributo a Ricomincio da capo, capolavoro di Ramis dove Bill Murray si risveglia tutte le sante mattine condannato a ripetere la sua giornata, è ovviamente elevatissimo. 

Ma rispetto ad altri triti scimmiottamenti - Source Code su tutti -  il loop temporale si sviluppa in centinaia di (s)variate frazioni ripetute che esaltano montaggio ed effervescenza filmica ubriacando la platea, sommando gigionesca ironia e situazioni paradossalmente comiche, in un panorama di tragicità sempre incombente.
Avevo inesorabilmente bocciato Cruise nell'ultimo fantascientifico Oblivion, pesante e contraddittorio kolossal, con il nostro Tom stucchevole e noiosa maschera eroica.
Stavolta mi ha ribaltato le inquiete aspettative e lo ritrovo in una felice parodia di eroe involontario, che da pavido opportunista lo trasformerà in eroe facendolo crescere con le paure e le insicurezze che ogni comune spettatore può traslare dallo schermo alla poltrona.


E non c'è neanche il tempo (altra contraddizione in termini) di esaminare i risvolti psicologici di una giornata replicata all'infinito, non ci si impantana mai perché, per forza di cose, si evolve sempre a ritmi da convulso videogame lasciando, ogni volta, spazio solo allo stupore.
Ai corto circuiti temporali aggiungiamo l'elemento fantascienza extraterrestre che varrebbe già un film a sé stante, con alieni telepatici e dalla connotazione ferocemente bastarda, ed eccovi servito un ricco menù dove frenesia, action, idee per uno sviluppo “coerente” (nonostante la materia capricciosamente volubile con la quale abbiamo a che fare), avanzano di pari passo coinvolgendoci fino all'inevitabile happy ending, ma con ricca sorpresona ad ottimo effetto finale che non sto certo ad anticiparvi.


Emily Blunt è l'elemento “femminile” di raccordo in questa storia, perfettamente funzionale nonostante la rudezza della quale è investita e capace di emanare un ipnotico fascino involontariamente malinconico e tormentato che impareremo a conoscere.

Location ed effetti permeati di spettacolare realismo, ma certo è il fluido effetto manipolatorio di dinamiche apparentemente ripetitive, l'arma segreta di questo eccellente blockbuster .


25 commenti:

  1. Mmm non lo so, continuo a preferire Tom Cruise nei panni di Maverik.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. .. qui se lo beve Maverick (con tutti i top gun...)

      Elimina
  2. i paradossi temporali mi garbano un bel po'....

    RispondiElimina
  3. Risposte
    1. Mooolto di nuovo invece, geniale restyling.. ;-)

      Elimina
  4. No. Non è proprio il genere che fa per me.
    Ho visto "Le Meraviglie" ieri.
    Decisamente meglio. Per me, dico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. M'è bastato Corpo celeste dell'Alba...

      Elimina
  5. Non mi piacciono sti film da "azione".
    Sono una romantica io, rimasta a Top Gun se proprio proprio devo folleggiare.
    E di Tommy preferisco i ruoli intimisti. Alla Magnolia per intenderci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magnolia!! Arghh.. (Anderson mette a dura prova le capacita' di sopportazione dello spettatore medio con un garbuglio di storie che vanno dipanandosi ed intrecciandosi, scontando quasi tutte epiloghi presumibili nonostante intriganti premesse. Psicologie fragili a caccia di riscatto tra lentezze mondiali e dialoghi inutili. In questo marasma affogano anche discrete perle (la Moore in farmacia) ed anche le ottime scelte musicali ed il variegato montaggio non riescono a supportare la pretenziosità del film che vorrebbe collegare vari casi al Caso
      Eppure caso vuole che sia piaciuto molto...) Lampur su FilmTv

      Elimina
  6. l'ho visto ieri. discreto, meglio oblivion

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A Oblivion volevo sfascia' il cinema... ;-)

      Elimina
  7. Tom mi ha persa dopo la Guerra dei mondi, già nei Mission Impossible l'ho salvato in corner...

    Fatto sogni strani di recente? :-D

    RispondiElimina
  8. Non faccio leggere il tuo post all'uomo. Perchè pure io, come la Marì, posso addormentarmi nel bel mezzo di un film d'azione, che invece adrenalizza lui... :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Amore è anche questo dai!! La mogliettina non vedeva l'ora che finisse il film.. ma vedermi felice l'ha rinfrancata.. ;-)

      Elimina
  9. Senti, sul genere, 'è già ieri' di Albanese è imbattibile ((oltre che essere di una decina di ani fa...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi spiace ma È già ieri è la copia carbonata di Ricomincio da capo. Edge of tomorrow evolve al mega cubo...

      Elimina
  10. Io son appassionata di fantascienza, credo che sarò uno di quei film che vedrò sicuramente (comodamente sul divano di casa mia però quando uscirà in dvd)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti intrigherà.. me lo acchiapperò anch'io in dvd...

      Elimina
  11. Non ci andrò al cinema, per vederlo, ma appena passa da qualche parte uno sguardo ce lo butto sicuramente ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo è da cinema.. (ma non in 3D..). In 3D aspetto il seguito di Dragon Trainer , ad esempio.. ;)

      Elimina
  12. Uff, io i film così non li riesco a guardare, dopo un po' mi danno noia.
    Però il finale che non hai volutamente scritto..mi incuriosisce, lo cerco su Google xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Così mi ti sciogli come neve al sole e risulterebbe vagamente contraddittorio.. eheh..

      Elimina
  13. Mi hai convinto Franco caro..
    Ho visto i trailer solo per la presenza di Murray , non sono una Cruise dipendente, ma da come l'hai recensito mi hai incuriosito.
    Lo vedrò!
    Abbraccio serale!

    RispondiElimina

Sottolineature