sabato 14 dicembre 2013

Eppoi nel cuore


Chissà cosa ci passa
per la testa.

Eppoi nel cuore.

Ed attraverso i tendini,
ed i nervi e le lacrime,
e gli sbigottimenti e le sorprese,

tra i sorrisi nervosi
e le risate di pancia,
e le attese al semaforo,

tra i sudori, gli odori, i brividi
e le palpitazioni poi.

Ed i sogni e gli incubi,
e le insonnie ed i colpi di sonno.

Chissà.













15 commenti:

  1. Lo sai (se non lo sai ora te lo dico) che mi piacciono le poesie. Le tue le ho lette .. su alcune ho qualche perplessità e forse un giorno ti chiederò di illuminarmi.
    Ma anche tu sei disponibile a "prestiti" per il mio blog ? Se te ne chiedo una, me la presti ? Ciao :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. RUBALLE!
      O pensate di essere PADRONI di qualcosa che è dell'UNICO SPIIRTO.
      Anzi, chi ne ha di più ... ne DIA a chi ne ha di MENO ... altrimenti ... MENA!

      Elimina
    2. Sarebbe un onore Marilena, del resto ho sempre sostenuto che un attimo dopo scritta, la poesia, non è più tua... ;)

      Elimina
    3. Per me nemmeno PRIMA!
      E' sempre di CHI ha organizzato tutto.
      A stimolazioni ... risponde.
      Basta auMENTAre la DOSE dell'orMONE!

      Elimina
  2. Nelle prime ore del sonno il cervello si riposa. E non ci passa niente nella testa.
    Per il resto imperversa implacabilmente.
    Ho letto Marilena. Io sono incapace di poetizzare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le poesie servono solo per CUCCARE.

      Elimina
    2. GUS, anche io sono incapace di poetizzare. Ma mi piace leggere poesie e chiedo in prestito proprio perché io non le so scrivere e mi piace conservarne qualcuna (il mio blog è il mio archivio). Noto con piacere che hai riacquistato la memoria e mi hai riconosciuta anche se non mi sono firmata. Forse le poesie di Lampur sono medicamentose :).
      ANGELO non mi va di rubare. Qualcuno un giorno mi disse "non ha senso scrivere poesie e tenerle per sé" e sono d'accordo, ma chi le scrive potrebbe aver piacere di pubblicarle solo nel proprio blog. E piantala che non servono per cuccare, servono ad altro, ma non sarò io a spiegartelo.

      Elimina
    3. Non è vero Gus, tu poetizzi che non t'immagini...

      Elimina
    4. E' VERO! GUS CUCCA MOLTO ... anche da CHI lo ISPIRA.
      Io cerco solo di romperGLI un po' i CO...ioni.
      E' nel film l'ATTIMO FUGGENTE che il PRO-VOC'ANTE CAPITANO che sostiene che TUTTO serve per CUCCARE.
      Non sarò IO a spiegare questo VERBO.

      http://www.youtube.com/watch?v=s81k8faP_6o

      Elimina
  3. Già, chissà.
    Ci passa energia, secondo me. Sempre e solo energia.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... e da te c'è una centrale infatti.. ;))

      Elimina
  4. E' un post bellissimo.
    Ciao Lampur.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie. Siamo rosi da continui interrogativi. Per fortuna.

      Elimina
  5. Chissà... Nel frattempo, viva i dubbi atroci che logorano l'animo, che tirano fuori parole come Le tue... Semplici, dirette, e belle. Bellissime. :)

    RispondiElimina

Sottolineature