domenica 5 gennaio 2014

LASCIAMO PERDERE...

Prendo spunto  da un fondo di Pippo Russo sull'Unità di qualche tempo fa.      "la parola è perdere".




"Da sempre perdere è metà della partita” 
(Pippo Russo - L’Unità -).

E chi ci indica in che metà siamo? 
Quante perdite tentiamo di evitare o facciamo fatica a tamponare?
Quante volte perdiamo il biglietto vincente? 
La vita è un gioco a vincere o a non perdere? 
E dove, e come,  “perdiamo”?

Perdere la faccia, perdersi d'animo, perdere le forze, perdere le staffe, perdere terreno senza perdere esperienza..

...poi c'è il perdersi di vista, il perdere la fede (anche in piscina),
perdere un telefono (anche solo un numero..), 
perdere le chiavi, la strada, l'occasione, il lavoro, le elezioni, 
la metro che fila via, 
il treno che ci lascia persi a nostra volta, 

oppure l'amore o anche solo un film.

Fino a perderci la testa o rimanere coi vuoti.  A perdere.

E' un continuo gran perdere questa vita, 
ma un perdere che accumulato per bene 
diventa ricchezza, coscienza, valore. 

Propedeutico, magari, per L'elogio del pareggio.

Può diventare anche un post, ma guarda un po’ tu... 

e c'è chi perde tempo a leggerlo...   ;)









11 commenti:

  1. E' diventato un post a perdere :)

    RispondiElimina
  2. Avevo letto "per L'elogio del Parcheggio"... Sarà un caso? :D

    Nessuno può dirci in quale metà stiamo... Possiamo solo lanciare i dadi ad ogni bivio e continuare a perderci... Chissà se troveremo la strada giusta o quella che ci serviva soltanto in quel momento...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stando a Roma, l'Elogio del Parcheggio ci sta pure.. e la metafora lega anche... continuare a vagare in auto, o trovare posto e pace alla propria inquietudine? Certo molto dipende se il parcheggio è libero o a pagamento... io direi che vince chi c'ha il garage (anche nella vita...)

      Elimina
    2. Sempre... Vince sempre chi ha il garage... A noi povera gente conviene prendere la metro e sperare che non ci siano scioperi in vista... ;)

      Elimina
  3. Sono sempre positiva: spero che il prossimo post abbia come tema il TROVARE (o RITROVARE) ... così non avrò perso tempo a leggere. Ciao Lampur :). Buona domenica. Marilena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perdere fa bene, ogni tanto, ci ricollega col mondo, e ci fa ritrovare, una volta persi...

      Elimina
  4. Io credo che alla fine della fiera, forse, le cose perse siano poche... perché c'è sempre un guadagno, altrove.
    O forse sono un inguaribile ottimista che ha sempre e solo perso :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa è pura poesia, Moz. E la poesia non perde mai.. :-P

      Elimina
  5. La vita, l'universo e tutto quanto sono una gran perdita di tempo, parola del mio amico Kerghan.

    RispondiElimina
  6. Perdere, ogni tanto, ci ha il suo miele. Così cantava il vate.

    RispondiElimina

Sottolineature